venerdì 24 febbraio 2017

Review Tour: Forever - Solamente io e te


È con grande felicità che oggi partecipo al review tour di Forever - Solamente io e te, secondo libro della duologia firmata da Amy Engel e uscito ieri per Newton Compton.


«Ora so che posso sopravvivere qui, la domanda è se possiedo la forza che serve 
per vivere davvero»

Forever - Solamente io e te
di Amy Engel
Newton Compton

Trama
Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer – come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c’è speranza. C’è vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo…


«Per ogni difficoltà abbiamo ricevuto in dono una benedizione, per ogni perdita un guadagno... e so che questo viaggio è valso ogni fatica, ci ha dato il tempo di guarire quegli angoli feriti dentro di noi, di trovare pace per le perdite importanti che abbiamo subito e di perdonarci per le scelte impossibili che abbiamo fatto»

Se ho amato il primo libro di questa duologia, non so trovare un termine adatto per quantificare quanto mi sia piaciuto il secondo. Perché in Forever - Solamente io e te, si entra nel vivo dell'avventura, la storia si fa cruda, tante cose che accadono non lasciano scampo e tengono inchiodato il lettore alle pagine, con la brama di scoprire cosa accadrà.

Avevamo lasciato Ivy reietta, fuori dalla recinzione, abbandonata al suo destino. E non sarà facile per lei, sin dalle prime pagine la vediamo affrontare ostacoli insormontabili. La prima parte di questo secondo volume è tosta, leggere non lascia indifferenti, perché anche noi siamo catapultati in una realtà spaventosa dove la sopravvivenza sembra essere veramente difficile.

In questa parte, ma in verità in tutto il libro,  l'analisi che Amy Engel fa della sua protagonista è strepitosa. Ivy è una ragazza dalle mille sfaccettature, è un personaggio che buca le pagine, assume caratteristiche che la rendono tridimensionale. È un'eroina un po' atipica, piena di dubbi, priva di scelte scontate, ma anche forte e coraggiosa in momenti in cui chiunque altro soccomberebbe al destino.

«Insieme , io e lui, eravamo sempre il meglio di noi stessi»

Nel corso della storia la vediamo affrontare di tutto: limiti, persone, animali, paure, ma anche i fantasmi della sua mente.
Questo libro è meraviglioso perché raccontato da Ivy. Ma anche perché c'è Bishop, che è la rappresentazione del ragazzo modello, una persona se lo immagina proprio così. Bishop che saprà tirare fuori un nucleo forte come l'acciaio e che piacerà ancora di più.

«Amare qualcuno è una sensazione così leggera, sembra di volare: quella lacrima inaspettata, la paura di crollare, quel brivido e quella sensazione di cuore in gola, sembrava essere impossibile, fino al momento in cui non lo è stato più»

Avventura, colpi di scena, battaglie: questo libro ha tutte le carte in regola per le cinque stelline.
Grazie anche a uno stile scorrevole, ma ricco di emotività che porta il lettore al centro della storia insieme ai protagonisti.
Una duologia distopica che lascia il segno e ci trasmette una moltitudine di messaggi: pensate con la vostra testa, date la priorità ai vostri sogni, lasciate che la vita vi sorprenda... 
Buona lettura!

Ecco i link delle altre recensioni:
Bookish Advisor
 http://bookishadvisor.blogspot.it/2017/02/review-tour-forever-solamente-io-e-te.html
Il Colore dei Libri
http://ilcoloredeilibri.blogspot.it/2017/02/review-tour-forever-solamente-io-e-te.html
Paranormal Books Lover
http://paranormalbookslover.blogspot.it/2017/02/review-tour-forever-solamente-io-e-te.html#.WK_3zyPhCWg
Il Salotto del Gatto Libraio
http://ilsalottodelgattolibraio.blogspot.it/2017/02/review-tour-forever-di-amy-engel.html
Il bello di essere letti
http://ilbellodiesserletti.blogspot.it/2017/02/review-tour-forever-solamente-io-e-te.html

Blogtour Starlight - Il mondo della ragione e delle stelle. L'astronomia e la filosofia nel libro



Oggi ospito una tappa molto particolare di Starlight il nuovo libro scritto dalla giovanissima Cristina Chiperi ed edito da Garzanti. Prima di parlare de Il mondo della ragione e delle stelle. L'astronomia e la filosofia nel libro, scopriamo insieme il romanzo

