giovedì 31 marzo 2016

Segnalazione Tra due cuori

Altra segnalazione sempre per la casa editrice Leggereditore in uscita oggi con l'ebook "Tra due cuori" di Samantha Young, un'autrice della quale ho letto, e apprezzato molto, la serie "Sei bellissima stasera".

Tra due cuori 
di Samantha Young
Leggereditore
ebook €4.99
dal 31 marzo 2016
Quando Jake decide di lasciare Charley, lei sta attraversando un periodo buio. Quattro
anni dopo le loro strade si incrociano di nuovo, e lui sente di non poterla più perdere... Ma esistono le seconde chances?
Vivi con leggerezza. Dai il massimo. Ama profondamente.
Una nuova serie per l’autrice rivelazione di Sei bellissima stasera, già tradotta in 28 Paesi e nominata due volte al Goodreads Choice Award nelle categorie miglior autore e miglior romanzo. Scrittrice bestseller per The New York Times, USA Today e Wall Street Journal, Samantha Young ha una penna inconfondibile; il suo stile l’ha resa in pochissimo tempo un punto di riferimento per le lettrici italiane. Tra due cuori è nelle liste dei bestseller secondo The New York Times e USA Today e nella top ten dei romanzi più venduti dalle più importanti catene librarie internazionali.

Samantha Young è nata in Scozia ventotto anni fa. Nel 2011 ha cominciato ad autopubblicare i suoi bestseller su Amazon, riscuotendo grandissimo successo. In Italia è nota soprattutto per la serie inaugurata da Sei bellissima stasera, pubblicata da Mondadori.del liceo


Segnalazioni Leggereditore

Due segnalazioni interessanti per la casa editrice Leggereditore, io non vedo l'ora di leggere quello di Susan Elizabeth Philips, ma devo dire che anche la trama di "Sweet" è molto coinvolgente, e voi?

Una scelta impossibile

di Susan Elisabeth Phillips

Leggereditore 

cartaceo €14.90
dal 24 marzo 2016
(ebook €4.99)

Trama

Lucy Jorik, la figlia del primo presidente donna della storia degli Stati Uniti, sta per sposare il signor Irresistibile, Ted Beaudine, uno degli uomini più in vista della cittadina di Wynette, Texas. Un matrimonio che si preannuncia da favola, eppure c’è qualcuno pronto a tutto pur di evitarlo. Meg Koranda, la migliore amica di Lucy, è seriamente decisa a convincere la promessa sposa
che, in fondo, se davvero le sembra di vivere in una favola, forse è perché c’è ben poco di reale... Così, dopo essere riuscita a rovinare il giorno più bello della vita della sua migliore amica,
odiata da tutta la città e ripudiata dai suoi genitori, a Meg non resta che rifarsi
una vita, tagliando una volta per tutte con il passato. Ma non sa che il destino è pronto a giocarle il più imprevedibile degli scherzi: sulla sua strada troverà di nuovo Ted Beaudine. Riuscirà a resistere all’uomo a cui ha rovinato il matrimonio ma che, a quanto pare, non ha alcuna intenzione di fargliela pagare?
Una storia sensuale e appassionante. Un romance cucito su misura per le lettrici più raffinate ed esigenti.

Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale, l’unica ad aver vinto ben cinque volte il prestigioso Rita Award. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche usa e hanno raggiunto i primi posti anche in Germania e Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco d’ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Di questa autrice, Leggereditore ha già pubblicato i romanzi Odio quindi amo, Volare fino alle stelle e Le promesse di una vita, e la serie completa dei Chicago Stars, composta dai romanzi Il gioco della seduzione, Heaven, Texas. Un posto nel tuo cuore, E se fosse lui quello giusto?, Un piccolo sogno, Il lago dei desideri, Lady Cupido e Seduttore dalla nascita.

***
Sweet

di Tammara Webber 
Leggereditore

dal 24 marzo 2016 
ebook €4.99 
(cartaceo dal 31 marzo) 

Trama
Pearl è sempre stata una ragazza tranquilla, senza grilli per la testa o strane ambizioni. Da lei tutti si aspettano che prenda sempre la decisione più giusta e ragionevole, che si realizzi in un lavoro
onesto e che incontri un uomo semplice con cui condividere un’esistenza serena. La vita, però, sembra metterla di fronte a un bivio: continuare a seguire quel destino che gli altri hanno scelto per lei o intraprendere un cammino nuovo, rischioso, lungo il quale sente di poter essere più felice? Confusa e spaventata, Pearl si confida con Boyce, un ragazzo complicato, che incarna tutto quello da cui dovrebbe scappare e che invece ora sente di dover cercare. Sono passati ormai quattro anni da quando si sono conosciuti, si vedono molto raramente ma condividono una complicità
e un senso di fiducia naturale. Entrambi sanno che quello che li lega è qualcosa che va oltre l’amicizia, eppure la paura di fare un passo verso l’altro è più grande dell’innato desiderio di stare insieme. Riuscirà Boyce, nonostante il carattere ribelle, ad aprire il suo cuore Pearl e a mostrarle il suo lato più dolce?

Tammara Webber è stata consulente accademica, ha sposato il suo ragazzo del liceo, ha tre figli e quattro gatti; insomma, una vita che è già il lieto fine di una storia d’amore.
Nel 2013 Leggereditore ha pubblicato Easy. Originariamente auto pubblicato su Amazon in formato ebook, in pochi mesi ha scalato tutte le classifiche, facendo ottenere alla sua autrice un doppio contratto con la casa editrice Penguin. Oggi i libri di Tammara Webber sono stampati in centinaia di migliaia di copie e venduti in ventisette Paesi.

lunedì 28 marzo 2016

Quelle belle ragazze blogtour



Sono molto felice di poter condividere con voi la mia recensione in anteprima di "Quelle belle ragazze" l'avvincente thriller di Karin Slaughter che uscirà il 31 marzo e che ho avuto il piacere di leggere in anteprima grazie ad Harper Collins.

Quelle belle ragazze
di Karin Slaughter
Harper Collins

Trama
Claire e Lydia sono sorelle che non si parlano da più di vent'anni. I loro rapporti si sono interrotti quando Claire ha deciso di sposare Paul, affermato architetto, e di diventare la sua sofisticata moglie trofeo. Lydia, invece, è una madre single, ha una storia con un ex detenuto, e fatica ad arrivare alla fine del mese. Nessuna delle due è riuscita a superare la tragedia che ha colpito la loro famiglia quando Julia, la sorella maggiore, è scomparsa senza lasciare tracce, e la notizia che un'altra ragazza, anche lei giovane e bellissima, è sparita nel nulla in circostanze molto simili, di colpo riporta nelle loro vite tutto l'orrore e lo strazio del passato. Come se non bastasse, pochi giorni dopo Paul viene ucciso. Che legame c'è tra la scomparsa di un'adolescente e l'omicidio di un uomo di mezza età a quasi venticinque anni di distanza? Accantonata la reciproca diffidenza, le due sorelle si alleano per dissotterrare i segreti che hanno distrutto le loro vite, finendo per scoprire una scioccante verità dove meno se l'aspettano.

***

Un thriller mozzafiato, che ci porta a fare i conti con paure ataviche: ci possiamo fidare di chi abbiamo intorno? Una persona può sparire nel nulla senza lasciare tracce? Il dolore quanto può intaccare i nostri cuori e distruggere delle vite?

Quelle belle ragazze di Karin Slaughter è uno dei thriller più belli che mi sono capitati sotto mano da un po' di tempo a questa parte: inquietante tanto da togliere il sonno, trascina il lettore dentro un incubo da cui non sembra esserci via d'uscita, più si va avanti e più è l'orrore a predominare.

