mercoledì 30 dicembre 2015

Segnalazioni per sognare

Natale è passato, ma le feste no. Quindi vi lascio con una carrellata di uscite Harper Collins molto interessanti e che sono adatte al periodo. Perché sognare non costa nulla...

Accade a Natale
di Sarah Morgan

Trama
Questo Natale, Tyler O'Neil, ex campione di sci, affascinante rubacuori e papà single ha una sola missione: regalare a sua figlia Jess il miglior Natale della sua vita. Il fatto che la sua migliore amica, Brenna, bella e sexy da morire, sarà temporaneamente ospite del suo chalet allo Snow Crystal Resort, al completo per le feste, è una deliziosa distrazione che lui deve assolutamente ignorare. L'amicizia che lo lega a Brenna, infatti, è forse l'unica relazione che non ha ancora rovinato. E non ha alcuna intenzione di farlo adesso. Brenna è da sempre innamorata di Tyler e stargli così vicino si rivela una vera tortura: come può concentrarsi nell'essergli solo amica quando lui dorme nella stanza di fianco? E' possibile che in questo magico Natale i suoi sogni possono finalmente diventare realtà?

***

Nei tuoi sogni
Kristan Higgins

Trama
Tutti amano Jack Holland, ma Emmaline Neal ha bisogno di lui. Manningsport, stato di New York. Quando Emmaline Neal viene invitata al matrimonio del suo ex fidanzato a Malibu, decide che non può assolutamente andarci da sola. Come fare? La soluzione sembra essere quella di farsi accompagnare da Jack Holland - alto, biondo e bellissimo - che non si tira mai indietro quando c'è da aiutare una fanciulla disperata. Jack sa bene come vanno queste cose, dunque non si farà certo idee strane. Da parte sua, lui ha bisogno di una scusa per lasciare la città: da quando ha salvato quattro persone è diventato una sorta di eroe e tutta questa attenzione sta cominciando a infastidirlo; inoltre deve decisamente sfuggire alle grinfie della sua ex moglie che vorrebbe una riappacificazione. Emmaline gli è sempre piaciuta. Ha bisogno di un cavaliere per il weekend? Nessun problema. Non hanno fatto i conti, però, con il vino rosso a disposizione e con una fantastica torta al cioccolato, unici responsabili, secondo Emmaline, del fatto che sono finiti a letto insieme. Si è trattato di una sola notte, che non si ripeterà. Oppure no? Jack vuole di più e se Emmaline decidesse di abbassare la guardia potrebbe ritrovarsi con il cuore spezzato o scoprire che lui è davvero l'uomo dei suoi sogni.

***

Natale da Carrington
di Alexandra Brown

Trama
Georgie Hart adora il Natale nei grandi magazzini Carrington. Responsabile del reparto borse di lusso, adora aiutare i clienti a trovare il regalo perfetto per la persona giusta. E quest'anno non fa eccezione, visto che in più ci sarà il muscoloso e affascinante Tom, il signor Carrington in persona, con cui passare questo giorno speciale. Ma i progetti di Georgie vengono completamente rivoluzionati quando Tom annuncia che nei grandi magazzini Carrington si svolgerà un reality televisivo, presentato dalla stravagante e potentissima Kelly Cooper. Alla prima puntata Georgie non viene mostrata sotto una luce troppo lusinghiera. E le cose vanno di male in peggio quando la viscida figlia di Kelly vuole mettere le grinfie proprio sul suo Tom. Georgie inizia a pensare che queste saranno le peggiori feste della sua vita, ma forse Babbo Natale ha in serbo una piccola sorpresa per lei. Non deve fare altro che aspettare Natale per scoprirlo...

***

La piccola bottega dei sogni
Fiona Harper

Trama
Organizzatrice nata e romantica d.o.c., Nicole ha realizzato il lavoro dei suoi sogni quando ha fondato l'agenzia di proposte matrimoniali Sogni & Fantasie. Il suo lavoro la entusiasma profondamente, fino a quando non accetta di organizzare la proposta di nozze per il fotografo Alex Black da parte della sua fidanzata. Alex, infatti, altri non è che l'uomo che lei ha baciato ad una festa il Capodanno precedente e che non è mai riuscita a dimenticare. Organizzare la dichiarazione da parte di un'altra non è esattamente l'occasione in cui aveva sperato di rivederlo. Ma se permettesse a se stessa di perdere la testa per il fascino di Alex, comprometterebbe la propria reputazione professionale prima ancora di poter dire di averne una. Che cosa può fare, vivere per sempre efficiente e infelice o disoccupata e contenta?

martedì 29 dicembre 2015

Ad un bivio tra me e te

"Ad un bivio tra me e te ho scelto noi e l'ho fatto perché in fondo ho sempre saputo che tornare alla vita di prima non mi avrebbe mai restituito la felicità che provo solo quando sto insieme a lui"

Ad un bivio tra me e te
Cinzia La Commare

Trama
E se ti bastasse solo capovolgere il libro per entrare nella storia vista con occhi diversi? Carlotta e Antoine: due mondi e due personalità differenti. Sta a te scegliere da quale punto di vista iniziare a leggere! Carlotta Borghesi, appassionata di cucina, è in cerca di riscatto. Nell'ultimo anno ha perso ogni certezza che possedeva: il lavoro che amava, l'uomo con cui condivideva la vita da otto anni, ma non la fiducia in se stessa. Con una valigia piena di sogni approda in Francia, ma non sa che la sua vita sta per cambiare. Non sa che lei, sta per cambiare! O forse, sta solo lasciandosi andare per la prima volta! Per Antoine il peso di quello che la sua famiglia rappresenta per è sempre più faticoso da sopportare. Lui, dalla vita ha avuto tutto: soldi, popolarità, donne! Nulla che lui voglia realmente. Costretto da sempre ad indossare una maschera che ha finito per confondere con la sua vera identità, si è buttato in una vita fatta di sesso e alcol. Non c'è spazio per l'amore, neanche per se stesso. Qualcosa però sta per riportare alla luce il suo vero animo, quello che nessuno ha mai conosciuto. Quello che ha nascosto sotto alla maschera. Quello che gli fa paura da sempre.

***
Un libro originale, ben scritto e che regala punti di vista di differenti, è quello pubblicato da Cinzia La Commare dal titolo "Ad un bivio tra me e te"
Ho iniziato a leggerlo dal pov di Carlotta e mi sono lasciata trascinare in una storia delicatissima nella città più romantica del mondo. Nella storia di Carlotta e nel suo incontro molto romantico con l'altro protagonista e l'altra voce del libro (Antoine) sapevo che c'era qualcosa che non andava, ma tutto era così perfetto che quando la verità è venuta a galla mi sono sentita impotente e arrabbiata insieme alla protagonista. 
Ma l'autrice ci ha regalato la storia anche dal punto di vista di Antoine e in quelle pagine ho trovato il racconto di un uomo imprigionato in una famiglia che è come una gabbia dorata, la storia di troppe donne e di serate alla ricerca dell'oblio. Fino alla redenzione. 
Non aspettatevi soliti due punti di vista perché "Ad un bivio tra me e te" non è questo. Sono due storie, due emotività diverse, due individui con un bagaglio pesante che si incontrano all'ombra della Tour Eiffel e che devono capire molto di loro stessi.
I personaggi sono interessanti e la psicologia è affrontata bene. Da una parte abbiamo Carlotta che ha bisogno di fuggire da un ex che le ha sgretolato la vita. Dall'altra abbiamo Antoine che vuole scappare da aspettative che non lo rappresentano. Due persone che  è si allontanano da qualcosa  e un sentimento che non ne vuole sapere di non esplodere.
Buona la scrittura e anche il controllo del testo.
Consigliato perché a tutti è concesso di sognare quando di mezzo c'è la Tour Eiffel.
Buona lettura

giovedì 24 dicembre 2015

Riverside

"Era una scuola sospesa. Gli orologi erano fermi sullo stesso istante in ogni stanza come se il tempo si fosse improvvisamente arrestato alle nove e diciannove di chissà quale giorno di chissà quale anno. Come se tutto si fosse fermato in quel momento".