Starlight
di Cristina Chiperi
Garzanti

Trama
I corridoi dell’università sembrano infiniti, soprattutto per una matricola come Daisy. Tutto è nuovo ed entusiasmante per lei. Non riesce a immaginare un periodo più sereno della sua vita, fino a quando in quegli stessi corridoi incontra due occhi che avrebbe preferito non rivedere. Appartengono a Ethan, il suo migliore amico quando aveva dodici anni. Dietro quel ciuffo ribelle, Daisy riconosce il ragazzino timido e misterioso che l’aveva conquistata con le sue storie sul cielo e le costellazioni, soprattutto quelle stelle binarie che viste dall’occhio umano sembrano una sola, ma in realtà sono due e sono inseparabili. Ruotano sempre insieme nonostante tutto, qualunque cosa succeda. Così erano lei e Ethan. Poi tutto è cambiato. Perché lui ha tradito la sua fiducia e Daisy non crede che possa più esistere un legame così forte. Non crede più nella magia delle stelle. Lei crede nel fascino delle parole e dei ragionamenti. Non potrebbero essere più diversi di così, lei persa tra gli insegnamenti dei suoi amati filosofi e lui nelle formule astronomiche. Parlano due lingue differenti ormai. Eppure rincontrarlo dopo tanto tempo le fa provare emozioni forti e contrastanti. Daisy deve scegliere tra perdonare e ricordare. Il primo istinto è quello di fuggire. Perché la luce delle stelle a volte può abbagliare. Ma stelle binarie si nasce, e non si può fare nulla per cambiare il destino. C’è sempre una forza che ti riporta indietro. Il tuo posto è lì, per sempre. 



Il mondo della ragione e delle stelle. 
L'astronomia e la filosofia nel libro

Starlight di Cristina Chiperi è un libro che trasuda filosofia e astronomia grazie alle passioni e agli studi dei due protagonisti Daisy ed Ethan. E se di filosofia sono stati ricchi i miei studi, ammetto che l'astronomia è sempre stata una materia affascinante, ma della quale conosco veramente poco. È stato interessante, quindi, ritrovarle nel libro e poterle analizzare con attenzione. Di stelle e condizioni umane su parla anche all'inizio di ogni capitolo con alcune bellissime citazioni di pensatori e scienziati

«Tutto è determinato da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Lo è per l'insetto come per le stelle. Esseri umani, vegetali o polvere cosmica, tutti danziamo al ritmo di una musica misteriosa, suonata in lontananza da un pifferaio invisibile».
Albert Einstein


«Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella».
Galileo Galilei 


Filosofia. Tre dei personaggi del libro studiano filosofia: Daisy e i migliori amici Alessandro e
Nicole. Ma il rapporto che ha la protagonista con questa disciplina è sicuramente speciale, fa parte del suo essere: più che argomento di studio è essenza stessa della sua personalità. La passione che nutre per la filosofia emerge con molta chiarezza e le idee dei grandi pensatori si mescolano spesso con la sua vita. E fra biglietti pieni di citazioni, professori rock e riflessioni sulla vita Daisy (e Cristina) ci mostrano come la filosofia sia parte determinante della vita di ogni giorno.

«La filosofia, per me, era come una via di fuga dalla realtà. Entrare nella testa dei filosofi, capire i loro ragionamenti e il loro pensiero mi aveva sempre affascinata. «Amore per la sapienza», questo era il significato letterale della parola filosofia, ed era proprio questa voglia di conoscere che mi dava la forza di andare avanti. Mi ero sempre posta domande su tutto fin da quando ero piccola. Mia madre diceva che la «fase dei perché» per me non era mai finita. Ma poi avevo scoperto che la filosofia dava una risposta a tutto ciò che mi interessava sapere, e per me era stato l’inizio di una incredibile avventura. Un amore incondizionato a prima vista».