Mi sono letteralmente persa per due giorni nelle pagine di questo romanzo che, insieme al prequel Capelli biondi, occhi azzurri (recensione e link acquisto) mi ha fatto scoprire un'autrice di  grande talento della quale voglio assolutamente leggere altri libri.

Due sorelle che si incontrano di nuovo dopo più di vent'anni, una famiglia distrutta, fatti di cronaca che riportano alla luce ferite mai guarire e scoperte raccapriccianti. Leggendo facciamo i conti con i personaggi, con il loro pesantissimo bagaglio emozionale, entriamo dentro le loro teste e percepiamo tutto il terrore e il dolore di una spirale discendente che  sembra non avere fine. Ho trovato le protagoniste fragili, ma al tempo stesso capaci di trovare una forza invidiabile nel momento del bisogno.
Leggendo ho avuto paura, lo ammetto, spesso mi sono guardata intorno a disagio e circospetta perché la Slaughter ti trascina dentro una storia che ha tutte le caratteristiche di un film horror che si trasforma in qualche cosa di reale.

Lo stile di scrittura è incalzante, a tratti volutamente di difficile digestione, cruento: questo regala una veridicità spaventosa al libro.

Non manca anche una fine analisi psicologica di praticamente tutti i personaggi.

Se dovessi dare un voto, sarebbe, nel suo genere, cinque stelline con lode

Non lasciatevelo sfuggire!

Ed ecco qui il prologo

Quelle belle ragazze, Karin Slaughter
Quando sei sparita, tua madre mi disse subito che scoprire cosa ti era successo di preciso poteva essere peggio che non sapere mai. Non facevamo che litigare in proposito, perché all’epoca litigare era l’unica cosa che ci univa.

«Conoscere i dettagli non lo renderà più sopportabile» mi ammoniva. «I dettagli ti distruggeranno.»

Io però sono uno scienziato, ho sempre bisogno dei fatti. La mia mente non voleva saperne di smettere di formulare ipotesi: rapimento, stupro, profanazione.

Una ribelle.

Era quella la teoria dello sceriffo, o almeno la scusa che ci rifilava quando pretendevamo risposte che non era in grado di dare. Tua madre e io eravamo sempre stati segretamente orgogliosi della tua testardaggine e della passione che mettevi nei tuoi ideali. Quando sei scomparsa abbiamo capito che quelle stesse caratteristiche erano considerate dimostrazione di intelligenza e ambizione in un uomo e fonte di guai in una giovane donna.

«Le ragazze scappano in continuazione.» Lo sceriffo si strinse nelle spalle come se tu fossi una persona qualsiasi, come se lasciando passare una settimana, un mese, magari anche un anno, ti avremmo visto tornare nelle nostre vite con qualche debole scusa su un ragazzo che avevi seguito o un’amica con cui avevi deciso di fare il giro del mondo.

Avevi diciannove anni. Secondo la legge, non ci appartenevi più. Appartenevi a te stessa, al mondo.

Eppure organizzammo squadre di ricerca, chiamammo ospedali, stazioni di polizia e rifugi per senzatetto. Distribuimmo volantini in tutta la città, andammo a bussare di porta in porta, parlammo con i tuoi amici. Controllammo gli edifici abbandonati, le case distrutte dal fuoco nella zona più malfamata della città. Assumemmo un detective privato che ci costò metà dei nostri risparmi e un veggente che si prese l’altra metà. Ci appellammo ai media, che però persero interesse quando rimasero senza particolari scabrosi da raccontare in tono concitato.

Ecco cosa sapevamo: eri stata in un bar. Non avevi bevuto più del solito. Avevi detto alla tua amica che non ti sentivi bene e che saresti tornata a casa, e quella è stata l’ultima volta in cui sei stata vista.

Negli anni abbiamo ricevuto molte false confessioni. Il mistero della tua scomparsa era un grande richiamo per i sadici, che ci fornivano di proposito dettagli indimostrabili, indizi impossibili da seguire. Perlomeno quando venivano smascherati dicevano la verità: i sensitivi invece mi accusavano sempre di non impegnarmi abbastanza nelle ricerche.

Perché io non ho mai smesso di cercarti.

Capisco perché tua madre ha rinunciato, o almeno è quello che ha dovuto far credere. Doveva ricominciare a vivere, se non per se stessa, per quello che rimaneva della sua famiglia. Tua sorella minore abitava ancora con noi. Era silenziosa, sfuggente e frequentava il genere di ragazze che la convincevano a comportarsi nel modo sbagliato. Come sgattaiolare in un bar per ascoltare musica e non tornare più a casa.

Il giorno in cui firmammo i documenti per il divorzio, tua madre mi disse che la sua unica speranza era che un giorno avremmo ritrovato il tuo corpo. Era a questo che si aggrappava, l’idea che prima o poi potessimo darti una sepoltura.

Le risposi che forse ti avremmo trovata a Chicago, Santa Fe, Portland o qualche altra cittadina in cui si riunivano gli artisti, dove eri finita perché eri sempre stata uno spirito libero.

Tua madre non fu sorpresa dalle mie parole. In quel periodo il pendolo della speranza oscillava ancora avanti e indietro, c’erano giorni in cui andava a dormire disperata e altri in cui tornava a casa con un paio di jeans o un maglione che ti avrebbe regalato quando fossi tornata.

Ricordo molto bene il giorno in cui ho perso ogni aspettativa. Ero nello studio veterinario in centro, al lavoro, e ci avevano portato un cane abbandonato. La povera creatura era in uno stato pietoso, aveva di sicuro subìto maltrattamenti. Era un labrador color miele, anche se il mantello era ingrigito per essere stato esposto agli elementi. Aveva del filo spinato conficcate nelle cosce, chiazze irritate senza pelo dove si era grattato o leccato troppo, o aveva fatto il genere di cose che i cani fanno quando vengono lasciati da soli e cercano di calmarsi.

Rimasi con lui per un po’, per fargli capire che era al sicuro. Mi lasciai leccare il dorso della mano, lo feci abituare al mio odore. Quando si fu calmato, cominciai a visitarlo. Era anziano, ma fino a poco tempo prima era stato ben tenuto, a giudicare dai denti. Una cicatrice chirurgica indicava che a un certo punto della sua vita una ferita a un ginocchio gli era stata curata con grande attenzione e con gran dispendio di soldi. L’evidente maltrattamento cui era stato sottoposto non aveva ancora fatto breccia nella memoria muscolare: ogni volta che gli avvicinavo una mano al muso, lui me lo appoggiava di peso sul palmo.

Guardai negli occhi tristi del cane e la mia mente mise insieme i dettagli della vita di quella creatura sventurata. Non avevo modo di conoscere la verità, ma il mio cuore sapeva cosa gli era accaduto: non era stato abbandonato. Si era allontanato, oppure si era liberato del guinzaglio. I proprietari erano entrati in un negozio, oppure erano partiti per le vacanze, e in qualche modo, per un cancello rimasto aperto per sbaglio, un salto oltre la recinzione, una porta lasciata socchiusa senza malizia da qualcuno che custodiva la casa, quella creatura tanto amata si era ritrovata a camminare per le strade senza avere la minima idea di quale fosse la direzione da prendere per tornare dai suoi cari.

Poi un gruppo di ragazzini, qualche mostro indefinibile o la combinazione dei due l’aveva trovato, trasformando un cane di famiglia in un essere terrorizzato.

Seguendo le orme di mio padre, ho dedicato la vita alla cura degli animali, ma quella fu la prima volta in cui feci un collegamento tra gli orrori cui la gente sottopone gli animali a quelli ancor più terrificanti che vengono inflitti agli altri esseri umani.

