martedì 28 marzo 2017

I martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè

Tornano le citazioni della settimana scelte da Deb di Leggendo Romance, Isa del Bosco dei Sogni Fantastici e me. Avete preso carta e penna?




DEB - LEGGENDO ROMANCE «I libri sono più preziosi dei gioielli.» Ne era davvero convinta. Che
cosa ti dava un diamante? Un effimero lampo di lucentezza. Un diamante scintillava per un secondo; un libro poteva scintillare per sempre».
Quando l’amore nasce in libreria di Veronica Henry - Garzanti
Alzi la mano chi tra noi davvero amante della lettura non è d’accordo con questa frase. I diamanti scintillano, durano per sempre, ma i libri contengono parole, pensieri, sono in un certo senso vivi e capaci di trovare qualcosa da dirci in ogni momento che stiamo vivendo, basta sapersi lasciare trasportare per trovare quello giusto. Un libro non ci abbandonerà mai, anche quando avrà finito il suo compito, sarà sempre lì per far riaffacciare in noi un ricordo, una sensazione.






ISA - BOSCO DEI SOGNI FANTASTICI
«Il suo più grande pregio, che in politica era l’arma più
importante, era però un altro: essere un lupo travestito da pecora. Sembrava benevolo e di buon comando, sempre al servizio dello Stato e del partito, ma la realtà è che serviva solo se stesso e i suoi ideali». 
Il sigillo dei tredici massoni di G. L. Barone - Newton Compton Editori
Ho scelto questo passaggio perché spesso rispecchia la figura della persona politica a cui siamo abituati nella realtà: parlano spesso di agire per il bene del popolo, ma poi i risultati sono ben altri.












VIRGI - LE RECENSIONI DELLA LIBRAIA «Circondato dalla gente, eppure solo. Intorno a me gli
altri parlano, anche rivolgendosi direttamente a me, ma io non sento niente»
Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven - De Agostini
A volte per scelta, altre per situazioni difficili, succede di sentirsi soli anche in mezzo a un'infinità di persone. Ora mi capita meno, sarà per l'età, sarà perché da mamma difficilmente sono sola o posso permettermi di estraniarmi, ma ricordo che da "giovane" mi accadeva spesso. Non ho mai vissuto quei momenti con tristezza, ma come un'opportunità per guardarmi dentro. E voi?

Segnalazioni Panesi Edizioni

Oggi vi segnalo quattro uscite della Panesi Edizioni, quattro uscite diverse r per tutti i gusti: dalla sentimentale, al drammatico e horror (Immago, in uscita oggi), al fantasy fino alla narrativa contemporanea. Quale vi attira di più?

Fiore di cactus
Francesca Lizzio
Panesi Edizioni - www.panesiedizioni.it

Trama
Sara è una ragazza timida, intelligente, con la battuta sempre pronta, eppure nasconde la sua fragilità sotto un’armatura. La vita l’ha resa cinica e amara. Un giorno conosce Andrea, un ragazzo attento e gentile che con smisurata pazienza riesce a farsi spazio nella sua vita. Sarà lui a indurla a rimettere tutto quello in cui crede in discussione. Sara così ripenserà al percorso che l’ha resa la donna che è, si chiederà se riuscirà più a lasciarsi amare, se certe paure potranno essere sconfitte o se invece non ci sarà più nulla da fare. Se una come lei merita una seconda occasione. Perché anche un cactus ha un cuore, ha solo bisogno di qualcuno che creda in lui e non abbia paura delle sue spine.  