Astronomia. Questo è il ramo di Ethan. Affascinante e misterioso percorso di studi che porta l'uomo a misurasi con concetti difficili e a tratti inafferrabili. Le stelle e il cielo sono da sempre stati il punto verso il quale gli uomini hanno maggiormente rivolto lo sguardo. Per cercare risposte, conforto, magia e ispirazione. Ethan affascina e trasmette l'amore per l'astronomia agli altri personaggi del libro, ma anche al lettore che ha la sensazione di osservare le stelle insieme a lui. Uno degli aspetti sicuramente più affascinanti è quello del sistema binario e delle stelle gemelle, destinate a ruotare insieme per sempre. Anime gemelle in cielo così come in terra.

«Esistono delle stelle  che all'occhio umano si mostrano come un unico corpo celeste, ma che viste da vicino in realtà sono due che ruotano attorno allo stesso punto. Stanno sempre insieme, nonostante tutto, qualunque cosa accada»


La conclusione e il collegamento che può sussistere tra filosofia e astronomia lo rubo direttamente da Starlight e da Daisy. Trovo che sia un modo perfetto di trarre le conclusioni su questo primo volume e sul collegamento esistente tra queste due materie che sembrano così lontane, ma in realtà sono strettamente collegate.

«La filosofia e l’astronomia, per quanto potessero sembrare agli antipodi, in realtà riuscivano allo stesso tempo a essere anche molto vicine tra di loro. Diverse e simili. Alcuni dei maggiori studiosi dell’universo non erano stati forse anche filosofi? In un certo senso, i due ambiti finivano per coincidere. Eppure oggi apparivano diversissimi, l’uno basato sulle parole e l’altro sui numeri. In filosofia, la cosmologia era una materia fondamentale nonostante fosse più un argomento scientifico. L’astronomia era nata da quei filosofi che guardavano il cielo facendo supposizioni, anche sbagliate, ma che avevano portato allo sviluppo di quella disciplina. Insomma, quei due mondi del pensiero si erano arricchiti a vicenda. Come me e Ethan un tempo. Diversi, ma vicini».



Vi ricordo che tre fortunati potranno adottare tre copie del romanzo, l'estrazione avverrà il 3 marzo sul blog Reading at Tiffany's




a Rafflecopter giveaway

Ecco l'elenco di tutte le tappe

Vi ricordo anche che è possibile conoscere Cristina Chiperi nel corso del tour che sta facendo per la promozione di questo libro, ecco tutte le date. Un'occasione meravigliosa per poter vedere dal vivo la giovane autrice e fare quattro chiacchiere in merito a questo suo nuovo libr0



giovedì 23 febbraio 2017

Segnalazione: Disconnect 1

Da oggi in ebook e dal 3 marzo anche in libreria: Disconnect di Ilaria Soragni, giovanissima scrittirce che si è fatta conoscere grazie a Wattpad.
Scopriamolo insieme

Disconnect 1
di Ilaria Soragni
Leggereditore

Trama
Hayley frequenta il secondo anno dell’high school a Baltimora, è una ragazza chiusa e non si è mai ambientata del tutto. Luke ha diciotto anni; alto, biondo e sprezzante, si abbatte come un fulmine su ciò che lo attira. Quando per caso nota Hayley ne rimane affascinato, tanto da decidere di conquistarla: la vita è una gara e lei sarà il suo premio. È Luke a guidare il gioco, seguendo Hayley e facendole credere che si tratti ogni volta di incontri casuali, fino a quando non raggiunge il suo obiettivo. Hayley è irrimediabilmente attratta, anche se qualcosa le dice che sarebbe meglio stare lontano da quel ragazzo. Ma il piacere della trasgressione è forte, fare la cosa sbagliata la fa sentire viva. Non sa ancora, però, che è solo l’inizio. Luke si nutre di adrenalina, di emozioni forti, e vuole Hayley al suo fianco in una sfida pericolosa, una gara di moto illegale di cui è nota solo un’enigmatica regola: tutti vincono e uno solo perde, tutti perdono e uno solo vince. Fin dove si spingerà il loro legame? Saranno disposti a metterlo a rischio ora che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più forte?





Bio - Il suo nick su Wattpad è inashtonsarms, ma nella vita reale lei è Ilaria Soragni, diciassettenne della provincia di Asti che sogna di diventare, un giorno, una psicologa forense. Per il momento si accontenta di scavare nella psiche dei suoi personaggi, attività che le riesce molto bene. Grazie alla scrittura, Ilaria ha l’impressione di mettere ordine nei suoi pensieri, ed è per questo che a quindici anni ha iniziato a scrivere su Wattpad. Scoprire che altre ragazze si appassionavano alle sue storie l’ha riempita di gioia, ma di certo non si aspettava di raggiungere milioni di clic!