Riverside
di Bianca Rita Cataldi

Trama
Riverside, Regno Unito. Le quattro e mezzo di un pomeriggio qualunque. Una scuola abbandonata e cadente alla fine di Silverbell Street. Come la venticinquenne Amabel scoprirà presto, non si tratta di un edificio qualunque: al suo interno, i banchi sono ancora al loro posto e si respira, nell’aria, polvere di gesso. Tutti gli orologi, da quello al di sopra del portone d’ingresso sino al pendolo del salone, sono fermi alle nove e diciannove di chissà quale giorno di chissà quale anno. Cosa è accaduto nella vecchia scuola? Quale evento è stato così sconvolgente da fermare il tempo all’interno di quelle mura? E soprattutto, chi è quel ragazzo in divisa scolastica che si presenta agli occhi di Amabel affermando di frequentare la scuola, benché quest’ultima non sia più in funzione da anni? Tra passato e presente, Bianca Rita Cataldi ci guida in un mondo in cui gli eventi possono modificare lo scorrere del tempo, dimostrandoci che ognuno di noi ha un proprio universo parallelo col quale, un giorno o l’altro, dovrà scendere a patti.

***

Una scuola apparentemente abbandonata, un incontro improvviso in quelle aule polverose e "sospese", una strada mai vista in una città che si conosce a menadito e un incubo ricorrente. Inizia così "Riverside" di Bianca Rita Cataldi e ti trascina subito in una dimensione di inquietudine che non ti abbandona fino a un risveglio agghiacciante, che l'autrice potrebbe aver preso direttamente da uno dei miei sogni più spaventosi. Ma poi tutto cambia. Infatti la situazione da spaventosa volge a una calma apparente e porta il lettore a vivere insieme alla protagonista situazioni bizzarre. Quel leggero senso di angoscia non abbandona mai, anzi alla fine torna prepotentemente invadente e fa chiedere a gran voce il seguito. Non sono riuscita a posare il libro: l'ho iniziato e l'ho finito. Volete sapere perché?

Intanto perché la storia non ti permette di prendere fiato, devi arrivare alla fine! E questo non solo è merito di un'ottima idea di base, ma anche di una prosa ricca, studiata, che concede spazio ai dettagli e lo fa con poesia e musicalità. Bianca ci accompagna in un incubo, usando come "colonna sonora" una melodia deliziosa di sottofondo e trasforma quello che in apparenza potrebbe essere l'inizio di un horror in una storia che ci vuole portare da qualche parte e popolata di personaggi affascinati. Purtroppo non ci concede nulla di più, lascia col fiato sospeso e nuovamente in preda all'inquietudine, regalando, però, qualche tassello che fa attendere con ancora più ansia il seguito. In particolare mi ha colpita la scansione temporale piuttosto interessante, che ho trovato un dettaglio che ha più il sapore dell'indizio.

È il primo libro che leggo di questa autrice e ne sono rimasta affascinata, sul Kindle mi attendono anche altri due suoi romanzi: "Isolde non c'è più" e "Waiting room: l'attesa di un amore" a cui spero di dedicarmi al più presto!

Ottimo romanzo consigliato a tutti.

Buona lettura!

mercoledì 23 dicembre 2015

Segnalazione: prima traduzione italiana di "The white people" di Frances Hodgson Burnett

Ultima uscita dell'anno per Panesi Edizioni. Si tratta di un ebook molto particolare perché è  la prima traduzione italiana di "The white people" di Frances Hodgson Burnett, "Le anime bianche", con la traduzione della giovanissima Annarita Tranfici.
Se volete saperne di più ecco il link alla presentazione che Annarita ha fatto per il blog della casa editrice: cliccate QUI

"The white people" "Le anime bianche"
 di Frances Hodgson Burnett
Traduzione di Annarita Tranfici
Panesi edizioni

formati: epub e mobi
Lunghezza: stimata 70 pagine
Prezzo: € 2,99 (in offerta a €0,99 fino al 9/01)


Trama
Ysobel è una ragazzina timida e minuta che non ha mai conosciuto i genitori e vive, assieme ai tutori Jean Braidfute e Angus Macayre, in un castello dall’aspetto austero immerso nella desolata brughiera scozzese. Fin dall’infanzia, la bambina mostra di essere dotata di un particolare “dono” che la rende diversa da tutti gli altri bambini; ella ha il “potere di vedere oltre le cose” e di entrare in contatto con le anime dei defunti, ormai libere dalle sofferenze e dalle paure dell’esistenza. Le anime bianche (The White People nella versione originale) è un romanzo breve in cui la celebre autrice dei ben più conosciuti Il piccolo Lord (1886) e Il giardino segreto (1911) presenta, attraverso gli occhi della propria protagonista, le sue personali considerazioni circa ciò che attende l’uomo dopo la morte. Si tratta di un racconto carico di motivi gotici, di verità e saggezza, in cui emergono non soltanto il talento narrativo dell’autrice ma anche alcuni dettagli che rimandano al personale rapporto con il suo primogenito e con la religione.

Breve estratto:
Nessuno eccetto me sarebbe in grado di descrivere quanto fossi felice. Sembrava così naturale che fosse lui l’uomo che aveva colto la profondità del dolore di una povera donna sconosciuta. Quanto avevo amato quel suo modo pacato di mettersi a nudo! Ad un tratto mi resi conto che non avrei dovuto avere paura di lui. Avrebbe capito che non potevo fare a meno di essere timida, che era solo la mia natura, e che se mi esprimevo in modo maldestro, le mie intenzioni erano sicuramente migliori delle mie parole. Forse avrei dovuto provare a dirgli quanto i suoi libri fossero stati importanti per me. Lanciai un’occhiata attraverso i fiori ancora una volta e vidi che mi stava guardando. Riuscii a malapena a crederlo per un secondo, ma lo stava facendo. I suoi occhi – i suoi splendidi occhi – incontrarono i miei. Non riesco a spiegare perché fossero tanto meravigliosi. Penso fosse per la loro chiarezza, e perché scorgevo in loro una sorta di grande interesse e comprensione. A volte le persone mi guardano spinte dalla curiosità, non perché siano veramente interessate.



Libri & cucina: L'incastro (Im)perfetto e biscotti

Ci sono libri che vanno letti, ma che necessitano di un aiutino. Mi spiego meglio. Cosa c'è di meglio di di ingerire del dolce quando qualcosa ci rattrista o ci fa riflettere? Ecco perché ho deciso di abbinare a "L'incastro (Im)perfetto", della fantasmagorica Hoover, la ricetta per fare i biscotti che mi ha regalato Francesca e che ho già quasi finito. 

"Non voglio essere un ordine del giorno. Voglio essere un progetto. Una mappa. Voglio essere una mappa verso il suo futuro".
L'incastro (Im)perfetto
Collen Hovver
Leggereditore
Link Amazon

Trama
Quando Tate Collins trova il pilota Miles Archer svenuto davanti alla sua porta di casa, non è decisamente amore a prima vista. Non si considerano neanche amici. Ciò che loro hanno, però, è un’innegabile reciproca attrazione.
Lui non cerca l’amore e lei non ha tempo per una relazione, ma la chimica tra loro non può essere ignorata. Una volta messi in chiaro i propri desideri, i due si rendono conto di aver trovato un accordo, almeno finchè Tate rispetterà due semplici regole: mai fare domande sul passato e non aspettarsi un futuro.
Tate cerca di convincersi che va tutto bene, ma presto si rende conto che è più difficile di quanto pensasse. Sarà in grado di dire di no a quel sexy pilota che abita proprio accanto a lei?

***
Colleen Hoover ha colpito ancora. La lettura di "L'incastro (Im)perfetto" mi ha letteralmente tramortita. C'è talmente tanta bellezza, ma anche tanto dolore, c'è talmente tanta "vita" che, come ogni volta che prendo in mano un suo libro, la lettura mi ha lasciata sconvolta. Non penso che ci siano molte autrici capaci di fare la stessa cosa. Leggere la Hoover è un terremoto emotivo. Quindi prendete i fazzoletti, sedetevi e gustatevi un altro dei suoi romanzi. 
Da tempo "L'incastro (Im)perfetto" mi aspettava con pazienza sul mio e-reader. Mi aspettava perché in realtà ero io che attendevo che arrivasse il momento giusto. Perché non sempre si è pronti ad essere spezzati. Questa volta però ho barato, lo ammetto, ho saltato un paio di pagine, quelle centrali, quelle chi mi avrebbero fatta stare troppo male. Lo so, non si fa, ma se lo avete letto o lo leggerete capirete anche perché per me erano off limits.
Abbiamo una protagonista tosta, evviva le donne come lei, perché Tate mi è piacita per la sua forza e la sua capacità di andare oltre, anche se poi quando subentrano i sentimenti cambia tutto. Ma abbiamo anche la parte lesa dei due Miles, che questa volta è un lui e che trascina dentro di se un bagaglio emotivo così pesante da sotterrare chiunque. Ma anche il dolore più grande può essere superato, non dimenticato, non lasciato da parte, ma si può scegliere di tornare a vivere.
"L'incastro (Im)perfetto" è la storia di come un evento terribile possa distruggere una vita e di come la vita possa regalare una nuova opportunità.
La scrittura è quella della Hoover e questo dovrebbe bastare.
Leggetelo, perché si

***
Biscotti pan di zenzero e al cioccolato


Concludiamo in bellezza proprio a ridosso del Natale la nostra rassegna di proposte golose per le festività: questa volta doppia ricetta per due tipi di biscotti ottimi anche da regalare, di pan di zenzero e intramontabili al cioccolato.