Trovai carne lacerata da colpi di catena, segni di calci e pugni. Ecco quale doveva essere l’aspetto di un essere umano quando finiva in un mondo che non lo apprezzava, non lo amava, non voleva che tornasse più a casa.

Tua madre aveva ragione.

I dettagli mi distrussero.

…non vedete l’ora di sapere come continua?
Quelle belle ragazze vi aspetta in libreria e su tutti gli store dal 31 marzo! Prenotate qui la vostra copia http://bit.ly/1QwGVgu e nell’attesa soddisfate la vostra fame di thriller con il prequel, Capelli biondi, occhi azzurri http://bit.ly/1LB9NHQ .

venerdì 18 marzo 2016

Segnalazioni Leggereditore

Buon venerdì, vi lascio con due interessanti segnalazioni della casa editrice Leggereditore: perfette per le romantiche, ma anche per chi è più cinico, ma ha voglia di sognare un po'. Date un'occhiata, potrebbero essere le letture perfette per il fine settimana

Sensuale & seducente
di Christina Lauren
Leggereditore
ebook €4.99  dal 17 marzo 2016
(cartaceo dal 31 marzo €14.90)

Trama
Lola e Oliver sono certi che se avessero consumato il loro matrimonio, quella notte a Las Vegas, completamente ubriachi, se ne sarebbero pentiti amaramente. Sarebbe stato un grosso errore, certo, dopotutto ora la loro amicizia va a gonfie vele... Già, questo almeno è quello che amano raccontarsi. In realtà Lola ha desiderato Oliver fin dal primo momento, è innamorata pazza del suo accento australiano e del suo modo così naturale di farla sentire bene. Oliver, da parte sua, non riesce a non pensare a quanto sarebbe stato bello commettere l’errore che quella notte hanno deciso di evitare. Lui sa cosa vuole da lei, più di ogni altra cosa, e non è la sua amicizia. Quando il libro che Lola ha scritto conosce un successo travolgente, Oliver capisce che è l’occasione giusta per starle vicino e proteggerla da tutte le attenzioni che la circondano e la mettono a disagio. Chissà, forse questa volta aver fatto la cosa giusta non è stata la scelta migliore, perché anche una notte di divertimento sfrenato può essere l’inizio di una nuova ed emozionante vita...
Sensuale, ironico, sorprendente: il terzo romanzo della serie Wild Seasons.

Christina Lauren è il nome di un duo, Christina Hobbs e Lauren Billings, una coppia di scrittrici. Migliori amiche da sempre, condividono tutto, dalla passione per le letture romantiche al colore di smalto preferito, e l’unica cosa che le separa è lo Stato del Nevada (ma questo non impedisce che si sentano ogni giorno). Autopubblicato originariamente come un ebook, Beautiful Bastard è stato scaricato più di due milioni di volte, diventando un vero fenomeno editoriale. Appena pubblicato in formato cartaceo è salito in cima alle classifiche del New York Times e sono già pronti i seguiti con Beautiful Stranger e Beautiful Player.

***
Inevitabile 
di Angela Graham
Leggereditore
cartaceo €14.90 in libreria dal 17 marzo 2016
ebook €4.99 già disponibile


Trama
La ventiduenne Cassandra Clarke ha appena ultimato gli studi al college. Si è da poco lasciata alle spalle una relazione finita bruscamente e ora desidera soltanto una vita solitaria e non ha alcuna intenzione di rincorrere un nuovo amore. Ma quando la casa accanto alla sua viene venduta, Cassandra è travolta da un’attrazione inattesa per il nuovo vicino, Logan West. Bello e affascinante, Logan è un padre single con la reputazione da playboy. Attraverso i racconti del piccolo Oliver, il figlio di Logan che si rifugia appena può nella casa sull’albero in cui Cassandra giocava da bambina, la ragazza scoprirà gli aspetti più veri e nascosti del carattere dell’uomo.
Nonostante la consapevolezza che una nuova storia d’amore potrebbe trasformarsi in un’altra delusione, quelle rivelazioni innocenti spingono Cassandra a rimettersi in gioco, per scoprire se Logan le saprà dare ciò che più desidera: l’amore.
Un racconto delicato e coinvolgente. Una storia sul coraggio di liberarsi dai vincoli del passato e di vivere, fino in fondo, le passioni del presente.

Angela Graham è da sempre una grande lettrice e un’amante della scrittura. Nel 2012 decide di mettere nero su bianco la sua prima storia e, da allora, non si è più fermata. Vive a Tipp City, in Ohio, con i tre figli e un gatto che le tiene compagnia durante le lunghe notti di scrittura.
I libri della serie Harmony, di cui Inevitabile è il primo volume, hanno scalato in pochissimo le classifiche di The New Yorker e USA Today e finalmente approdano in Italia per Leggereditore.

La saga di Wise - La porta tra i mondi 2

La saga di Wise - La porta tra i mondi 2
di Artemisia Birch
Panesi Edizioni

Trama
Nelle magiche terre delle Gabria qualcosa è cambiato: alcune fate ribelli sono fuggite dalla prigione incantata di Swoon, custodita dalla porta tra i mondi, un varco sorvegliato da una fata dell’antico popolo e da una delle due parti gemelle di un prezioso sigillo. I tre più autoritari Sapienti di Wise, Misandra, Moldra e Ardan, sono stati chiamati a intraprendere un viaggio per recuperare il sigillo disperso e sconfiggere i reietti fuggiaschi, animati da un sentimento di odio nei confronti dei discendenti della Regina Sanguemisto, loro carceriera.
Nella seconda parte de “La porta tra i mondi”, le menti leggendarie degli eletti spalancano le porte al misterioso mondo dei sortilegi, delle erbe, del potere e dell’amore. Le fate ribelli tramano alle loro spalle portando avanti i loro terribili piani di vendetta. I Sapienti riusciranno a concludere la loro missione?

***
Amore, odio, passione, magia: sono questi gli elementi distintivi che riempiono le pagine della seconda parte de La porta tra i mondi (La saga di Wise) Panesi Edizioni, una storia che ci porta in terre dall'aspetto magico, descritte dalla penna sapiente e attenta di Artemisia Birch.
Luoghi fantastici, riportati con un'accortezza di dettagli che li rende vividi, personaggi che restano impressi nell'anima per come l'autrice li descrive con particolarità e indugiando sui segreti dei loro cuori.
Sono tornata con molto piacere nelle magiche terre di Gabria, che avevo lasciato con la sensazione di qualche cosa di terribile che stava per accadere, sono tornata con la voglia di scoprire il destino dei personaggi che avevo imparato ad amare, o odiare, nel precedente volume. E Artemisia mi ha lasciato profondamente soddisfatta.
Preparatevi a scoprire di più, a trovare chiarimenti, a salutare personaggi che avevate amato e altri che avevate disprezzato, perché nelle guerre i caduti si contano sia nelle file dei buoni sia in quelle dei cattivi.
E preparatevi anche a riscoprire la potente magia della natura, che dietro di sé cela questioni più importanti come quella del rispetto verso il prossimo, che sia un albero o un altro essere vivente.
Lo stile di scrittura è una delle caratteristiche più stupefacenti di questo libro: ricco senza diventare noioso, evocativo senza indugiare troppo. Le parole sono curate nei dettagli e nulla sembra essere lasciato al caso.
Non mi resta che augurare a voi buona lettura e ad Artemisia un buon compleanno.

giovedì 17 marzo 2016

Segnalazione: The Woden's Day

Buongiorno, oggi vi segnalo un uscita di oggi che spero di leggere presto: copertina accattivante, trama che mi ha incuriosita così come l'estratto, ecco a voi The Woden's day di Tania Paxia!
Fatemi sapere  cosa ne pensate.