Test for Bookaholic: Che amore classico sei?

Questo mese doppio appuntamento con Test for Bookaholic, la rubrica inventata da me e Deb di Leggendo Romance dove vi invitiamo a scoprire di più sulla vostra passione librosa.
Questa volta si parla di amori classici e per farlo abbiamo scelto sei libri... Pronti a scoprire "Che amore classico sei?"



mercoledì 22 febbraio 2017

Libri & cucina con Francesca: sapori di casa

Questa settimana voglio condividere con voi la ricetta che è stata votata in casa mia come la migliore dell'inverno! È un semplice polpettone di carne, molto gustoso, ma l'asso nella manica della ricetta sta nella crema ai peperoni che lo accompagna...super! La mia bimba - una quasi 4enne che come vi potete immaginare al momento non va pazza per i peperoni - mangia invece il polpettone da solo, che comunque è buonissimo, oppure arricchito da una veloce salsetta al pomodoro...
A questa ricetta che sa di quotidianità abbino un libro che parla di famiglia, di casa con la C maiuscola e del suo essere rifugio sempre aperto al confronto e al conforto: Aperto tutta la notte di David Trueba.
Buon appetito e buona lettura!

Aperto tutta la notte
di David Trueba
Feltrinelli

Trama
"L'unico locale aperto tutta la notte è la casa", dice Ambrose Bierce. E intorno alla casa ruota la turbinosa vita della famiglia Belitre. Nonno, nonna, papà, mamma e sei ragazzi dai nove ai ventotto anni, nell'arco di una torrida estate spagnola, traslocano da un piccolo appartamento di periferia in un palazzina a due piani con soffitta, giardino e ciliegio, nel cuore di una Madrid anni Ottanta, culla del lavoro, dello stress, dello stordimento notturno. E intorno alla casa, sempre spalancata davanti al bisogno di conforto, alle domande, agli inciampi del tempo, i Belitre crescono e invecchiano, muoiono e si divertono, mentono, si interrogano e si rispondono, in un misto di tenerezza e commozione, di grandi e sonore risate.





Polpettone di carne con crema di peperoni ingredienti e ricette

Ingredienti per 6 porzioni
Per il polpettone
1 spicchio d'aglio senz'anima
1 manciata di prezzemolo fresco e tritato (da tritare per il Bimby)
20 grammi di pane raffermo a pezzi
400 grammi di carne trita mista (vitellone, maiale)
50 grammi di parmigiano reggiano ( da grattugiare per il Bimby)
1 cucchiaino di sale
50 grammi di prosciutto cotto a fette
1 fetta di fontina tagliata a strisce da 2-3cm

Per la crema ai peperoni
1 spicchio d'aglio senz'anima
50 grammi di olio extravergine di oliva
400 grammi di peperoni rossi a pezzi di 2-3 cm
50 grammi di vino bianco
50 grammi di acqua
10 grammi di sale


Con il Bimby:
Per il polpettone mettere nel boccale il parmigiano a pezzi e tritare 10 secondi portando gradualmente la velocità a 9.
Aggiungere l'aglio, il prezzemolo e il pane, tritare 5 secondi a velocità 6.
Aggiungere la carne tritata, le uova, il sale e amalgamare 5 secondi a velocità 7. Preparare sul piano da lavoro un foglio di pellicola trasparente adatto alla cottura e trasferirvi l'impasto. Con la spatola stendere l'impasto formando un rettangolo a un altezza di circa un centimetro, adagiare sulla superficie il prosciutto cotto, posizionare le strisce di fontina nel mezzo e avvolgere con l'aiuto della pellicola trasparente formando un cilindro. Sistemare il polpettone con la pellicola trasparente all'interno del recipiente del Varoma, chiudere con il coperchio e tenere da parte.
Per la crema ai peperoni, mettere nel boccale l'aglio, l'olio extravergine di oliva e insaporire 3 minuti a 100 gradi velocità 1. A piacere eliminare l'aglio. Aggiungere i peperoni, il vino bianco, l'acqua e il sale. Posizionare il recipiente del Varoma e cuocere 30 minuti a temperatura varoma e velocità 1. Dopo aver rimosso il Varoma, posizionare il misurino e frullare il contenuto del boccale 30 secondi a velocità 7. Togliere con attenzione la pellicola trasparente, sistemare il polpettone in una pirofila e irrorare con la salsa ai peperoni. Servire caldo a fette.