Biscotti di pan di zenzero
Ingredienti:
un uovo
80 grammi di burro a pezzi
80 grammi di zucchero
50 grammi di miele
250 grammi di farina 00 + quanto basta
un cucchiaino di cannella
2 cucchiaini di zenzero in polvere
2 pizzichi di chiodi di garofano in polvere
un cucchiaino di bicarbonato di sodio per uso alimentare
Con il Bimby:
Mettere nel boccale l'uovo, il burro, lo zucchero, miele, la farina, la cannella, lo zenzero, i chiodi di garofano e il bicarbonato e impastare 30 secondi a velocità 5. Trasferire l'impasto su un piano da lavoro infarinato, compattare con le mani fino a formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per un'ora. Preriscaldare il forno a 180° e rivestire la placca del forno con carta forno. Togliere l'impasto dalla pellicola e, sul piano di lavoro leggermente infarinato, e stenderlo con un matterello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 4 millimetri. Con delle formine ritagliare dei biscotti e sistemarli sulla placca preparata per il forno. Cuocere per 10-15 minuti a 180° stando attenti a non farli scurire troppo.
Senza il Bimby:
Nel mixer o sulla spianatoia impastare l'uovo, il burro, lo zucchero, miele, la farina, la cannella, lo zenzero, i chiodi di garofano e il bicarbonato. Trasferire l'impasto su un piano da lavoro infarinato, compattare con le mani fino a formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola trasparente. Riporre in frigorifero per un'ora. Preriscaldare il forno a 180° e rivestire la placca del forno con carta forno. Togliere l'impasto dalla pellicola e, sul piano di lavoro leggermente infarinato, e stenderlo con un matterello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 4 millimetri. Con delle formine ritagliare dei biscotti e sistemarli sulla placca preparata per il forno. Cuocere per 10-15 minuti a 180° stando attenti a non farli scurire troppo.

Biscotti al cioccolato
Ingredienti:
100 grammi di burro a pezzi
100 grammi di cioccolato fondente a pezzi
120 grammi di zucchero
250 grammi di farina 00
20 grammi di fecola di patate
2 uova
mezzo cucchiaino di cannella in polvere
una bustina di lievito in polvere per dolci

Con il Bimby:
Mettere nel boccale il burro, cioccolato e lo zucchero e sciogliere 3 minuti a 80 gradi a velocità 1. Aggiungere la farina, la fecola, le uova, la cannella e il lievito e impastare 30 secondi a velocità 5. L'impasto risulterà morbido. Trasferire il composto in una ciotola. Preriscaldare il forno a 180°. Rivestire la placca del forno con carta forno. Con il composto formare delle palline della grandezza desiderata e disporle sulla placca distanziandole tra loro. Cuocere i biscotti in forno caldo per 10-12 minuti a 180°. Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido distribuirlo sulla teglia a cucchiaiate.

Senza il Bimby:
Mettere in un pentolino il burro, cioccolato e lo zucchero e sciogliere a fuoco basso. In una ciotola o nel mixer impastare la farina, la fecola, le uova, la cannella il lievito e il cioccolato fuso (facendo attenzione a non scottarsi). L'impasto risulterà morbido. Trasferire il composto in una ciotola. Preriscaldare il forno a 180°. Rivestire la placca del forno con carta forno. Con il composto formare delle palline della grandezza desiderata e disporle sulla placca distanziandole tra loro. Cuocere i biscotti in forno caldo per 10-12 minuti a 180°. Se l'impasto dovesse risultare troppo morbido distribuirlo sulla teglia a cucchiaiate.
Buon appetito e Buone Feste da Francesca!

martedì 22 dicembre 2015

Segnalazioni: Io ti libererò e Un amore coi fiocchi

Doppia segnalazione per Jessica Maccario, oggi infatti vi presento un romanzo uscito da poco e un racconto gratuito di Natale.

Io ti libererò
di Jessica Maccario
Genere: romantic suspense
Ebook: 0,99 cs e gratuito con il kindle unlimited
Cover di Giovanna Profilio
Uscita: il 30 novembre 2015

Trama
Sally lavora al “The Secret Pub”, un locale con una clientela abituale, nascosto ai più. Fa parte di un gruppo musicale un po’ speciale, con un obiettivo ben preciso: divertire i clienti e rendere più piacevole la loro serata. Sally si esibisce con una maschera dipinta sul viso, un modo per nascondere la propria identità e sentirsi libera almeno per un giorno a settimana. Finché una sera, una pallottola passa a pochi centimetri da lei e una figura si dilegua nell’oscurità della notte. C’è qualcun altro che la osserva in mezzo alla folla, un uomo attraente di nome Sean, che dice di conoscere suo padre e la costringe a rivelargli la verità sul suo lavoro. Perché continua a seguirla? Che ruolo ha e perché sembra conoscere anche il suo assassino?
Mentre degli uomini le danno la caccia tra le vie di Londra, il pericolo si fa sempre più grande. Chi c’è a capo dell’inseguimento? Sally non sa più di chi fidarsi. È giusto affidarsi a uno sconosciuto da cui si sente attratta, al punto da svelargli il suo passato che per anni ha cercato di dimenticare?

Estratto:
Trascinò la valigia fino all’uscio, poi si voltò ancora una volta a guardare la sua stanzetta da adolescente rimasta bambina: il copriletto rosa, le foto dei suoi amati attori appese alle pareti, i suoi disegni di bambina. A sedici anni l’aveva lasciata senza rimpianti, allora perché adesso le faceva così male andarsene? Questa è la mia casa e lo sarà per sempre. Era tremendamente difficile dirle addio. Forse quello non era un addio definitivo, forse suo padre l’avrebbe perdonata e lei sarebbe potuta tornare. Eppure l’aveva già deluso in passato e sapeva di non meritarsi il suo perdono per la seconda volta.
«Sei pronta?» la voce dell’uomo giunse dal salotto e le diede la scusa per non abbandonarsi ancora al dolore.
Sally lo raggiunse a passo veloce. «Che diamine ci fai ancora qui?»
Lui incrociò le braccia al petto, comodamente seduto sulla poltrona di suo padre. «Ti aspettavo.»
«Forse non ci siamo capiti, non ho bisogno del tuo aiuto!»
«E dove pensi di andare a dormire?»
«Non mi sembra affar tuo, scusa.»
«Non ho intenzione di lasciarti sotto un ponte.»
«Non starò sotto un ponte, le mie amiche mi accoglieranno volentieri.»
Difficilmente era acida con gli uomini, ma lo stress delle ultime dodici ore l’aveva resa piuttosto irritabile. Non aveva dormito quasi nulla, ancora scossa per quell’attacco rimasto per il momento ignoto. Possibile che nessuno fosse in grado di aiutare la polizia? Solo un paio di persone avevano saputo fare un identikit dell’uomo, oltretutto per nulla preciso, e il responsabile si era dileguato nella notte senza trovare ostacoli.
«Se non c’è altro, addio.»
«Mi chiamo Sean, fammi un fischio se hai bisogno!» urlò l’uomo appena prima che lei sbattesse la porta di casa con la ferma intenzione di sbarrarla per impedirgli di seguirla. Il destino era ironico con lei: se si fosse trovata un tipo come Sean al pub, in una di quelle serate in cui riusciva a dare il meglio di sé, avrebbe gioito per la sua fortuna; ora, invece, sperava solo di non ritrovarselo più tra i piedi.
***
Un amore coi fiocchi
di Jessica Maccario
Genere: Racconto rosa natalizio
Uscita il: 21 dicembre 2015

Trama
Tre anni.
Tre anni di rimpianti, ricordi, lacrime.
Da quando Adriano è fuggito con la sua amante, Chiara non ha fatto altro che aspettare il suo ritorno.
Finché non incontra Nicola. Un uomo dolce, passionale, vulnerabile, con degli splendidi occhi ambrati che sfiorano la sua anima tormentata. Maestro di ginnastica nella stessa scuola di sua figlia, ha il compito di dirigere la recita di Natale. Nicola non sa come gestire quei bambini scalmanati, Chiara non sa come affrontare il futuro. Qualcosa preoccupa la sua piccola Rachele e lei vuole venirne a capo. Un incontro speciale, il desiderio di aiutarsi a vicenda e i fiocchi di neve che fanno da sfondo ai sentimenti nascenti.
Mancano quattro giorni alla festa più attesa dell’anno, il Natale è ormai alle porte e Chiara sembra aver ritrovato il suo ottimismo. Ma l’arrivo del marito la mette in profonda crisi. Nicola è davvero disposto a rimanerle accanto? E Chiara, chi desidera nella sua vita?