Breve estratto:
Mi chiamo Sara, ho ventitré anni ma non li dimostro neanche un po', dei capelli anarchici, castani, occhi scuri. Ho mille soprannomi, tutti della mia misura, così non ho paura di non essere all'altezza.
Sono timida in modo patologico, a livelli imbarazzanti, fino al midollo, introversa, scrivere mi riesce meglio che parlare.
Spesso e volentieri le persone che non mi conoscono pensano che sia fredda.
A volte sono troppo razionale, altre troppo sensibile (vorrei trovare una via di mezzo ma fino ad oggi non ci sono riuscita), spiritosa, ironica, sarcastica.
Mi difendo ad oltranza, "a tutto spine".
Mamma mi chiama "fiore di cactus", ma in realtà mi sono sempre sentita più spina che fiore.
Mi piacciono i libri, la musica, i film, le serie tv, l'arte in generale.
Ho un debole per le cose poco conosciute, scopro sempre che parlano almeno un po' di me. O meglio, che sanno spiegarmi qualcosa di me.
Raramente guido con qualcuno in macchina, perché solo tre persone al mondo sanno che per concentrarmi e stare tranquilla devo cantare, e me ne vergogno perché sono stonatissima.
A volte pagherei per essere invisibile.
Spesso ho paura di non farcela.
Mi fa male sapere che non riuscirò mai a perdonare mio padre.
Temo che non riuscirò più a farmi amare.
Non ho idea di come si scriva un diario, penso sarà un casino.



Immago
Isa Farlandi
Panesi Edizioni - www.panesiedizioni.it

Trama
Una donna dalla vita travagliata assiste al brutale e insensato suicidio di un uomo. L'immagine sfuma, il nastro si riavvolge. Un uomo cresce da solo la propria figlia, con l'unico ausilio di una madre, la nonna della bambina, avvenente e bisognosa d'affetto. Perseguitato da misteriose visioni, decide di abbandonare tutto e tutti per il loro bene. Ma le visioni avranno fine solo abbracciandole, guardando in faccia il proprio essere più profondo. Chi è la donna senza volto, e cosa vuole da lui? Un dramma psicologico intessuto di incubi e deliri, in cui le colpe dei genitori ricadono sui figli in una spirale di sofferenza senza fine.

Breve estratto:
Non chiedetevi se questo libro abbia un inizio e una fine. Ve lo svelo subito: non ce l'ha. Ha un quasi inizio e una forse fine, quello sì. Allo stesso modo non domandatevi se sia tratto da una storia vera. Non lo è. Non è frutto della realtà, piuttosto di una reale fantasia di un non reale pazzo scrittore. Non fatevi altre domande. Questa storia è nata per non essere una storia, ma un insegnamento, per quanto uno scrittore non reale possa essere un maestro di vita. Per me lo è stato e lo è tuttora, quando vuole farsi sentire, quando dal nulla decide di mostrarmi qualcosa che non vedo. Ecco. È questo il suo scopo: mostrare.
Spero che leggendo questo romanzo nella vostra testa accada qualcosa di particolare. Non importa se buona o cattiva, l'importante è che accada.



Seven Dreams
Giovanni Magliulo
Panesi Edizioni - www.panesiedizioni.it

Trama
Un gladiatore, un operaio del Nevada, il capo di una tribù africana, un orco cannibale, un’esperta di veleni, un rettile in grado di sputare acido e un enigmatico cavaliere sadico vengono strappati alle rispettive realtà e richiamati dal mago Eris nel regno di Duryan. Al gruppo viene affidata la missione di assassinare Wizen, un incantatore sul punto di aprire un varco tra le dimensioni allo scopo di muovere il proprio esercito alla conquista di tutti i mondi. Lo sforzo per il sortilegio appena lanciato uccide Eris, che prima di morire confida ai sette prescelti di aver legato le loro anime con un incantesimo, allo scopo di obbligarli a collaborare: se anche uno solo di loro dovesse morire, allora morirebbero tutti. Con l’unica speranza di tornare alle rispettive realtà riposta nelle mani dello stesso Wizen, ai prescelti non rimane che tentare di sopravvivere tanto ai pericoli provenienti da un mondo sconosciuto quanto alle loro stesse personalità disturbate.