Senza il Bimby:
Per il polpettone tritare l'aglio, il prezzemolo e il pane, versare in una ciotola con la carne tritata, le uova, il sale e amalgamare. Preparare sul piano da lavoro un foglio di pellicola trasparente adatto alla cottura e trasferirvi l'impasto. Con la spatola stendere l'impasto formando un rettangolo a un altezza di circa un centimetro, adagiare sulla superficie il prosciutto cotto, posizionare le strisce di fontina nel mezzo e avvolgere con l'aiuto della pellicola trasparente formando un cilindro. Sistemare il polpettone con la pellicola trasparente all'interno della vaporiera, chiudere con il coperchio e tenere da parte.
Per la crema ai peperoni, in una pentola rosolare l'aglio con l'olio extravergine di oliva. Al termine, a piacere eliminare l'aglio. Aggiungere i peperoni, il vino bianco, l'acqua e il sale. Posizionare la vaporiera sulla pentola e cuocere 30 minuti. Dopo aver rimosso la vaporiera, frullare il contenuto della pentola. Togliere con attenzione la pellicola trasparente, sistemare il polpettone in una pirofila e irrorare con la salsa ai peperoni. Servire caldo a fette.

martedì 21 febbraio 2017

I martedì della ragazze: citazioni e tazze di tè

Come ogni martedì ecco l'appuntamento con le citazioni della settimana scelte da me, Deb di Leggendo Romance e Isa del Bosco dei Sogni Fantastici

Fateci sapere la vostra frase del cuore




Deb - Leggendo Romance «È proprio vero che ci rendiamo conto di quanto valga la luce quando il buio ci avvolge, quanto calore possa darci il sole solo quando piove, quanto ci servisse un oggetto che abbiamo buttato via reputandolo inutile».
“Homeless” di Maria Claudia Sarritzu – Triskell Edizioni
Una triste verità quella espressa in queste righe. Forse è nell’animo umano cercare sempre qualcosa di diverso, anelare ad altro da ciò che abbiamo, spesso non assaporando ciò che già è nella nostra vita e, altrettanto spesso accorgendoci solo nel momento in cui perdiamo qualcosa o qualcuno di quanto fossero importanti per noi. Magari se ogni giorno ci raccogliessimo qualche minuto in noi stessi ricordando facendo una lista di tutto ciò per cui dovremmo essere grati, allora ci renderemmo conto della bellezza e dell’affetto che ci circonda…ma siamo sinceri, davvero troppo poche e ammirevoli persone lo fanno, dovremmo tutti prenderne esempio.






Isa - Bosco dei sogni Fantastici «"Ti parlava del suo lavoro?"Il giovane sollevò le spalle. "Un
Era un lavoro, eccolo il mantra di questi tempi, pensò Paolo. Hai un lavoro, taci e ringrazia, taci e crepa».
lavoro di merda ma era un lavoro ed i suoi padroni gli avevano assicurato che l'avrebbero tenuto fisso. Adesso di fisso avrà il posto al cimitero"."Asti Ceneri Sepolte" di Fabrizio Borgio - Fratelli Frilli Editore
Ho scelto questo frammento perché è terribilmente attuale e agghiacciante al tempo stesso.
Da una parte c'è il problema del non lavoro. Dall'altra del lavoro mal pagato, mal fatto, mal vissuto, sfruttato, pericoloso e non denunciabile. Dall'altra ancora c'è il lavoro superpagato, dove ci sono i lassismi, i lacché, i paraculi e quant'altro..
Chi ci rimette? Chi si fa in quattro per pochi euro, perché non riesce a ottenere di meglio, perché si deve accontentare, costi quel che costi.