Estratto dell’incipit:
Adoro le recite di Natale di mia figlia. Ogni anno le maestre organizzano degli spettacoli vestendoli da elfi, gnomi, folletti, fatine, persino da funghetti. Ogni volta creano una storia differente, spesso ispirata a qualche cartone o libro famoso, e la riproducono in versione natalizia. Per ogni scenetta Rachele s’illumina come un albero addobbato a festa, tanto è felice di prendervi parte.
Quest’anno no. Con i suoi boccoli ramati e il viso da angioletto, se ne sta raggomitolata sul letto, la mano sotto il cuscino e l’espressione corrucciata di chi non ha alcuna intenzione di scendere.
«Tesoro, è già tardi, ci staranno aspettando», dico esasperata.
Si gira stropicciando il suo vestito da coniglietto e tira su con il naso. «Non voglio andare, non voglio!»
Sono le tre passate e dovremmo già essere alle scuole elementari per le prove generali. Le maestre vogliono che quelli dello stesso anno facciano la recita insieme, quindi, il giorno antecedente lo spettacolo, i bambini devono passare l’intero pomeriggio ad accordarsi su chi entra prima in scena e chi dopo.
Mi avvicino e mi chino ai piedi del letto. «Cucciola, cosa succede? Non hai voglia di provare? Di solito sul palco ridi e ti diverti sempre. Mi rendi tanto orgogliosa, sai?»
Scuote la testa nascondendosi e io non so più cosa pensare. Rachele è solita buttarsi in mezzo alla gente senza tanti problemi, ama starsene al centro dell’attenzione. Possibile che sia solo paura di entrare in scena?


Biografia:
Jessica Maccario è nata a Cuneo il 9 agosto 1990. Laureata in Beni Culturali Archivistici e Librari a Torino, valuta manoscritti per le case editrici e corregge libri di aspiranti autori. Ha pubblicato una duologia romance composta da “In volo con te” e “Questo viaggio è per sempre” e i primi due fantasy della serie de Gli Elementali, dal titolo “Insieme verso la libertà” (edito da Bibliotheka edizioni) e “La spada degli elfi”, oltre a una decina di racconti disponibili sui siti o in antologie. L’ultimo uscito è il romantic suspense “Io ti libererò”, disponibile anche per il kindle unlimited.
La si può trovare su Facebook, aNobii e Goodreads, tra una miriade di gruppi e blog di lettori. Per avere informazioni sulle uscite o contattare l’autrice, questo è il suo sito: http://jessicamaccario.wix.com/jessicamaccariobooks.


Segnalazione Il Natale di Goccia

Fantascienza e Natale, se il binomio vi incuriosisce sappiate che fino al 26 potete scaricare gratuitamente da Amazon "Il Natale di Goccia", racconto scritto da Rossella Romano.

Il Natale di Goccia
di Rossella Romano

Trama
L’Unione per il Progresso Animico della Galassia è piuttosto stanca di aspettare. Ora che un evento esterno minaccia la Razza Umana, decide di far incarnare sulla Terra un essere ancora corporeo, ma molto evoluto, per comprendere se valga la pena intervenire e salvarla; se quella stirpe sciagurata abbia una qualche misteriosa utilità, o se costituisca un freno, come sembra. Goccia si offre volontario, certo che le sensazioni che il suo organismo è ancora capace di provare lo rendano adatto al compito. Si proietta nel corpo di Giovanni, poco prima delle sette del mattino, la Vigilia di Natale. 

Vi lascio un commento dell'autrice
Sul tema degli ultracorpi le storie si sprecano, in fantascienza. Io seguo di fatto percorsi miei, (la prima idea di questo racconto nacque da un’espressione sconcertata di Nicolas Cage, nel trailer di “The Family Man”, che mi portò ad immaginare una storia del tutto diversa da quella del film), e sono felice di averla scritta. Quel che faccio di solito è adottare personaggi che siano persone comuni e dar loro occasione di affacciarsi sullo straordinario. Dopo resto semplicemente loro accanto (o dentro) e racconto in che modo vi si tuffino a capofitto, perché per mia fortuna si rivelano sempre temerari. In questo racconto ho fatto l’operazione opposta: è il personaggio ad essere straordinario e si trova ad affrontare la nostra vita di tutti i giorni, ma guardandola con occhi nuovi.
Ora che il racconto è scritto, mi rendo conto che mi ha dato la possibilità di condividere quello che è forse il più profondo, e insieme il più sottile e sfuggente, dono riservato in sorte a chi scrive. Questi osserva ogni minima azione, ogni sensazione, ogni emozione, anche negative, e ne fa tesoro, perché non sa mai quando si troverà a doverle descrivere a parole. E si accorge praticamente di tutto.
Buona lettura.
Sono disponibili per l’acquisto su Amazon:
“Il Segno dei Ribelli”, romanzo fantasy/distopico, d’impostazione classica, pubblicato nel 2001 con la Casa Editrice Nord nella Fantacollana, che adesso ripropongo in versione integrale;
“Immateria”, romanzo di fantascienza in cui fisica, metafisica e biologia si fondono per dare struttura al mondo alieno in cui si svolge il viaggio avventuroso del protagonista;
“Quella notte il vento”, urban fantasy in cui la giovane protagonista viene trascinata, complice la storia della propria famiglia, in un mondo affascinante e pericoloso;
“Nel Buio”, racconto horror gotico con inaspettati risvolti romantici, disponibile anche in audiobook;
“Fuga da Ia”, racconto distopico cyberpunk, con claustrofobici tocchi horror.
“Si può morire di paura?”, ghost story dai contenuti classici, ma dallo stile particolare, che favorisce una forte immedesimazione con l’io narrante;
“Lucca Ognissanti & Zombie”, racconto popcorn horror;
“Scrigni Segreti Correnti Sotterranee” raccolta dei suddetti racconti.



Le reliquie di Salem - Discendenze

Le relique di Salem - Discendenze
di Valeria Gambino e Caterina Castello
Booksprint

Trama
Nel 1692 l'inquisizione giustiziò le streghe di Salem. Dietro l'uccisione delle streghe vi era il piano di due spregevoli negromanti, tale sacrificio avrebbe conferito loro il potere tanto sognato, essi sarebbero diventati dei demoni e avrebbero avuto il controllo su tutta l'umanità. Il loro piano però non andò a buon fine: una strega riuscì a scappare portando con sé dei bambini. La dinastia di Salem sarebbe continuata. I negromanti formarono una setta per cercare e sacrificare l'ultima discendente di Salem. Sono passati secoli dal 1692, e la setta è sempre più vicina al suo obiettivo. Una profezia li guida al raggiungimento della loro aspirazione: "guardatevi da colei che ha gli smeraldi negli occhi e il fuoco nei capelli". Evelyn è una normale diciassettenne, quando conosce Alexander , il suo nuovo vicino di banco, non sa che la sua vita presto verrà stravolta. Alexander non è un ragazzo come gli altri, egli appartiene alla setta di cacciatori di streghe e il suo obbiettivo è trovare la ragazza della profezia.

***
A chi non piacciono le streghe? Perché io le adoro. Così quando mi è stata proposta la lettura di "Le reliquie di Salem - Discendenze" ho subito acconsentito. E sono contenta di averlo fatto, perché ho letto una buona storia, ricca di personaggi interessanti e spunti considerevoli.
Partendo dai personaggi posso dire che ho preferito di gran lunga la voce narrante maschile, forse perché ho trovato Alexander più maturo e consapevole. Sicuramente per la nostra Evelyn scoprire la verità su se stessa non deve essere stato piacevole però avrei voluto forse più spessore e consapevolezza, aspetti che la protagonista acquisisce nel corso della storia così come i suoi poteri.
I personaggi di contorno non sono lasciati al caso, ben strutturati, tutti con le loro particolarità, lasciano al lettore qualcosa. Mi è piaciuta la presa di coscienza della sorella del protagonista, Amber, la sua è una crescita reale e il suo cambiamento avviene con i giusti tempi e la normale dose di sofferenza: non repentino e non senza sacrifici.
La scrittura è scorrevole, il libro è scritto bene e lo stile si adatta all'età dei protagonisti che frequentano le scuole superiori. Unico difetto l'aver voluto ambientare il libro negli USA, avrei preferito un romanzo ambientato in Italia, perché il rischio in cui si incorre è che si possa cadere nell'errore di sbagliare qualche dettaglio. Questo l'ho riscontrato soprattutto nel resoconto delle giornate scolastiche e della loro suddivisione, non vi so dire di preciso che cosa c'è di errato ma è stata soprattutto una sensazione.
Per il resto la storia è buona, il finale lascia tante tante domande a cui si deve dare una risposta e i personaggi sono veramente ben strutturati.
Applauso alle autrici che sono riuscite a scrivere a quattro mani una bella storia.