Breve estratto:
Il cavaliere nero montava l’enorme stallone rosso. Intorno a lui tutto era immobile, eccetto il cavallo e il vento. I finimenti della sua elaborata armatura producevano dei tintinnii continui che insieme al rumore degli zoccoli e ai nitriti sporadici erano gli unici suoni in un mondo altrimenti muto. In lontananza la linea dell’orizzonte scompariva dietro un cumulo enorme nel mezzo della pianura. Dalla sommità sgorgava un fumo denso e nerastro. Diresse lo stallone in quella direzione, con gli zoccoli che affondavano nel suolo spugnoso di sangue. Sulla spalla destra del cavaliere era appollaiato un diavoletto dello stesso colore del manto dello stallone. Aveva due piccole corna che gli spuntavano dalla fronte. 
«Ci vorranno settimane prima che il terreno torni al suo colore naturale», disse con voce stridula. Due ali monche si agitavano alle sue spalle mentre parlava.
Il cavaliere superò il campo di battaglia e arrivò alla base del cumulo di cadaveri. Un fetore da far lacrimare gli occhi stagnava nell’aria della sera. Le mosche ronzavano sazie nella luce rossa del tramonto mentre le larve scavavano cunicoli negli organi in decomposizione. Ogni cosa sembrava predisposta da uno scenografo malato nel tentativo di urlare il proprio insulto alla vita. Il cavaliere si chinò e raccolse da terra un teschio molto piccolo.
«Deve essere di un neonato», disse il diavoletto. «I corvi hanno fatto presto a ripulirlo. Dicono che la carne dei piccoli umani sia tenera e dolce.»
Il cavaliere rigirò il teschio nella mano. Le ossa si colorarono del colore del fuoco sotto i riflessi del sole morente. Lo portò all’altezza della visiera, lo contemplò e lo lasciò cadere. Lo stallone allungò la zampa e lo schiacciò con un colpo secco, sollevando una nuvoletta di polvere.
Il cavaliere accarezzò il cavallo. Gli occhi gialli e senza pupille riflessero la sua immagine. Il destriero emise una zaffata di aria calda dal naso, poi il suo padrone svanì.


Le fate del Malabar
Nicola Tenani
Panesi Edizioni - www.panesiedizioni.it

Trama
Il Malabar, terra di sogni e di spezie, di mare e foreste, si trova nel cuore del Kerala. Era un regno ricco, in cui le spezie giungevano sulle coste e arricchivano i commerci con tutta l’Asia e con l’Europa. Vaniglia, curcuma, zenzero, pepe, noce moscata, sete, legni pregiati; il Malabar è oggi parte integrante del Kerala, le sue città sono gli scrigni della cultura keralita. La bella Kozhikode, la colta Thrissur, l’elegante Kannur e, all’interno, Calpetta, nel distretto del Wayanad, sul confine con il Karnataka, terra di elefanti e uomini-leopardo, popolazioni antiche, tribali, tigri e leopardi. In questa suggestiva cornice si snodano le storie di Tripuri, semplice donna con un grande sogno: incontrare Amma, la Santa amata in tutto il mondo, nel suo ashram nel sud del Kerala; di Aishwarya, una ragazza dal grande cuore che, dopo aver deciso di adottare un elefantino rimasto orfano, scopre di possedere un grande dono, e infine di Aamira, una ragazzina musulmana, persa nella contemplazione del tramonto, riflettendo con amore, poesia e tanta malinconia, con i suoi sogni e i suoi ricordi.  Le fate del Malabar è poesia e sogno, realtà e dolore, amore e passione, natura e spirito, colori e profumi d’incenso, spezie, fiori e cibi. È il secondo viaggio dell’autore – dopo Le fate del Travancore - all’interno del Kerala, chiamato il paese di Dio.