The Woden’s Day
di  Tania Paxia
Self-publishing
Genere: Narrativa (rosa) – Young Adult
Asin: B01BHWLVX4
Prezzo: 1,99€
N. pagine: 304
Data di uscita 17 marzo 2016

Trama
“Siamo amici solo il mercoledì sera e quando non siamo in pubblico”. (Woden Audrey Doolittle) 
Woden è una patita della chimica e dell'elettronica, piatta come uno skateboard, occhi e capelli di un castano normale e nessun segno particolare, a parte un dente scheggiato per colpa di una caduta sull’asfalto da piccola e il vizio di tingersi le ciocche di capelli di colore diverso quando ne ha voglia. Per il resto è una normalissima e anonima diciassettenne, un po’ maschiaccio, che ogni tanto d’estate si diletta ancora a correre sui marciapiedi con lo skate. Colleziona montature di occhiali da vista stravaganti e non è il massimo della bellezza, ma a lei va bene così. 
"Sono un pessimo amico del mercoledì". (Carter Fitzpatrick) 
Carter (Saetta) è un pilota Nascar e il suo sogno è di correre nella Spint Cup. È il 'non ragazzo' di Felicia Hadley, la diva del liceo, ma se la spassa con tutto il gruppo delle Cheerleaders, tranne Hannah Jones che per il momento sembra resistergli. Ma lui ama le sfide, anche perché i diciassette anni arrivano una volta sola e non ricapitano più. È una celebrità a scuola da quando in prima superiore era passato dal go-kart a roba più seria. Anche l’aspetto fisico, nel crescere, si era evoluto, facendolo assomigliare più a un bel ragazzo e non più a un ranocchio. Il primo passo era stato togliere l’apparecchio e dopo, tutte quante, erano cadute nella trappola del pilota biondo con gli occhi azzurri... 
Entrambi hanno un segreto: sono amici da sempre, ma non in pubblico. Si incontrano il mercoledì sera, a casa di Woden per prestare fede all'accordo stretto da bambini: il Woden's Day. 
Delle domande, però, iniziano a farsi spazio nei loro pensieri...Il Woden's Day poteva continuare fino al diploma, ma poi? Cosa ne sarebbe stato della loro amicizia senza l'unica cosa che li legava? 
Tra liti, tregue, battibecchi e incomprensioni, Woden con le sue 'teorie' e Carter con la sua 'pratica' cercheranno di trovare una soluzione al problema.

Tania Paxia vive a Bibbona, un paesino nella provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza (Magistrale) di Pisa e una delle sue grandi passioni è scrivere. 
“Nicholas ed Evelyn e il Diamante Guardiano” è il suo primo romanzo. Il racconto che lo segue “Nicholas ed Evelyn e il Dragone Carbonchio” è uscito il 1 marzo. Il secondo della serie “Nicholas ed Evelyn” è in fase di scrittura. Nel frattempo, ha scritto altri libri: “La Pergamena del Tempio” un giallo su base storica edito da Europolis Editing, in ripubblicazione autonoma il 14 agosto 2015, un paranormal “Il marchio dell’Anima EVANESCENT The Rescuer of Souls #1”, un fantasy “La cacciatrice di stelle”, una commedia romantica intitolata “Sono io Taylor Jordan!” e due romanzi rosa intitolati “Ti amo già da un po’” e “Prima che arrivassi tu”. 