Lo consiglio a chi ama le streghe, gli amori tormentati e i cattivi cattivi.
Buona lettura



lunedì 21 dicembre 2015

Segnalazioni per tutti i gusti


Romance, horror, dark contemporary romance, narrativa… oggi vi segnalo una serie di romanzi, perché le feste sono alle porte e dopo le abbuffate di cibo e parenti cosa c'è di meglio di un libro, una coperta, una tisana digestiva e un po' di silenzio?
Prendete carta e penna…

Ricatto di Natale
L. D. Blooms
Romanzo rosa/ Commedia romantica
Formato: ebook (Kindle Edition)
Editore: Self Publishing
prezzo: 1,99
numero di pagine in kindle: 338
Disponibile anche su Kindle Unlimited

Trama:
Se c’è una cosa che Ivy Winters detesta con una passione tale da renderla la versione femminile più carina del Grinch, quella è la stagione natalizia.
Ivy odia il Natale con tutti e cinque i sensi: dalle canzoni, ai film; dalle decorazioni, alle luci, passando per le pietanze tipiche e le bevande, non c’è una sola cosa che sopporti!
Un’infanzia solitaria e durissima, trascorsa a prendersi cura di sé e della sognante e iper-positiva sorella maggiore, Misha, l’ha resa ribelle e irriverente e le ha lasciato un’antipatia smodata per le festività di Dicembre, e per il Governo.
Nicholas Jensen sarebbe un uomo normale, se non fosse una star del cinema famosa in tutto l’universo conosciuto in grado di scatenare un tifone ormonale con il semplice sbattere delle sue ciglia; divide il suo tempo fra Los Angeles e New York e si aspetta di passare Dicembre in modo tranquillo e, chissà, magari anche noioso, ma i suoi piani vanno in fumo quando nella sua vita come un tornado di umorismo sarcastico e pessimista arriva Ivy.
Ma che cosa può aver messo sulla strada del bell'attore dalla vita all'apparenza perfetta una cyber-attivista con una fedina penale lunga un chilometro, i federali sempre alle calcagna, la fastidiosa abitudine di inventarsi parole che non esistono e un bagaglio emozionale così grosso da poter riempire per intero la stiva di un Boeing 747?
E perché sono costretti a passare il mese di Dicembre in mezzo al nulla, nella fredda, nevosa e minuscola città di Havenford, Connecticut?
Un ricatto bello e buono e una bimba da salvare in una commedia romantica, divertente e frizzante su cosa NON fare assolutamente nel periodo di Natale.


***

I libri degli incubi
di Sergio L. Duma
Teomedia
Prezzo: € 4,99
Pag. 233
ISBN: 9788897692607

Trama
Ragazzine scomparse in un centro commerciale, strani giochi da tavolo con omicidio, ristoranti per cannibali, San Giovanni Battista che ascolta i Death In Vegas con il walkman, demoni seducenti che insidiano sacerdoti, bizzarre prostitute, pornostar coinvolte in brutte situazioni. Sono solo alcuni dei personaggi protagonisti della nuova raccolta di racconti di Sergio L. Duma pubblicata da Teomedia. Ordinabile dal sito della casa editrice, da Amazon e dagli altri store online

L'autore: Sergio L. Duma è nato e vive a Galatina (Lecce). Si occupa di Letteratura Inglese e Americana e si ritiene influenzato dalla corrente letteraria Avant-Pop. Ha pubblicato racconti per Besa Editore, Coniglio Editore, Giulio Perrone Editore, EF Edizioni, il romanzo Tempi Terribili (Libro Aperto International Publishing, 2012), la raccolta di racconti Il Mondo dei Sogni (Teomedia, 2014) e i romanzi Isteria.Com (Inspired Digital Publishing, 2015) e Scorpio Baby Rose (Eretica Edizioni, 2015). Il romanzo Campo di Concentramento Senza Lacrime è in corso di pubblicazione con i tipi di Panesi Editore.

***
Here
di Rory Scorpiniti
Editore: Self Published - Amazon 
Genere: Romance New Adult 
Pagine: 330 

Trama
James è tornato a Londra e non ha voglia di pensare al futuro. Il giorno dorme, la sera esce con gli amici e si diverte a conquistare le ragazze con i suoi grandi occhi blu. Ella gli occhi li ha uguali, ma non vuole essere conquistata. 
Non concepiscono nemmeno l' amore nello stesso modo: lei s'innamora di frammenti di vita, lui vive di colpi di fulmine. James ha visto il mondo negli occhi di tante donne, le ha sentite sulla pelle, Ella ne ha amato uno solo. Eppure, l' universo ha voluto farli incontrare, e nel momento stesso in cui i loro sguardi si incastrano sanno di non ave r scelta. 

L'autore: Rory Scorpiniti nasce nel 1991 a Cariati, in Calabria. Cresciuta a Parma, si diletta da sempre nella scrittura di romanzi che definisce “da cassetto”, scritti unicamente per dar sfogo ad una passione. Con HERE decide di mettersi in gioco auto-pubblicando una versione inedita e completamente revisionata della fanfiction che le è valsa numerosi riscontri positivi nei fandom di cui faceva parte.

***

Nella fine...Il principio
Paolo Santamaria
Lettere Animate Editore
Genere: Narrativa
Numero pagine: 170
Data della pubblicazione: 10 Novembre 2015
Prezzo: € 1.49

Trama
Adam Calden, diventato ormai un uomo e padre di famiglia racconta quella che è stata la sua vita dalla nascita fino ad oggi.Nel corso della storia ci presenterà la sua famiglia,i suoi amici e ci renderà partecipi degli eventi lieti e non che hanno caratterizzato la sua crescita e che lo hanno lentamente aiutato a diventare, dopo varie difficoltà e momenti bui,nell'uomo sereno e felice che è adesso.
Disponibile su: In formato digitale su Amazon e quasi tutti gli store. Prossimamente disponibile anche in versione cartacea.
L'autore: Nasco il 4 Giugno 1987 in un paese in provincia di Fermo (nelle Marche) ma vivo e risiedo in un altro paese vicinissimo a quello in cui sono nato. Attualmente disoccupato e in cerca di lavoro,vivo ancora in famiglia e mi sono diplomato all'Istituto Statale d'Arte di Fermo.

***

Il Siberiano
Giovanna Roma
Self-pubblishing
Dark Contemporary 
16 dicembre 2015
ISBN: 9788892528871 
Prezzo: 1,99
Pagine: 347
Link acqusto

Trama
Sono stato tradito dal mio migliore amico.
Maksim non ha ben chiaro contro chi ha dichiarato guerra. È giunto il momento di un cambio al vertice, di pagare per i propri errori. Lacrime di sangue righeranno le guance della sua bella Katerina.
Non supererà mai il dolore che gli infliggerò. Ha avuto l’audacia di tradirmi ancora, ma scoprirà sulla sua pelle che sarebbe stato meglio non essere ritrovati dal Siberiano.

**Attenzione**
Dark contemporary romance
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene molto forti, violente, esplicite e un linguaggio crudo. Non adatto a minori o persone particolarmente sensibili o suscettibili. Leggerlo potrebbe scioccarvi, persino disturbarvi.

L'autrice: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. 





Viaggi da poltrona #6

Ultimo appuntamento per la rubrica "Viaggi da poltrona" che condivido con Deb di Leggendo Romance, ci prendiamo una pausa natalizia… ma non temete torneremo!