Breve estratto:
Non chiedete ai sogni di nessuno di divenire realtà, lasciate che il processo notturno avvenga con naturalezza; questo vale per voi, così come vale per chiunque porti in sé il seme di un desiderio, il flebile sibilo di un sospiro, nel momento in cui la mente è altrove e il cuore richiede alla vita un evento non destinato ma desiderato. Vale ovunque, non di meno sul meridiano tropicale di Thalasserry, città dalla storia coloniale al sud di Kannur sul dorso del Mare arabico, navigando sulla rotta che porta a Kozhikode.
Aamira di quella legge ne era inconsapevole tessitrice emotiva: seduta sulla piccola scogliera adiacente alla sua borgata di case, adorava, nell'ora del tramonto, rimanere assorta e dipanare le matasse emotive sopite dentro di lei. Nient'altro che piccoli sogni generati dalla fantasiosa mente di una ragazzina quattordicenne e intelligente, chiusa dentro un mondo che ancora non capiva sino in fondo, adolescente sul confine di una società che anche in Kerala stava cambiando, aprendosi al Mondo, in parte succube di un retaggio frainteso islamico in famiglia così come in tutta la sua borgata a ridosso della scogliera. Com'era solita quotidianamente fare, anche quel primo pomeriggio tornava dalla scuola passeggiando con lo zaino sulle spalle, arrivando nella sua zona, sul limitare della periferia nord della città, segnata sul confine dall'ultimo tratto del corso del fiume Kuyyali Puzha, placido serpentone d'acqua che non lontano dalla sua abitazione si riversava nel Mare Arabico con il dolce estuario della sua foce.





Blogtour Tredici - Come difendersi dal Bullismo e dal Cyberbullismo


Oggi su Le Recensioni della Libraia affrontiamo un argomento serio: come difendersi da bullismo e cyberbullismo, l'occasione ce la offre Tredici. Ma prima di tutto scopriamo qualcosa di più sul libro.

Tredici
di Jay Asher
Mondadori

Trama
"Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori... Ve lo prometto."
Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene a Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è scolvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall'altro il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze.
Con più di due milioni e mezzo di copie vendute soltanto negli Stati Uniti, Tredici, romanzo d'esordio di Jay Asher, è da dieci anni uno dei libri più letti dai ragazzi americani.

COME DIFENDERSI DAL BULLISMO E DAL CYBERBULLISMO

Sono una piaga, fenomeni terribili che ormai riempiono le pagine dei quotidiani con notizie terribili: si tratta dell bullismo e di quello 2.0 il cyberbullismo.
In questo post non vogliamo generalizzare un problema pesantissimo della società, ma dare qualche piccolo consiglio per combatterlo.
Il sito del Telefono Azzurro dice che per contrastare il bullismo è importante puntare su prevenzione (creando un clima sociale e culturale che non stimoli la prevaricazione), riconoscere (con ascolto e osservazione) e intervenire (sia scuola che famiglia). Per contrastare il cyberbullismo, invece, è importante la prevenzione con un maggiore interesse e controllo da parte delle famiglie.

Ecco cinque consigli utili

1) Avvisare immediatamente genitori e insegnanti.
foto tratta da Tgcom
Non aspettate nemmeno un attimo, rivolgetevi subito a qualcuno di competente che possa indirizzarvi a scegliere la strategia di difesa migliore.  
Se necessario rivolgetevi anche alle autorità (la polizia postale in caso di cyberbullismo)

2) Non vergognatevi e chiedete aiuto.  In caso di web, cellulari o tablet bloccate immediatamente la persona che vi infastidisce e non rispondete.

3) Tenete traccia di messaggi e conversazioni che vi hanno infastidito.

4) Non visitate siti o gruppi dove sono avvenuti i fatti,  cambiate indirizzo mail e numero di cellulare. Non divulgateli.

5) Se non siete voi le vittime, ma avete assistito, informate le autorità o insegnanti e genitori. 


Qualche info utile anche per i genitori:

1) Controllate i vostri figli. Monitorate i siti su cui accedono, le password e limitatene l'uso.

2) Parlate: spiegate come avere contatti online sicuri, spiegare quali sono i contenuti accettabili e i comportamenti corretti.

Per sostegno e aiuto esistono diverse realtà, una di queste è il Telefono Azzurro QUI trovate il sito









Non dimenticate di seguire questo blogtour. Domani appuntamento su Lily's Bookmark con le 13 ragioni per leggere il libro







lunedì 27 marzo 2017

Viaggi da poltrona #70

Buon lunedì, avete preparato le valigie? Qui si viaggia con la fantasia insieme a me e a Deb di Leggendo Romance

DEB - LEGGENDO ROMANCE

1. Ero a Lunaria, Sicilia con Luna e Aria in “Luna per Aria” di Virginia Scarfili - LibroMania
2. Sono a Peasebrook con Emilia in “Quando l’amore nasce in libreria” di Veronica Henry – Garzanti
3. Andrò nella Cupola con Claire in “Dominant” di Irene Grazzini – Fanucci Editore