Estratto del libro

Middletown – Delaware
Mercoledì, 3 settembre 2008


“E che cavolo, però. Carter!” gli tolsi di mano il foglietto sul quale aveva appuntato il nome da dare al giorno in cui, d’ora in poi, ci saremmo rivisti fuori dall’orario scolastico. Adesso che lui si trasferiva da suo padre dall’altra parte della città, perché i suoi stavano divorziando, non avremmo più avuto occasione di rimanere ogni sera l’una a casa dell’altro fino a tardi a fare i compiti, a guardare la tv o a giocare ai videogiochi (corse di auto, soprattutto). E neanche tutti i pomeriggi al parco o in biblioteca oppure al cinema di mio padre.
“Wod, ridammelo”. Mi ordinò, agitando i suoi capelli di un biondo scuro dorato, un po’ lunghi a forma di scodella rovesciata, con la riga in mezzo. Me lo strappò dalle mani con una velocità impressionante. I suoi riflessi erano eccezionali, dato che era abituato a correre con i go-kart. Non c’era verso di sorprenderlo con qualche gesto improvviso. Mai. “Devo ancora modificarlo”.
Sbuffai. “Vorrei ben vedere”, con un gesto stizzito raccolsi le braccia al petto, incrociandole. “Audrey’s Day”, scossi il capo, facendomi sbattere le lunghe trecce castane sul volto e sul collo, “è orripilante”.
“Ti ho detto che lo devo modificare, testaccia dura”. Tirò fuori la lingua per farmi una smorfia accompagnata da un mugolio, più simile a un grugnito, in realtà. Sospirò, guardandomi negli occhi castani inumiditi da un leggero velo di lacrime. Era tutto il pomeriggio che piangevo. Non volevo darlo a vedere, ma senza di lui nella casa a fianco, per me sarebbe stato un incubo. Carter era il mio amico del cuore. Però quando mi chiamava testaccia dura, mi saliva l’odio, così lo spintonai, facendolo quasi cadere sul prato di fronte a casa mia. Il nostro gioco preferito, oltre alla Play era l’azzuffamento. Di solito iniziavo sempre io, maschiaccio com’ero.
Mi lanciò un’occhiataccia delle sue, con tanto di broncio e scattò verso di me, togliendomi per dispetto il berretto rosso con la visiera al contrario. Dei ciuffi di capelli sudati mi si scompigliarono sulla fronte. Non mi presi la briga di metterli in ordine, perché ero talmente arrabbiata con lui che gli mollai un pestone sul piede destro.
“Ahhhhiiiiii”, cominciò a saltellare sul posto poggiando tutto il peso sul piede sinistro, stringendosi la scarpa destra con entrambe le mani. Aveva gli occhi chiusi e una smorfia di dolore sul volto paonazzo per via della corsa che avevamo fatto dal parco giochi.
Quando lo prendevo a pugni, il più delle volte, era per dimostrargli il mio affetto, ma non quel giorno. Lo avevo colpito con rabbia, quasi volessi sfogarmi con lui per una cosa della quale non aveva colpa. Avrei dovuto prendermela con i suoi genitori, per quella stupida decisione improvvisa: con sua madre perché aveva preferito la sua carriera di paramedico alla famiglia, mentre con suo padre perché non usciva mai dalla sua officina e dal garage della scuderia per la quale lavorava. Il meno impegnato dei due era sicuramente suo padre, con il quale Carter trascorreva la maggior parte del tempo. Questo anche quando i suoi vivevano sotto lo stesso tetto.
Raccolsi il mio cappellino da terra e me lo rimisi in testa. “Così impari a fare lo scemo”.
Carter digrignò i denti, coperti dai fili metallici dell’apparecchio. “Sei diabolica, Wod”. La sua voce ancora fine e infantile era più acuta del solito. Aveva quasi le lacrime agli occhi dal dolore. Cominciò a guardarmi in cagnesco, dopo che gli avevo risposto con una smorfia trionfante.
“Hai cominciato tu, con quel nome del cavolo. Perché non lo chiamiamo Fitzpatrick’s Day?” mi strinsi nelle spalle. “Sei tu che tornerai qui ogni mercoledì, non io”, feci la voce grossa. “Sì, dovremmo chiamarlo così”.
“Non credo proprio. Ci pensiamo un altro po’ e poi decidiamo”, sbuffò. Con un movimento fluido si rimise in piedi, ma si vedeva che era ancora dolorante. “E smettila di pestarmi i piedi. Mi servono per le gare”. Mi lanciò un’occhiata fulminante con i suoi occhi di un celeste intenso, quasi blu.
“Carter, andiamo!” la voce potente, ma gentile di suo padre lo stava chiamando dall’altro lato della staccionata bianca di legno, dove poco prima aveva parcheggiato a ridosso del marciapiede l’auto di servizio con scritto sulla fiancata ‘Officina Fitzpatrick’, per caricare nel bagagliaio gli ultimi scatoloni.
E così era arrivato il momento dei saluti.
Osservai il signor Fitzpatrick mentre gli faceva segno di raggiungerlo: indossava la tuta da lavoro grigia coperta da macchie d’olio e grasso di motore. Doveva essere venuto direttamente dalla sua officina solo per prendere Carter e le sue cose. Aveva il volto tirato in un’espressione stanca e arcigna, con la fronte corrugata coperta da qualche ciuffo sudaticcio di capelli di un biondo cenere scuro, anneriti dallo sporco.
“Devo andare”, a Carter tremò il labbro inferiore per il pianto in grande stile che era riuscito a trattenere dopo il pestone sul piede.
Annuii. Di solito ci salutavamo battendo un pugno contro l’altro, oppure con una pacca sulla schiena. Quando eravamo più piccoli ci abbracciavamo anche, però. E quella era proprio l’occasione da abbraccio. Quindi, dopo averlo guardato in cagnesco, con gli occhi appannati dalle lacrime, mi lanciai per abbracciarlo forte. In un primo momento rimase fermo, quasi sorpreso, ma poi anche lui dovette cedere e stringermi con le sue braccia esili. “Sarai sempre la mia migliore amica, Woden”, mi sussurrò all’orecchio.
“Anche tu il mio”, lo dissi con un soffio di fiato, con una vocina dolce, rotta dalla tristezza. Mi schiarii la gola con un colpo di tosse e mi discostai, prendendo le distanze.
Carter aveva il broncio, con le labbra strette e protratte in fuori. Prese un gran respiro, fissandomi negli occhi e poi, all’improvviso, si impettì, baldanzoso, ignorando del tutto gli sbuffi di suo padre. “Io Carter Fitzpatrick, prometto di incontrare la mia amica Woden Audrey Doolittle, ogni mercoledì sera. Giuro solennemente di rispettare questo accordo, anche se mi trovassi in punto di morte, rapito dagli alieni, trasformato in un vampiro, in uno zombie…”
“Carter”, cercai di fermarlo, perché quando incominciava a parlare – a dire fesserie – non la finiva più.
“O alle prese con una gara di go-kart…” continuò, senza darmi retta.
Sbuffai. “Carter”, lo richiamai di nuovo.
“O con la febbre…” non c’era verso. Quindi lo presi per le spalle e cominciai a scuoterlo.
“Carter, ho capito”, gli urlai. Tossicchiai, per poi calmarmi. “Continua”.
Mi fissò per un attimo, sbattendo le ciglia contrariato. “Dicevo”, sospirò. “Che giuro di incontrarti ogni mercoledì sera”.
Dopodiché raschiai la gola e sputai la saliva sulla mano e gliela porsi, affinché suggellassimo l’accordo. Carter contrasse il volto in un’espressione schifata, con la bocca tutta storta, pronta a pronunciare un sonoro “Bleah”. Ma alla fine fece spallucce e scaracchiò sulla mano, o meglio sbavò sulla mano con una quantità industriale di saliva, e mi strinse la mano ancora con le labbra contratte per il ribrezzo. Io gli offrii un gran sorriso di rimando.
“Beh”, si strofinò ben bene la mano sui pantaloni che gli arrivavano fino al ginocchio. “Almeno non hai proposto un patto di sangue”, sghignazzò con la sua risatina intermittente, che finiva con un grugnito.
“Carter, ultima chiamata! Tra dieci secondi me ne vado. Dieci…” suo padre, in effetti, aveva avuto sin troppa pazienza.
Carter abbassò lo sguardo, rattristato anche lui, come me. Perché sapeva che niente sarebbe stato come prima, anche se avremmo continuato a vederci comunque a scuola. Ma non sarebbe stata la stessa cosa.
“Allora ci si vede, Wod”, fece qualche passo indietro, senza perdere il contatto con i miei occhi.
“Ci si vede, Saetta”. Gli piaceva un sacco quando lo chiamavo con il soprannome che si era dato da solo. Come avevo previsto, riuscii a strappargli uno dei suoi sorrisi metallici. Poi si voltò e cominciò a correre tagliando per il vialetto, per poi uscire dal cancello in legno.
Presi un gran respiro dopo averlo visto entrare in auto. Il signor Fitzpatrick agitò la mano verso di me per salutarmi e io feci lo stesso, dopo averla pulita sulla maglietta. Fu in quel preciso istante, che capii davvero che Carter mi sarebbe mancato, più di quanto avessi immaginato. E forse anche di più.

Nuove uscite Newton Compton

Questa settimana le uscite Newton sono tantissime e un paio sono già finite in WL (Beautiful, ad esempio), mentre la mia prossima lettura sarà Lo strano caso dell'orso ucciso nel bosco.
Prendete carta e penna, perché troverete sicuramente il romanzo che fa per voi.


Beautiful
di Alyssa Sheinmel
Newton Compton

Trama
Maisie è, a detta di tutti, una ragazza carina e fortunata. Ha una vita normale, una famiglia e un fidanzato che le vogliono bene e una passione per la corsa. Una mattina però, mentre si allena, la sua esistenza cambia in modo drammatico. Vittima di un incidente, si ritrova con il viso deturpato e, anche se potrà sottoporsi a un importante intervento chirurgico, non sarà per nulla semplice, dopo, riconoscersi e ritrovare se stessa. Alyssa Sheinmel, scrittrice apprezzata dalla critica, tratta un tema importante con una scrittura potente, raccontando il dramma di una ragazza che cerca di ricostruire la propria identità, punto di partenza per poter rinascere.

***

Per sempre noi
di Sarah Dessen
Newton Compton

Trama
Sydney è cresciuta all’ombra del fratello, quasi fosse invisibile. È lui che è sempre stato al centro dell’attenzione, nella sua famiglia. Nonostante i guai che combina. L’ultimo è stato davvero grosso: si è messo al volante della sua auto ubriaco, ha investito un ragazzo e ora sta scontando un periodo di carcere. E mentre i familiari si preoccupano per Peyton, Sydney non riesce a darsi pace per la vittima dell’incidente, attirando su di sé le critiche dei genitori. Le cose per lei cambiano quando, nella nuova scuola che frequenta, fa amicizia con Layla, una ragazza effervescente che presto le fa conoscere la propria famiglia, ben diversa da quella di Sydney. I Chatham sono affettuosi e accoglienti, e stando con loro Sydney si accorge di essere finalmente accettata, apprezzata. Ma sarà l’incontro con il fratello maggiore di Layla, Mac, a fare la differenza. Lui è tranquillo, attento, protettivo, e attraverso i suoi occhi Sydney si sentirà per la prima volta vista, vista davvero.

***

I sogni son desideri
di Menna Van Praag
Newton Compton

Trama
Cora Sparks ha passato quasi tutta la vita all’interno del negozio d’abbigliamento di sua nonna Etta. Situata in una tortuosa stradina di Cambridge, la deliziosa boutique può sembrare un posto come tanti, e invece tra sete ricamate, pizzi delicati, velluti pregiati, si nascondono magici segreti: Etta cuce una stellina rossa su questi abiti preziosi, e riesce così a restituire fiducia e speranza a chi li indossa. Ma ciò che lei sogna di più è aiutare sua nipote a superare gli eventi tragici del passato e ad aprire il suo cuore a Walt, il timido libraio che la ama da sempre. Determinata a non farle perdere l’occasione per essere felice, Etta architetta un modo per infondere a Walt il coraggio di dichiararsi a Cora. Ma, quando tutto sembra avverarsi, la nonna realizza che ha scatenato una serie di eventi incredibili che cambieranno inaspettatamente la vita della nipote.