Virgi -  Le Recensioni della Libraia «Voglio essere una persona forte e abbastanza coraggiosa da essere in grado di compiere scelte dure. Ma voglio essere onesta e con abbastanza amore da compiere quelle giuste»
Forever - The Ivy Series #1 Amy Engel - Newton Compton
Le scelte che ci troviamo a prendere ogni giorno indicano la strada che percorreremo dopo. Ogni scelta è un bivio che ci farà incontrare altre domande, altre possibilità... Così tutti i giorni della nostra vita. Uno dei miei libri del cuore è Uno di Richard Bach, un romanzo che racconta proprio di questa infinita varietà di possibilità che possiamo incontrare nella nostra vita e come una, piuttosto che un'altra, possa determinare il futuro in maniera totale. Questa frase mi colpita perché mi ha fatto riflettere sul fatto che le scelte possano essere di diverso tipo: dure e avere bisogno di coraggio e piene d'amore per essere quelle giuste. E una non esclude l'altra.

Recensione: Il buio ha il suo odore

«Chi era Alisa prima che il buio le facesse paura?»


Il buio ha il suo odore
di Cinzia La Commare

Trama
Alisa è una ragazza disillusa dalla vita, impaurita dalle ombre del passato e poco disposta a fidarsi del prossimo. Approdata tra le montagne della Valle d’Aosta, ha deciso di dedicarsi unicamente al suo lavoro dietro al bancone di un bar, evitando categoricamente qualsiasi individuo di sesso maschile. Fatta eccezione per Daniele, l’unica persona capace di distrarla dall'angoscia che da anni l’attanaglia.
Le sue resistenze però sono destinate a subire un duro colpo, quando Andrea Corti, e i suoi indisponenti occhi blu, si materializzano dal nulla dall'altra parte del bancone. Un uomo assolutamente deciso a non voler demordere, e per nulla spaventato dall'apparente corazza impenetrabile che Alisa ha costruito a fatica nel tempo. Andrea farà di tutto per dimostrare ad Alisa che quella freddezza è solo apparenza, che il desiderio che lui sente per lei non è affatto a senso unico, e per farlo, si avvarrà delle più astute strategie di seduzione.
Alisa cederà al fascino indiscusso di Andrea, o il passato che nasconde finirà per mettersi di mezzo ancora una volta?
Una storia di intrecci, inganni e segreti. Un passato burrascoso da celare e quella bruciante passione difficile da tenere a freno. 


Se un romanzo ti lascia con la voglia matta di leggere il seguito è un ottimo libro, perché significa che in quella storia ci sei entrata dentro anima e corpo, che quei personaggi sono diventati tuoi amici (o nemici), che gli eventi ti hanno coinvolta al cento per cento.
Così è accaduto con Il buio ha il suo odore primo volume di una duologia firmata da Cinzia La Commare, che riesce ancora una volta a superare se stessa e a raccontarci una storia che mescola elementi importanti e a suscitare spunti di riflessione: come la tratta di donne bianche attirate con la promessa di un lavoro e poi fatte prostituire, come i danni psicologici che lascia la violenza, come la paura e gli attacchi di panico, mali che opprimono quelli che devono fare i conti con la Sindrome Post Traumatica da Stress. 



Cinzia ci dipinge un mondo fatto di violenza, dove il sesso è sottomissione e degradazione per Alisa, la protagonista di questo romanzo. Una storia a tratti cruda, come quando racconta dello stupro, di rapporti a cui la protagonista si sottopone per paura e dovere. Una storia che ci fa guardare in faccia il dolore e le sue tantissime sfumature. Ma che ci regala anche il briciolo di speranza che, nonostante il dolore, si possa e si debba rinascere.

Mentre Alisa è una donna che mostra al lettore tutti i pezzi in cui è stato frantumato il suo cuore, che si nasconde dietro una corazza apparentemente solida, Andrea è un mistero e lo rimane fino all'ultimo. Un mistero affascinante, impacchettato in un corpo e in un fisico stupendi, ma comunque un enigma da risolvere.



Cinzia ha uno stile poliedrico: passa da momenti di grande emotività, alla tensione della violenza, fino all'analisi psicologica con grande capacità e senza intoppi. Tutto questo rende Il buio ha il suo odore un libo scorrevole, dove tutto fila liscio e veloce verso l'ultima pagina. E poi si resta lì ad attendere di avere tra le mani il prossimo volume e far luce sulle tante domande...


Buona lettura