VIRGI - LE RECENSIONI DELLA LIBRAIA

1) Ero in Inghilterra nel magico mondo di Karry On di Rainbow Rowell con Simon, Baz e Penelope - Piemme
2) Sono in Indiana con Finch e Violet di Raccontami un giorno perfetto di Jennifer Niven - De Agostini
3) Andrò a Haugesund nei fiordi norvegesi con il giornalista Viljar e la giovane poliziotta Lotte Skeisvoll di Requiem di Geir Tangem - Giunti

Blogtour - Carry On a confronto con Harry Potter


Oggi parliamo di Carry On di Rainbow Rowell con la tappa che mette a confronto questo romanzo con Harry Potter, ma prima scopriamo il libro

Carry on
Rainbow Rowell
Piemme

Trama
Simon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l'ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?


CARRY ON E HARRY POTTER A CONFRONTO 

Carry On ed Harry Potter sono molto simili, ma mettendoli a confronto si scopre che ci sono alcune differenze. Scopriamone sette insieme.

1) Il numero dei volumi: Carry On sarebbe l'ottavo libro, infatti la storia inizia sette anno dopo l'arrivo del protagonista, Simon, nella scuola di magia. 

2) Harry Potter e Simon sono orfani, ma nel caso del protagonista  di Carry On non si conoscono i genitori e lui passa le estati in case famiglia

3) La tecnologia e i maghi in Carry on vanno d'accordo, ma non solo. Infatti nel libro della Rowell sono molto più integrati nella vita dei Normali

Immagine tratta dal web
4) Le formule magiche sono canzoni o modi di dire dei Normali (avete presente Candle in the wind? Ecco se pensate di poter essere parte del mondo magico, vi consiglio di evitare di pronunciarla...)

5) Non ci sono solo eterosessuali tra i personaggi di Carry On

6) Penelope, la migliore amica di Simon, potrebbe essere considerata un mix fra Hermione e Ron. Però di fatto è un personaggio a se. Anche piuttosto eccentrico

7) Il legame fra Simon e il preside della scuola (l'Arcimago) è molto forte, ma il nemico non è un mago. Inoltre potrete leggere anche il pov di altri personaggi

Queste sono solo alcune delle differenze, per scoprirne altre vi consiglio di leggere Carry On... Non ne rimarrete sicuramente delusi!


Ricordatevi che una copia di Carry On cerca casa, per poter provare ad adottarla compilate il form qui sotto

a Rafflecopter giveaway




Blogtour - Fidanzata di venerdì: recap e recensione


Con grande emozione apriamo il blogtour di Fidanzata di venerdì di Catherine Bybee edito da Leggereditore e terzo volume della Weekday Brides Series. Prima di entrare nel vivo della tappa, scopriamo assieme qualcosa di più di questo terzo volume.

Fidanzata di venerdì - Weekday Brides Series
di Catherine Bybee
Leggereditore

Trama
Lady Gwen Harrison, bellissima figlia di un duca inglese, è giunta dall’America per subentrare nell’agenzia d’incontri di sua cognata. Solo perché lei è il capo non significa che non possa fantasticare su quanto potrebbe essere perfetto un appuntamento con la sua guardia del corpo Neil MacBain, l’enigmatico uomo che da un po’ di tempo rende piuttosto agitati i suoi sogni. Ma gli affari sono affari, meglio tenersi lontana dai coinvolgimenti... L’ex marine Neil MacBain, da parte sua, non può negare che quell’affascinante donna dal sangue blu abbia finito di ingarbugliare i fili della sua anima già piuttosto tormentata... oltre che dei suoi sensi induriti dalla vita militare. Ma Gwen è la donna per cui lavora, mantenere le distanze è un suo dovere. Eppure, il destino sembra aver deciso per entrambi, così quando il passato di Neil, con le sue ombre, torna prepotente a complicargli la vita, Gwen si ritrova inevitabilmente coinvolta nei tormenti dell’uomo. Spetta a Neil adesso decidere cosa salvare: la sua carriera, la sua vita... o la donna che l’ha conquistato. Romanticismo e complicità conditi con la giusta dose di sensualità e adrenalina... In poche parole la storia perfetta.