***

Ancora una volta
di Jodi Ellen Malpas
Newton Compton

Trama
Livy non ha mai provato un desiderio così intenso. L’affascinante Miller Hart l’ha ammaliata, sedotta e amata come mai nessuno prima. È arrivato a conoscere i suoi pensieri più inconfessabili e l’ha condotta in un mondo pericoloso da cui è difficile fuggire. Miller farebbe di tutto pur di proteggerla e tenerla al sicuro fino a rischiare la sua stessa vita. Eppure l’oscuro passato dell’uomo non è l’unica minaccia che rischia di compromettere il loro futuro insieme. Quando Livy scoprirà la verità sulla sua famiglia, ci sarà uno strano cortocircuito tra passato e presente. La ragazza si ritroverà così stretta tra l’appagante e struggente amore per Miller e un’ossessione ad alto rischio che potrebbe determinare la fine per entrambi…

***

Sbagliando si ama
di Lauren Layne
Newton Compton

Trama
Will Thatcher è esattamente il tipo che le brave ragazze come Brynn hanno sempre evitato. Eppure c’è qualcosa in lui che lo rende irresistibile. Quando Will si è trasferito, tre anni fa, Brynn ha giurato a se stessa che era il momento di lasciarselo alle spalle. Non ha mai pensato che Will potesse avere altri progetti…
Tornato in città, Will vuole infatti prendersi quello che ha sempre desiderato, la splendida e indimenticabile Brynn. Per anni ha tormentato l’intoccabile principessa di ghiaccio nel disperato tentativo di ottenere la sua attenzione, ma ora ha un nuovo piano: questa volta ha intenzione di dimostrarle che l’uomo che giudica non adatto per lei, potrebbe essere il miglior errore della sua vita…

***

Sortilegio
di Rachel Hawkins
Newton Compton

Trama
Proprio quando Sophie Mercer aveva deciso di accettare i suoi straordinari poteri magici, tipici di un demone, il Consiglio glieli ha tolti.
Ora Sophie è indifesa e in balia dei suoi nemici giurati, le Brannick, una famiglia di donne guerriere che dà la caccia ai Prodigium. O almeno questo è ciò che Sophie pensa, fino al momento in cui non farà una scoperta sorprendente. Le Brannick sanno che una guerra epocale sta arrivando, e credono che Sophie sia l’unico essere abbastanza potente da salvare il mondo. Ma senza la magia, Sophie non è così sicura di sé. Riuscirà a riottenere i suoi poteri prima che sia troppo tardi?

***
Omicidio a Berlino
di Joseph Kanon
Newton Compton

Trama
Berlino, 1949. A quattro anni dalla fine della guerra, la città è ancora piena di macerie. La parte occidentale sopravvive a malapena grazie ai rifornimenti che arrivano per via aerea; a est il desiderio di ricostruzione è compromesso dalla Guerra Fredda. Lo spionaggio e il mercato nero sono all’ordine del giorno. Alex Meier, un giovane scrittore ebreo, è sfuggito ai nazisti prima della guerra e si è rifugiato in America. Ma a causa degli ideali politici della sua giovinezza è ormai nel mirino di McCarthy. Di fronte alla possibilità di essere deportato e di perdere la sua famiglia, fa un affare disperato con la neonata CIA: potrà tornare in America dopo che avrà lavorato come agente segreto nella sua Berlino. Ma le cose non vanno bene: un rapimento non riuscito, un agente tedesco ucciso, e Alex si trova a essere un ricercato. Peggio ancora, scopre che il suo vero incarico è spiare la donna che ha lasciato, l’unica che abbia mai amato. Cambiare bandiera a Berlino è facile, ma ci sono limiti morali che non possono essere oltrepassati…
Un thriller avvincente che è anche una storia d’amore e che fa brillantemente rivivere un periodo oscuro della storia.

***
Scomparso
di Stuart MacBride
Newton Compton

Trama
Chiunque si sarebbe aspettato un premio per la cattura un killer spietato. O una promozione.
Ma la gratifica toccata al vice ispettore Logan McRae è il trasferimento in una zona rurale dell’Aberdeenshire, dove la routine criminale è fatta solo di qualche spacciatore, piccole rapine, sporadici atti vandalici e qualche animale scappato dalla fattoria. Fino al giorno in cui il corpo di una bambina viene ritrovato proprio alle porte della sonnolenta cittadina di Banff. Scatta subito una frenetica caccia all’uomo. Dal comando centrale di Aberdeen vogliono risposte, non importa quale sarà il sistema per ottenerle. E così, mentre i suoi colleghi setacciano la campagna palmo a palmo in cerca di qualche indizio, Logan viene trascinato sempre più a fondo nelle indagini, arrivando al centro di un vortice di segreti e strani rituali. Una sola cosa gli è chiara: stanare il colpevole metterà in pericolo la sua stessa vita.

***
Lo strano caso dell'orso ucciso nel bosco
di Franco Matteucci
Newton Compton

Trama
Un corpo senza vita giace sulla neve nell'apparente tranquillità del bosco. Accanto al cadavere, sul tronco di un albero, è stato inciso un cuore con all'interno il nome della vittima e una lettera greca. L'assassino ha lasciato la sua firma, un segno destinato a ripetersi e a seminare il panico tra i vicoli del paesino di montagna. L'ispettore Santoni, però, non riesce a indagare con la sua solita lucidità. Qualcosa - qualcuno - offusca la sua mente investigativa. E intanto il crimine continua a spandersi come una macchia di sangue, lentamente ma inesorabilmente. Gli abitanti di Valdiluce hanno paura: la loro cittadina, che una volta era un posto tranquillo e rilassante, rischia di trasformarsi nella tana di un pericoloso serial killer. Il tempo stringe per Marzio Santoni: stavolta in gioco c'è la vita di tutta la valle...

mercoledì 16 marzo 2016

Fra me e te

"Dagli altri non possiamo aspettarci o pretendere la perfezione che non abbiamo nemmeno noi. Possiamo guardare i loro difetti e arrabbiarci, oppure fare attenzione a quello che hanno di bello e fidarci, costruire qualcosa insieme"

Fra me e te
di Marco Erba
Rizzoli

Trama
Edo è arrabbiato. Detesta i suoi professori – Voldemort, la Frigida, il Cetaceo. Non ha veri amici. Odia Cordaro, la sua città. Perché è caotica e sporca, ma soprattutto perché è piena di stranieri. E lui gli stranieri non li può vedere, in particolare i cinesi. Finché non incontra Yong.
Chiara è una brava ragazza, fa volontariato, ha voti altissimi a scuola. Tiene un diario intitolato Memorie di un bruco sognatore. Per gli adulti è una da additare come esempio, per i suoi compagni è troppo seria. Finché non scopre Facebook.
Raccontata a due voci, una storia che impasta amore, amicizia, pregiudizio; che trascina il lettore fino all’ultima pagina con continui colpi di scena; che fa emozionare, ricordare, sognare; che scatta una fotografia nitidissima della vita tra i social network, la scuola, i genitori; che mette a nudo il razzismo dei finti forti e il coraggio dei fragili. Che fa diventare adolescente anche chi non lo è mai stato.

***


Fra me e te, il romanzo d'esordio di Marco Erba successo editoriale su Amazon nella prima versione ora pubblicato da Rizzoli,  è un ritratto reale, a volte crudo, del mondo degli adolescenti di oggi, ma anche dell'Italia e dei suoi conflitti.