1)Dove eravate? (un libro che ho appena concluso)
2)Dove vi trovate? (il libro che sto leggendo)
3)Dove andrete? (il libro che inizierò)


Le Recensioni della Libraia
1 sono stata a Riverside di Bianca Rita Cataldi insieme ad Amabel
2 sono a Parigi con Antonine e Carlotta di Ad un bivio tra me e te di Cinzia La Commare
3 Andró a conoscere Tori di Senza Nuvole


Leggendo Romance
1 Sono stata in Inghilterra con Georgie e Tom di "Natale da Carrington" diAlexandra Brown
2 Sono a Stoccolma con Lucy di "Questo nostro dolce Natale" di Antonella Maggio
3 Proseguo il viaggio natalizio a Lancashire con Holly di "12 giorni a Natale" di Trisha Ashley


domenica 20 dicembre 2015

Segnalazione: uscita di oggi "Beauty and the Cyborg" di Miriam Ciraolo


Buona domenica! Oggi vi segnalo un'uscita super interessante scritta dalla talentuosa autrice di Chemical games, Miriam Ciraolo (QUI trovate la recensione al primo libro della trilogia).
Questo nuovo lavoro "Beauty and the Cyborg" ha una trama davvero accattivante e una copertina bellissima.

Beauty and the Cyborg
Distopico, retelling
Ebook (prossimamente cartaceo)
Self Publishing 
1,99€
Pagine: 390 (circa)
Data d'uscita: 20 Dicembre 2015
Disponibile su: Amazon LINK
Pagina facebook dell'autrice: https://www.facebook.com/MiriamCiraoloAuthor

Trama
E se questa storia iniziasse con: C'era una volta l'elettricità?
Il Nido di Spine è una cittadina francese dove la corrente elettrica non scorre più come un tempo. Dopo una guerra chiamata “Nuova notte” gli equilibri mondiali sono cambiati e i continenti sono stati messi in ginocchio dai Cyborg, esseri privi di anima che torturano innocenti.
In un mondo dove la parola scritta è vietata e gli esperimenti elettrici sono punibili con la morte, si muove la ricercata Bellatrice Sparks.
Lei sa leggere, sa scrivere e dal giorno in cui ha fatto funzionare una torcia elettrica nella sua città, è costretta a fuggire per salvaguardare la sua famiglia.
Rapita dai trafficanti di schiave viene venduta ai sovrani di Elettra. Ma in un castello dove l'elettricità pulsa ancora un essere ignoto si aggira nell’ombra.
Per fronteggiare l'enigmatica creatura e per riabbracciare la sua famiglia, Bellatrice dovrà sottrarsi agli inganni della proibita e misteriosa Ala Ovest del castello.
Ma deve fare molta attenzione, cosa si cela dietro la maschera dell'odio?


Biografia: Miriam Ciraolo vive a Messina. La sua passione primaria è l'arte e ritiene che i libri siano il vero 3D della mente, per questo motivo ama leggere e scrivere. Grafica, disegnatrice e blogger, con "La vera storia di Cupido" edito dalla Rosa dei Venti edizioni ha realizzato il suo primo sogno da scrittrice. "Chemical Games" è stata la sua prima trilogia, una saga urban fantasy che ha ideato grazie al suo interesse per la tavola periodica e per gli elementi chimici. L’autrice reputa il suo ultimo romanzo "Beauty and the Cyborg" la sua opera più luminosa.




sabato 19 dicembre 2015

Alla ricerca di regali? ecco l'Ebookcard di Natale

Cercate un'idea regalo di Natale originale e adatta a tutti, che supporti l'editoria indipendente e autori italiani talentuosi? Ecco l'iniziativa proposta da Nativi Digitali.


Con l'Ebookcard di Natale regalate un pacchetto di libri digitali e farlo è piuttosto semplice.

Per leggere gli ebook Nativi Digitali non serve che il destinatario del regalo abbia il Kindle o un altro lettore di ebook: basta uno smartphone, un tablet o un pc, visto che sono disponibili i formati Epub, Pdf e Mobi, trasportabili e leggibili su qualunque dispositivo. Tramite l’ebookcard tutti i nostri ebook per un valore fino a 10€.

Ecco come acquistare e ricevere l’Ebookcard di Natale in pochi passi:
Intanto vai a QUESTO link
Clicca il tasto “Acquista” ;
Procedi al carrello
Compila il form, assicurandoti di inserire il tuo indirizzo email e specificando il nome del destinatario nelle “note d’ordine”
Paga 10€ con la tua carta di credito (anche prepagata) o il tuo account Paypal
Riceverai immediatamente una prova d’acquisto e entro al massimo 24 ore un’email con il tuo biglietto personalizzato con il codice del valore di 10€ e tutte le istruzioni, da inviare al destinatario del regalo
Invia via email o stampa l’Ebookcard da consegnare personalmente al tuo amico, gli bastano pochi passi per scegliere ebook per un valore fino a 10€ dal sito e scaricarli senza bisogno di ulteriori transazioni!

Vuoi fare una sorpresa? Specifica l’indirizzo email del destinatario, il suo nome e la data desiderata per l’invio nelle note d’ordine (prima dell’acquisto) oppure inviando un’email (dopo l’acquisto) a info[AT]natividigitaliedizioni.it, e verrà inviata l’ebookcard virtuale per conto tuo. Anche il 25 dicembre.

Io ho letto alcuni libri di Nativi Digitali Edizioni e mi sono piaciuti tutti.
Se siete curiosi ecco le recensioni:

Che aspettate a regalare una EbookCard di Natale?

giovedì 17 dicembre 2015

Newton Compton sbarca a Londra e dal 2016 bestseller italiani in lingua inglese e sul mercato UK


Un'ottima notizia per l'editoria italiana e per gli autori nostrani, infatti Newton Compton sbarca a Londra e lo fa con un gruppo di scrittori che hanno scalato le classifiche.
È stata infatti siglata la partnership con la casa editrice Head of Zeus per la distribuzione e la commercializzazione in lingua inglese degli autori italiani bestseller del catalogo Newton Compton

Grazie a questo accordo saranno lanciati e commercializzati, dal 2016, autori di lingua inglese della scuderia di Head of Zeus, e autori italiani già pubblicati con successo in Italia dalla Newton Compton. I romanzi saranno disponibili in formato ebook, print on demand e audio sulle maggiori piattaforme online.

Per farvi qualche nome, ecco quelli che vedranno il lancio Oltre Manica.
Anna Premoli, che ha esordito nel 2012 con Ti prego lasciati odiare e che, con le sue 500.000 copie vendute e il Premio Bancarella, è l’autrice italiana di romanzi rosa più amata; Sara Tessa che, con le sue 250.000 copie vendute, ha conquistato le lettrici del genere sentimentale-erotico con il suo L’uragano in un batter d’ali; e Andrea Frediani, scrittore di romanzi storici sull’antica Roma, un autore da 1 milione di copie. Saranno tra i primi autori ad essere tradotti e ad entrare nel più grande mercato del mondo grazie all'accordo appena siglato.





I titoli disponibili

Anna Premoli, "Ti prego lasciati odiare"

Sara Tessa, "L’uragano in un batter d’ali "

Daniela Volonte, “Buonanottae amore mio”

Cecile Bertod, “Non mi piaci ma ti amo

G.L. Barone, “La chiave di Dante”

Martin Rua, “Le nove chiavi dell’antiquario”

Andrea Frediani, “Gli invincibili. Alla conquista del potere”

Andrea Frediani, “La battaglia della vendetta. La saga degli invincibili”

Andrea Frediani, “Guerra sui mari”

Andrea Frediani “Sfida per l’Impero

Libri & cucina dedicato a Roma

Scusate per il ritardo con cui pubblico Libri & cucina, ma il Natale alle porte e il compleanno del piccolo uomo domani mi tengono molto impegnata. Oggi vi propongo una ricetta natalizia accompagnata ad un libro dove di Natale non si parla proprio. Il collegamento è semplice: il Panpepato (secondo le mie ricerche) è un piatto umbro che è stato importato con successo anche dai romani, l'autrice è una romanaccia verace doc e la protagonista è un sicuramente un peperino. Quindi eccovi con una nuova puntata di Libri & cucina!

Tiger indomabilis
Aurora Stella

Trama
Nella colonia penale di Oceania, Silyen si troverà ad affrontare nuovi nemici e a ritrovare vecchi amici che credeva perduti. Le condizioni all'interno del continente sono estremamente precarie: tutti devono combattere per il diritto di sopravvivere. Nel frattempo, in un villaggio sperduto, Tomas si sveglia e scopre di non avere né memoria né passato e le sue uniche certezze riguardano la conoscenza delle armi. Tuttavia, sente di non appartenere a quel mondo ostile.
Quando la sua vita si intreccerà con quella di Silyen, le cose cambieranno per entrambi. Anche se i veri nemici non sono solo quelli che quotidianamente devono affrontare, poiché nell'ombra qualcuno sta tramando a loro insaputa, intrecciando e tessendo il destino dell'umanità.
In questo secondo e conclusivo libro della saga, ogni mistero verrà svelato, ogni inganno portato alla luce per scoprire che il caso non esiste.