Recap dei primi due volumi 

La moglie del mercoledì
Si tratta del primo volume della serie scritta da Catherine Bybee. L'autrice ci fa scoprire l'Alliance,
un'agenzia di appuntamenti per persone ricche e facoltose in grado di rispondere alle esigenze sentimentali più disparate. Come quella di trovare una moglie credibile (a tempo determinato) per un ricco duca inglese. La scrittura frizzante, la storia romantica e piccante fanno di questo primo volume della serie un romanzo da divorare anche in una sera.
Blake è ricco, nobile e sa esattamente cosa vuole e come lo vuole. Sam è una donna tenace e capace di costruire con le sue mani un'impresa di successo.

La mia recensione de La moglie del mercoledì
Trama
Blake Harrison è nobile, ricco, affascinante. E cerca moglie. Deve assolutamente trovarla entro una settimana, prima del suo trentacinquesimo compleanno, perché solo così potrà ereditare l’immenso patrimonio di suo padre. Quando decide di rivolgersi a un’agenzia matrimoniale, non immagina che di tutte le donne che le vengono proposte, quella che lo colpirà sarà proprio la titolare dell’agenzia, Samantha Elliot. Sam è una donna piuttosto sola, con un passato difficile alle spalle: della sua famiglia, un tempo tra le più in vista d’America, le rimane solo la sorella minore Jordan, gravemente malata. Così, quando Black le propone un contratto milionario che la impegna a essere sua moglie per un anno, decide di accettare, perché solo con quel denaro potrebbe far fronte alle spese per le cure di Jordan. Eppure, quello che nasce come un patto cinico e interessato dà vita in poco tempo a un’inaspettata complicità e si trasforma in qualcosa che va oltre la semplice attrazione fisica. Ma il tempo a loro disposizione sta per scadere, a meno che il destino non decida ancora una volta di stravolgere il corso delle loro esistenze...


Sposata di lunedì
Secondo volume della serie, dove incontriamo personaggi che abbiamo già conosciuto nel primo
volume. Questa volta si tratta di un politico in carriera e in corsa per la poltrona di governatore e una donna dal passato misterioso e che rifugge le luci della ribalta. Sulla carta un rapporto impossibile, ma sarà veramente così? 
Anche in questo volume alla storia sentimentale si accompagna una trama più gialla che ci farà scoprore e approfondire alcuni aspetti della giustizia americana. Carter è incredibilmente affascinante ed Eliza è il suo sogno proibito. Sposata di lunedì è una storia scoppiettante, sensuale e ricca di colpi di scena.

La mia recensione a Sposata di lunedì
Trama
Occhi blu, capelli color della sabbia e look da divo hollywoodiano, Carter Billings potrebbe avere tutte le avventure che desidera, ma la vita da playboy non si addice a chi ha deciso di candidarsi a governatore della California. Se vuole avere successo in politica, Carter deve rivoluzionare la sua immagine e trasformarsi in un rassicurante uomo tutto lavoro e famiglia. Per fare questo, però, ha bisogno di una... moglie. Eliza Havens sarebbe perfetta: è da sempre il suo sogno proibito e ha tutte le carte in regola per diventare un’ottima first lady. Ma forse lei non è così d’accordo... Eliza è la titolare di un’agenzia matrimoniale, e se far sposare le persone è il suo lavoro, finire all’altare con Carter Billings è l’ultimo dei suoi desideri. Se non fosse che quel matrimonio risolverebbe un bel po’ dei suoi problemi, perché Eliza, a dispetto delle apparenze, non è sempre stata solo una brillante professionista. Ma cosa accadrebbe se i fantasmi del passato di Eliza mettessero in pericolo la vita di quell’uomo che, anche se non ha scelto, potrebbe imparare ad amare?