Una trama che sembra fin troppo semplice, ma che nasconde spunti di riflessione sul diverso. Sui rapporti fra genitori e figli, sul baratro che si spalanca davanti a un bambino che sta diventando un adulto.
E al primo posto ci sono le scelte, quelle giuste e quelle sbagliate, la capacità di prendersi le proprie responsabilità e il grande dono del perdono.

Mentre si legge sembra di avere fra le mani una scatola, che ne contiene altre sempre più piccole e ogni passo avanti che fanno i protagonisti è un insegnamento. L'accettazione di se stessi e del diverso, che poi è così simile a noi nella nostra umanità. Il coraggio, che è quello di andare contro la corrente, di ribellarsi alle ingiustizie, di non voltarsi dall'altra parte. I sentimenti, che ingarbugliano il cuore e la mente e ci portano su sentieri inesplorati e difficili. Le scoperte sulla vita e sulla famiglia. La provincia che può essere bellissima se osservata con gli occhi dell'amore

Chiara mi ha lasciato un senso di forza e coraggio, lei che si credeva un bruco e che per accorgersi di essere già una farfalla ha fatto  un giro lunghissimo, costellato di sbagli, scoperte, lacrime e batticuore. Edo che si è costruito un'armatura fatta di razzismo e indifferenza, ma che si accorge che era costruita con pregiudizi  e ignoranza. E crollato quel castello di carta vive una catarsi profonda.

Lo stile di scrittura è vero, vivo, come può esserlo rivedere un po' della propria gioventù in quegli errori, in quelle speranze, in emozioni che ti strappano il cuore e ti sembrano uniche, ma anche nelle paure.

Leggetelo e capitelo. E poi, quando uscirete per strada, non guardate con diffidenza quello che vi sembra così diverso, perché è fatto di carne, sangue, emozioni come noi.

Buona lettura

martedì 15 marzo 2016

I martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè

Buon martedì, anche questa settimana con Deb di Leggendo Romance e Isa de Il Bosco dei sogni fantastici vi proponiamo alcune delle nostre citazioni preferite nella rubrica I martedì delle ragazze: citazioni e tazze di tè. Accomodatevi e servitevi insieme a noi una tazza di tè. 



Isa"Se sei un uomo di qualità, fonda la tua dimora, ama la tua sposa con passione, rendila felice per tutta la vita. Una donna dal cuore felice controlla l'energia vitale". 
Tratto dalle Massime di Ptahhotep, troviamo questo passo nel romanzo di Christian Jacq intitolato "Il Figlio di Ramses - La Tomba Maledetta" edito dalla Tre60. Mi colpisce, poiché viene citato in un momento particolare tra due dei personaggi principali: viene sottolineata l'importanza della cultura, dello studio, del rispetto verso la donna, del valore della famiglia. Forse in certe società antiche si rispettavano degli insegnamenti che, adesso, andrebbero ristudiati.

Deb«A volte scappiamo dalle cose che più desideriamo perché sono anche quelle che ci fanno più paura» 
La citazione è tratta da "La prima volta per sempre" di Sarah Morgan. Quando mi chiedono perché uno dei miei generi preferiti è il romance spesso rispondo che è proprio in questo tipo di libri che trovo frasi e sensazioni che spesso danno voce anche alle mie. Quando ho letto la citazione che vi sto proponendo mi ci sono completamente ritrovata, mi sono ricordata delle tante volte in cui la paura mi ha fatto allontanare proprio dalle cose che più volevo. Mi ha fatto riflettere nella sua verità, quanto spesso scappiamo per il timore di soffrire o per paura di lasciare qualcosa di certo per altro che non conosciamo?

Virgi"Diventa responsabile della tua felicità… Quelle parole erano un insegnamento di vita. Dovevo smettere di chiedermi: “e se…” Dovevo fare qualcosa. Qualsiasi cosa".
È tratta da "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill De Agostini.  L'ho scelta perché troppo spesso ci capita di demandare la nostra felicità ad altri quando in realtà dobbiamo essere noi i primi responsabili della gioia. È un memo da tenere appuntato e da rileggere ogni giorno



Blogtour Fra me e te: gli estratti

Che gioia potervi parlare di Fra me e te, il libro di Marco Erba che uscirà il 17 marzo per Rizzoli, e condividere con voi alcune delle bellissime frasi che ho sottolineato durante la lettura.
Quindi bando alle ciance e via alla mia tappa del blogtour


Le regole per partecipare e per provare ad aggiudicarsi una copia cartacea del romanzo sono semplicissime:
1) Iscrizione come lettori fissi ai blog che partecipano
2) Like alla pagina Rizzoli su Facebook
3) Commento a tutte le tappe

Ecco i blog che partecipano e le date 


14.03 – Words of books
Presentazione blogtour
Alcuni estratti del romanzo
Presentazione dei personaggi
Intervista all'autore
Playlist

Sono tantissime le citazioni che ho sottolineato in questo romanzo, fra tutte ho scelto quelle che -  secondo me -  meglio rappresentano come ci si sente durante il periodo dell'adolescenza

Quando sono uscita per l’ultima volta dal portone di quella scuola maledetta, il giorno degli esami, ho guar­dato il cielo azzurro. Ho sentito il caldo dell’estate che sbocciava sulla mia pelle. Ero piena di lividi ma ero viva. Ho capito che le cose possono passarti addosso senza schiacciarti.
E per la prima volta nella mia vita mi sono sentita forte e sicura.


Chissà se anche lei alla mia età era tanto incasinata, se anche lei provava questo desiderio di qualcosa di im­menso che neanche sai cos’è ma sembra sfuggirti sempre, queste emozioni che ti frustano e sembrano bruciarti.


Su una parete ho messo un grande specchio. Non puoi pianificarti la vita se non vedi bene come appari agli occhi degli altri. Perché l’apparenza è tutto, poche balle: la gente ti guarda e in un secondo si è già fatta un’idea di te, che non la scardini neanche a morire.


Perché gli adulti ci vedono tutti uguali: spavaldi, volgari, rumorosi. Siamo gente che le mamme al parco giochi eviterebbero volentieri come la peste, gente con cui avere a che fare il meno possibile. Perché gli adulti si sono dimenticati di avere avuto la nostra età.


Forse è quella cosa lì la felicità, sentirsi sicuri per­ ché c’è qualcuno che ti protegge. Forse la sfortuna più grande che abbiamo è quella di dover crescere.

Mi piace pensare di non essere solo un numero sul registro della seconda A, ma di avere dentro un pezzetto dell’u­niverso.