***
Avevo lasciato Furens Lupus sum con il cuore a pezzi e tante domande a fare da contorno. QUI trovate la mia recensione, ma sappiate che avevo trovato la storia molto bella, con degli spunti innovativi come quello di ambientare le vicende ai giorni nostri, ma nell'Impero Romano, come se questo non fosse mai crollato. In "Tiger Indomabilis" ritroviamo la nostra protagonista con un grande dolore nel cuore e diretta verso la colonia penale di Oceania dove vengono portate le persone che hanno commesso reati; una sorta di prigione senza sbarre, ma anche senza regole. Le fazioni sono tre, di cui due combattono ferocemente contro le altre. È qui che si ritrova Silyen ed è qui che ritrova gli amici. Ma è tutto come lei immaginava? Più ci addentriamo nella colonia e più scopriamo insieme alla protagonista che ci sono cose che non quadrano, mente un enigmatico personaggio, Thomas, combatte da solo contro le due fazioni più feroci. Non posso dirvi di più sulla storia, perché rischierei di rovinarvi le tante scoperte che l'autrice ci regala in questo ultimo volume della duologia. 
Posso però, e lo faccio con piacere, parlarvi di quanto mi ha trasmesso. Sicuramente, nonostante tutte le brutture e la cattiveria che si troveranno a dover affrontare i personaggi, quello che emerge è un messaggio di speranza: quando qualche cosa andrà storto ci sarà sempre qualcuno disposto a sacrificarsi per un bene superiore.
La nostra protagonista la ritroviamo più combattiva che mai, nonostante il dolore che le fa da bagaglio. Silyen non è una donna normale, non è un personaggio stereotipato: è forte, dura, coraggiosa e dà del filo da torcere a molti uomini.
La scrittura è fluida e scorrevole, molto incentrata anche sulla psicologia e in questo romanzo la storia viene raccontata da più punti di vista.
Leggere "Tiger indomabilis" significa addentrarsi in un labirinto, ci saranno momenti in cui non sarete sicuri nemmeno delle parole che state leggendo.
Un ottimo finale.
Buona lettura

***
Panpepato

Proseguiamo il viaggio natalizio nelle ricette golose da gustare e che possono anche costituire delle interessanti idee regalo. Il panpepato si presta bene come dolce da regalare durante le festività dato che lasciato riposare per più giorni assume una consistenza più compatta, un sapore e un aroma ancora più decisi.
Ingredienti per 2 pezzi da 500 grammi l'uno:
100 grammi di cioccolato fondente a pezzi
un cucchiaino di pepe nero macinato
mezzo cucchiaino di noce moscata in polvere
20 grammi di acqua più quanto basta
250 grammi di miele
100 grammi di uvetta ammollata in acqua tiepida per 20 minuti e strizzata
100 grammi di mandorle sgusciate e pelate
100 grammi di nocciole sgusciate e pelate
100 grammi di gherigli di noci
70 grammi di frutta mista candita a pezzetti
350 grammi di farina 00

Con il Bimby:
Preriscaldare il forno a 170 gradi, rivestire la placca del forno con carta forno e tenere da parte. Mettere nel boccale il cioccolato fondente, il pepe nero e la noce moscata, tritare 15 secondi a velocità 7 e trasferire il trito di cioccolato in una ciotola. Senza lavare il boccale mettere l'acqua e il miele, scaldare 5 minuti a 60 gradi a velocità 2. Unire l'uvetta, le mandorle, le nocciole, i gherigli di noci, i canditi, il cioccolato tritato e la farina, amalgamare per 2 minuti, funzione antiorario, a velocità 3. Con l'aiuto della spatola trasferire il composto in una ciotola capiente. Inumidirsi le mani e con il composto ottenuto formare due panetti di forma sferica e sistemarli sulla placca da forno preparata. Schiacciare con una mano ogni sfera in modo da ottenere una forma a cupola. Cuocere in forno caldo per 20 minuti a 170 gradi. Togliere la placca dal forno e lasciare riposare in un luogo fresco e asciutto per un giorno prima di servire.

Senza il Bimby:
Preriscaldare il forno a 170 gradi, rivestire la placca del forno con carta forno e tenere da parte. In un pentolino scaldare l'acqua e il miele per 5 minuti a fuoco bassissimo. Nel frattempo tritare nel mixer il cioccolato fondente, il pepe nero e la noce moscata e versarlo in una ciotola. Unire l'acqua e miele, l'uvetta, le mandorle, le nocciole, i gherigli di noci e i canditi. Inumidirsi le mani e con il composto ottenuto formare due panetti di forma sferica e sistemarli sulla placca da forno preparata. Schiacciare con una mano ogni sfera in modo da ottenere una forma a cupola. Cuocere in forno caldo per 20 minuti a 170 gradi. Togliere la placca dal forno e lasciare riposare in un luogo fresco e asciutto per un giorno prima di servire.

Buon appetito!

(foto tratta da www.odealvino.com)

martedì 15 dicembre 2015

La camera azzurra

La camera azzurra
di Georges Simenon
Adelphi

Trama
"Sei così bello" gli aveva detto un giorno Andrée "che mi piacerebbe fare l'amore con te davanti a tutti...". Quella volta Tony aveva avuto un sorriso da maschio soddisfatto: perché era ancora soltanto un gioco, perché mai nessuna donna gli aveva dato più piacere di lei. Solo quando il marito di Andrée era morto in circostanze non del tutto chiare, e Tony aveva ricevuto da lei il primo di quei brevi, sinistri biglietti anonimi, solo allora aveva capito, e aveva cominciato ad avere paura. Ancora una volta, nel suo stile asciutto e rapido Simenon racconta la storia di una passione divorante e assoluta, che non indietreggia nemmeno di fronte al crimine. Anzi, lo ripete.

***
Non avevo mai letto nulla di Simenon e ancora mi chiedo perché. Eccoci arrivati alla recensione del primo libro letto insieme alle mie "compari" del club del libro "Liberamente". Parto col dire  che questo romanzo (breve) non ci ha lasciato indifferenti, ma anzi ha alimentato il dibattito. Sono emersi molti spunti riflessione sul ruolo della donna, sui tradimenti, sui messaggi che trasmettono i libri. Su una cosa abbiamo tutti concordato: Simenon scrive bene, tanto che spesso invece di leggere ci sembrava di guardare un film.
Personalmente sono stata catturata da questa storia di tradimenti, passione e omicidi ambientata nella campagna francese degli anni Sessanta. Mi ha colpito il fatto di avere da una parte un protagonista completamente anaffettivo, Tony, un uomo che non dà peso a ciò che dice o che fa e si ritrova assorbito in una spirale che lo porterà alla distruzione. Dall'altra una donna estremamente passionale e probabilmente anche un po' folle, Andrée, che onestamente inquieta per la sua brama di possessione, che emerge negli atti sessuali (ad esempio "marchiando" con dei morsi il protagonista), ma anche nel suo affrontare la vita. Una donna che io non ho potuto fare a meno di confrontare in continuazione con la moglie di Tony, tipica casalinga, dedita alla famiglia e in maniera quasi maniacale alle abitudini e alle faccende domestiche. Una donna che non chiede, ma che emerge come un porto sicuro nella mente del protagonista.
La struttura del romanzo mi ha intrigata particolarmente, perché gli eventi ci vengono raccontati al passato grazie a interrogatori e incontri con lo psicologo: così scopriamo piano piano cosa è avvenuto e dove ci vuole portare l'autore. Non ci sono grossi colpi di scena, aspetto che forse lo allontana un po' dal giallo.
Lo stile di scrittura è evocativo, dettagliato e interessante. Simenon ricorre anche a ripetizioni di alcune frasi per trasportare maggiormente il lettore nella mente del protagonista, tanto da farci sentire (come lui)  braccati dagli eventi. Una scrittura pesata, dove i termini sono scelti con grandissima attenzione.
Quello che è emerso dall'incontro del club del libro (che si tiene nell'hotel - ristorante Pineta a Cavi di Lavagna) è che la camera azzurra non è altro che la via di fuga di ognuno di noi, per Tony e Andrée era il luogo dove incontrarsi per consumare la passione, per me  - come per altri -  un buon libro…. Tutti noi abbiamo la nostra camera azzurra.
Buona lettura.

lunedì 14 dicembre 2015

Viaggi da poltrona #5

Anche questa settimana inizia con la rubrica Viaggi da poltrona in cui Deb di Leggendo Romance ed io vi raccontiamo i nostri viaggi letterali. Curiosi di sapere dove siamo state?