«Prima di te ero perso. Con te, mi sento in pace»


Tensione alle stelle, un mistero pericoloso che ha le radici nel passato e una fuga. Fidanzata di venerdì di Catheryne Bybee edito da Leggereditore è il terzo volume della Weekday Brides Series ed è forse quello che a livello di tensione mi ha tenuta più sulle spine. Questa volta abbiamo a che fare con cattivi inaspettati, senza scrupoli e con potere enorme. Le scelte tattiche in questo romanzo sono quelle che possono portare alla salvezza e basta il minimo errore per finire molto molto male.

Catherine Bybee ci mette anche d'avanti al concetto di amicizia, valutato sotto i più disparati punti di vista, ma in particolare concentrandosi sulla fiducia. Ci possiamo fidare delle persone che conosciamo meglio? Se lo chiedono i personaggi che popolano questo libro, se lo chiedono diverse volte e le risposte saranno diverse a seconda delle occasioni.

Gwen e Neil sono due personaggi forti e determinati. La duchessa nasconde, dietro un aspetto meraviglioso, una tenacia e un animo battaglieri. Neil invece ci mostra anche le sue fragilità, che non sono poche. Insieme regalano passaggi emotivamente emozionati e colpi di scena al cardiopalma.

Il tutto è condito con uno stile di scrittura che mescola sapientemente sentimenti e azione e che non ha mai momenti morti.
Buona lettura

E non dimenticate che una copia cerca casa... 

a Rafflecopter giveaway


giovedì 23 marzo 2017

Segnalazione: Jukebox: racconti a tempo di musica



Oggi vi segnalo un'antologia di racconti legati tutti alla musica e frutto del lavoro dell'associazione Nati per Scrivere

 JUKEBOX – Racconti a tempo di musica
 Autori vari
Associazione Culturale Nati per Scrivere

Trama
 “Jukebox” è una raccolta di racconti, diversi per generi e ambientazioni, accomunati dall’essere legati alla musica, tanti piccoli mondi che ogni autore ha creato con il tocco che gli è proprio. In queste pagine, i protagonisti dei racconti mettono a nudo le loro emozioni, travolti dal potere di melodie pacificatrici, suoni diabolici e rapsodie incantate, perché le parole sono potere, scritte o cantate che siano. Possono portarci indietro, ai tempi delle ballate dei cavalieri, ai giorni spensierati dell’adolescenza, al momento della nostra nascita. Possono viaggiare tra i mondi e evocare spiriti inquieti, corrompere la nostra anima, rinfrancarci dalle fatiche quotidiane. Possono dare un senso all’esistenza, completandoci come uomini e ricordarci di non essere soli. Mai.
Jukebox” comprende:
Il crociato, di Emanuele Marcheselli
Frederick, di Luciana Volante
Lo spartito del diavolo, di Daniela Tresconi
Si bemolle, di Maria Pia Michelini
Sunday, gloomy Sunday, di Alessio Del Debbio
I love you, baby…, di Leandra Cazzola
Lucia e le sue note, di Serenella Menichetti
New York City boy, di Francesco Balestri
La voce, di Chiara Rantini
Gli infami, di Mirko Tondi

L’associazione culturale “Nati per scrivere” nasce nel 2016, da un gruppo di appassionati lettori, decisi a promuovere la cultura del libro e a valorizzare gli scrittori emergenti, soprattutto locali. Organizza eventi e incontri letterari, reading e laboratori di scrittura.
Contatti:
Associazione culturale Nati per scrivere”
Piazza Dia 10, 55041 Camaiore (LU)
Email: natiperscrivereCHIOCCIOLAhotmailPUNTOcom 
Sito associazione: www.natiperscrivere.webnode.it
Pagina Facebook: Nati per scrivere

Dove trovarla
La raccolta è disponibile in digitale su tutti gli store di ebook (Amazon, Ibs, Kobo Store, Libreria Universitaria ecc). Link Amazon 
Disponibile in cartaceo sullo store Nati per scrivere su Amazon, contattando l’associazione via email, telefono o facebook  e in alcune librerie locali, come il caffè Lettera 22, Via Mazzini 84, Viareggio (LU). Lista in aggiornamento continuo.