1)Dove eravate? (un libro che ho appena concluso)
2)Dove vi trovate? (il libro che sto leggendo)
3)Dove andrete? (il libro che inizierò)

Le Recensioni della Libraia
1) sono stata nella campagna francese degli anni Sessanta con Tony, il protagonista de La camera azzurra di Simenon
2) sono in un liceo della provincia americana con Bianca e Wesley di Quanto ti ho odiato della Keplinger
3) andrò a San Francisco con Tate e Miles de L'incastro imperfetto di Colleen Hoover

Leggendo Romance
1) sono stata in Piemonte con Loris e Fiamma, i protagonisti de L'Ombra della Cometa di Giulia Anna Gallo
2) sono a Mulberry-On-Sea per trascorrere "Un natale da Carrington" di Alexandra Brown
3) andrò… ho tantissime letture da terminare prima della fine dell'anno, quindi quella che sto per dire potrebbe variare da qui a lunedì prossimo. Per ora penso di andare nel Lancashire con Holly di "12 giorni a Natale" di Trisha Ashley

Fateci sapere anche i vostri "Viaggi da poltrona" e buon inizio settimana

giovedì 10 dicembre 2015

Una stravagante ragazza per bene

"Voi leggete?", le domandò con lo stesso tono sconvolto col quale avrebbe chiesto se mangiava ratti glassati per colazione.
"Ebbene sì. Avendo imparato a farlo, mi parrebbe uno spreco utilizzare questa abilità soltanto per decifrare le scritte sulle bottiglie dei profumi"

Una stravagante ragazza per bene
di Virginia Dellamore

Trama
Londra, età della Reggenza. Annis è una ragazza simpatica ed eccentrica, che vive in un verdeggiante paesino del Sussex. Il suo più grande desiderio è viaggiare e vivere avventure straordinarie, come i protagonisti dei romanzi che legge avidamente. Quando è invitata a trascorrere due mesi a Londra per la Stagione, accetta con entusiasmo: non certo per trovare marito, ma per conoscere il mondo e divertirsi.
A Londra incontra Guiscard, bellissimo, insolente, senza regole, anche lui tutt’altro che favorevole al matrimonio. Chi meglio di un affascinante scapestrato che conosce i luoghi più spassosi della città può farle trascorrere una Stagione indimenticabile? Quale amicizia è più sicura di quella fra due persone che hanno messo subito in chiaro di non piacersi?
Eppure, talvolta, alla sprovvista, il cuore ci mette lo zampino, insinuando l’amore in chi non si riteneva capace di provarlo...
Sullo sfondo di una Londra frivola e mondana, con una rosa di accattivanti personaggi secondari, un romanzo leggero, vivace, condito di pungente ironia. Una storia per chi ama il romanticismo, i dialoghi scoppiettanti, una girandola di eventi capaci di scatenare il sorriso, e l’immancabile lieto fine.

***
Una storia romantica, ironica ed emozionante: se dovessi riassumere in poche parole l'ultimo lavoro di Virginia Dellamore "Una stravagante ragazza per bene" userei proprio questi tre termini. Ma non basterebbero. Perché questo romanzo presenta anche altre caratteristiche chi mi hanno piacevolmente colpita e lo hanno reso una lettura veloce, leggera, ma ricca di spunti. 
Intanto i personaggi e soprattutto la protagonista: Annis. Una ragazza intelligente, arguta e curiosa, pronta a cercare di ottenere dalla vita quanto più possibile, soprattutto vista l'epoca (il romanzo è ambientato nell'Inghilterra della Reggenza, ovvero nel periodo che va dai primi dell'Ottocento al 1820 circa). Non bella, per lo meno non in base ai dettami dell'epoca, ma sicuramente interessante, tanto da attirare su di se molte attenzioni.
La controparte maschile è quanto di più diverso da Annis, apparentemente, ci possa essere: il bello bellissimo Guiscard. Donnaiolo, ricchissimo e licenzioso. Passa da un letto all'altro, non ha regole e frequenta luoghi poco raccomandabili. 
E che cosa penserete se vi dico che fra di loro nascerà da subito un'interessante amicizia?
Intorno a loro vortica una serie di personaggi, molto ben caratterizzati, che spesso si trasformano in macchiette. Fra tutti, quello che mi ha colpito di più è stato senz'altro Samuel, buon amico con l'occhio lungo, del quale le vicende restano aperte tanto che spero che Virginia ci racconti presto la sua storia.
La trama del romanzo ci regala spunti notevoli, non solo sulla condizione della donna, ma anche sul peso delle scelte che si fanno nella vita di tutti i giorni
La scrittura è incalzante, divertente a tratti beffarda, soprattutto quando entrano in gioco alcuni personaggi. L'ironia traspare in maniera chiara e non ci abbandona mai.
Buona lettura, che aspettate???

mercoledì 9 dicembre 2015

Libri & cucina: cioccolato cioccolato cioccolato

Oggi la rubrica Libri & cucina vi propone un'idea regalo da mettere sotto l'albero, anzi due perché alla ricetta potrete accompagnare anche il libro. E si tratta di un grande classico, un romanzo recente che ha riscosso grande successo e da cui è stato tratto anche un film con il bellissimo Johnny Deep. Sto parlando di Chocolat di Joanne Harris a cui ho abbinato una delle golosità a cui non so resistere: la crema alla nocciola (avete presente la Nutella?) ma fatta in casa.
Io non resisto alle tentazioni e voi?

Chocolat
di Joanne Harris
Garzanti

Trama
A Lansquenet, quieto villaggio al centro della Francia, la vita scorre placida. Un po' troppo placida: è una comunità chiusa, dove sono rimasti soprattutto anziani contadini e artigiani, dominata con rude benevolenza dal giovane curato Francis Reynaud. È martedì grasso - una tradizione pagana avversata dalla chiesa - quando nel villaggio arrivano Vianne Rocher e la sua giovane figlia Anouk. La donna è assai simpatica e originale, sexy e misteriosa, forse è l'emissaria di potenze superiori (o magari inferiori). Vianne rileva una vecchia pasticceria, ribattezzata La Celeste Praline, che ben presto diviene - agli occhi del curato - un elemento di disordine. Anche perché Vianne non frequenta la chiesa ma inizia ad aiutare a modo suo chi si trova in difficoltà: il solitario maestro in pensione Guillaume, l'adolescente ribelle Jeannot, la cleptomane Josephine, l'eccentrica Armande. Ben presto il tranquillo villaggio diventa più disordinato, ribelle e soprattutto felice. E lo scontro tra Benpensanti e Golosi, tra le delizie terrestri offerte da Vianne e quelle celesti promesse da padre Reynaud, tra Carnevale e Quaresima, diventa inevitabile. Chocolat è un romanzo pieno di vita, frizzante e divertente; ricco di personaggi indimenticabili e ricette paradisiache. Vianne Rocher è una protagonista di travolgente simpatia: una donna che sa gustare i piaceri dell'esistenza, e che soprattutto sa farli apprezzare agli altri.

***
Crema alla nocciola 
Il Natale si avvicina e continuiamo con le ricette adatte sia a soddisfare la vostra golosità che ad essere regalate ad amici e parenti per le feste... ecco la crema alla nocciola, che non ha bisogno di presentazioni… 

Ingredienti per un vasetto:
100 grammi di zucchero
60 grammi di nocciole tostate
100 grammi di cioccolato fondente a pezzetti
100 grammi di latte intero
70 grammi di burro

Con il Bimby:
Mettere nel boccale lo zucchero e le nocciole, polverizzare 20 secondi a velocità 10. Unire il cioccolato e tritare 20 secondi velocità 8. Aggiungere il latte e il burro e cuocere per 6 minuti a 50 gradi a velocità 3. Versare subito in un vasetto, chiudere ermeticamente e conservare in frigorifero.
Senza il Bimby:
Tritare nel mixer prima lo zucchero e le nocciole e poi il cioccolato. Versare il composto in un pentolino, aggiungere il latte e il burro e cuocere per 6 minuti circa a fuoco bassissimo (50 gradi circa). Versare subito in un vasetto, chiudere ermeticamente e conservare in frigorifero.
Buon appetito!

(La foto è presa dall'indirizzo web: http://fotogallery.doctissimo.it/alimentazione/cibi-ipercalorici/cibi-ipercalorici-creme-nocciola.html)