Non si può sempre abbassare la testa, se no finisce che calpesti qualcosa di grande che hai dentro. Non so se mi spiego, non riesco a dirtelo in un altro modo.»



a Rafflecopter giveaway

lunedì 14 marzo 2016

Viaggi da poltrona #16

Buon lunedì, io e Deb di Leggendo Romance abbiamo fatto le valigie e abbiamo viaggiato parecchio.
Volete scoprire dove siamo state mentre eravamo comodamente sedute sul divano?
Ecco la rubrica I viaggi da poltrona


Leggendo Romance
1) Ero Cardiff - Galles assieme a Lawrence e Viktoria - Il tuo cuore blindato di Stella Bright (Triskell Edizioni)
2) Sono in una baita nei pressi di Rochester con Arden, Gabirel, John e Maggie - Blackout di Alyssa Cole (HarperCollins)
3) Andrò nel mare del Nord assieme a Eschenbach e Selma, Ewald e Anna - La volatilità dell'amore di Uwe Timm (Mondadori)
Le Recensioni della Libraia
1) Ero a Playmouth Meeting vicino a Philadelphia con Steph e Nick protagonisti di Per sempre con me di J.Lynn editrice Nord
2) Sono ad Atlanta con Claire e Lydia protagoniste di Quelle belle ragazze di Karin Slaughter Harper Collins 
3) Andrò nella Gabria con i protagonisti di La saga di Wise - La porta tra i mondi 2 di Artemisia Birch Panesi Edizioni

Per sempre con me

"Abbiamo l'un l'altra. Qualsiasi cosa accada. Esiste un noi" Posò la fronte sulla mia. "E per il momento non ci serve altro"

Per sempre con me
di J. Lynn
Editrice Nord

Trama
In cuor suo, Stephanie sa di essere un’inguaribile romantica, una di quelle ragazze che crede nel colpo di fulmine e nel potere del vero amore. Tuttavia ha imparato a sue spese che è più saggio non farsi illusioni: troppe volte ha rinunciato a tutto per poi ritrovarsi da sola a rimettere insieme i pezzi del suo orgoglio. Perciò adesso preferisce concentrarsi sul lavoro e proteggere i sentimenti dietro una corazza di sfrontata sicurezza. Mai si sarebbe immaginata che un giorno si sarebbe lasciata sedurre da Nick, il barista più affascinante del Mona's pub. Bello, arrogante e sempre pieno di donne, Nick è il classico tipo da una notte e via. Eppure Steph lo travolge, col suo sorriso disarmante, con la sua forza e con l'ostinazione con cui nasconde le proprie insicurezze. A poco a poco, Nick si rende conto di non poter più vivere senza di lei. Ma, per convincere la donna più diffidente del mondo a dargli una possibilità, Nick dovrà essere pronto a togliere la maschera da playboy e a mettere a nudo la propria anima. Anche se ciò significa rivelare un segreto che rischia di distruggerlo…

***
Un libro che mi ha profondamente emozionata e che mi ha convinta dopo un po' che lo avevo iniziato, con "Per sempre con me" Jennifer Armentrout ci dimostra ancora una volta che non ne sbaglia una. Storia coinvolgente, personaggi che ci fanno battere il cuore e innamorare.

Ma partiamo proprio dalla trama, che questa volta ammetto non avermi catturata da subito. All'inizio, infatti, ho temuto fortemente che in questo romanzo l'autrice ci presentasse personaggi troppo stereotipati. Forse perché conoscendoli già entrambi mi ero fatta delle idee. Stephanie la immaginavo superficiale, sciocca e anche un po' cattivella. Di Nick non avevo un'idea abbastanza precisa, però lui già aveva fatto un po' breccia nel mio cuore. E la prima impressione su Stephanie non poteva essere più sbagliata. Andando avanti nelle pagine ho scoperto una ragazza con dei valori, spaventata dai sentimenti, a volte sì superficiale, ma senza malizia, solo tanto disinteresse. Nick è entrato ufficialmente fra le mie cotte letterarie, che ormai non conto più, ma non ci posso fare nulla se la Armentout li fa tutti così.

Superata la prima pagina si entra nel vivo di una storia e di un rapporto che mi hanno toccata profondamente e in prima persona.

Il testo scorre senza intoppi, i dialoghi sono brillanti e gli scambi di battute tra Steph e Nick sono veramente divertenti!

Non lasciatevi sfuggire nè la serie nè questo ultimo volume

La lettura di "Per sempre con me" è stata condivisa con Cristina di Lotus Heart Blog passate anche da lei per scoprire la sua opinione
Buona lettura

venerdì 11 marzo 2016

Non solo libri: gli auricolari Sudio

Buongiorno, oggi non parliamo solo di libri, ma anche degli auricolari svedesi Vasa che l'azienda Sudio mi ha gentilmente inviato affinché io potessi testarli e poi parlarvene.


Voi sapete che, oltre ai libri, un'altra delle mie passioni è la musica, per cui quando mi è stata fatta questa proposta ho subito accettato con entusiasmo. E la prima prova degli auricolari è stata subito quella musicale, dopodiché li ho testate anche nelle telefonate. Vivendo praticamente attaccata allo smartphone, per ragioni lavorative, vi posso dire che se la sono cavata alla grande. Ho potuto scrivere comodamente, guidare, truccarmi mentre parlavo al telefono. E per una donna questo è un grande vantaggio, no?
Il suono è perfetto e avvolgente, non si perde né quando si ascolta una canzone, né durante una telefonata di lavoro.


Il modello Vasa e il colore degli auricolari li ho scelti io (potevo non buttarmi su questo bellissimo tono di rosa?), ma vi assicuro che le potete trovare per tutti i gusti e tutte le tasche.
Vi dò qualche info in più
- Il filo degli auricolari è piatto, diverso dai normali auricolari, in modo tale da non far aggrovigliare i fili.
- Gli auricolari VASA sono gli unici sul mercato a possedere le estremità in alluminio di prima qualità e facilità d'uso
- Gli auricolari sono dotati di una custodia in pelle
- Il modello ha 4 diverse misure di inserti auricolari per adattarsi a ciascun tipo di orecchie.

Sudio è un marchio di lifestyle svedese, che produce e vende auricolari di alta qualità a un costo tre volte più economico di quello che si può trovare nei negozi.
Tutto è iniziato qualche anno fa. A quel tempo il mercato offriva solo cuffie nere e anonime, senza personalità, o cuffie associate ad un’immagine Hip Hop. Da lì i fondatori del marchio hanno avuto l'idea di lanciare un nuovo marchio di auricolari, moderni ed eleganti: Sudio.
Sono quattro i modelli di auricolari: Tva, Klang, Vasa e Blå. Questi prodotti sono noti come "high tech" e offrono un suono paragonabile a quello delle cuffie, ma con la praticità degli auricolari.

Ma ho anche un regalino per voi, infatti a disposizione dei lettori del blog c'è  uno sconto del 15% sui prodotti (http://www.sudiosweden.com/it/) inserendo il codice coupon: lalibraia

Fatemi sapere se vi piacciono e se li conoscevate




Segnalazioni Made in Italy

Buongiorno, ecco qualche interessante segnalazione made in Italy per tutti i gusti: paranormal romance, noir, narrativa contemporanea… Date un'occhiata

Gelo dentro 
di L.D. Blooms

Trama
Inghilterra, periodo della Reggenza, Dedrick Calder è un giovane e ricco membro della gentry, proprietario della vasta e sontuosa tenuta di Steventon Hall nel Derbyshire; tutto ciò che gli rimane della sua famiglia è la gemella Deidre, ma la sua vita solitaria sta per cambiare, perché il gentleman è in procinto di sposare la donna che ama. Poi tutto precipita e la sua esistenza muta in un modo inaspettato.
Il fuoco di un tradimento terribile gli brucia il cuore così tanto, da finire con il congelarlo per sempre.
Ora Ded è un uomo che ha perso tutto, anche se stesso e tutto quello che gli resta sono i ricordi.
I ricordi e il freddo.
Vaga per la Terra perpetuamente giovane e fuori dalla portata della Falce, nascondendo la sua natura glaciale ai mortali.
Il suo tocco ha il potere del ghiaccio, il suo respiro può scatenare tormente, le sue lacrime, troppo intorpidite per scendere si trasformano nella brina che imbianca i rami degli alberi; le foglie cambiano aspetto con il suo umore. Nella pittoresca e fredda città di Sitka, in Alaska, tutti sono curiosi di sapere cosa ci sia dietro gli impenetrabili occhi color gelo del timido e scontroso insegnante di storia che risponde sempre a monosillabi a tutte le domande che gli vengono rivolte, a meno che non si trovi in classe.
Anche la spavalda e simpatica Hope Averil, giovane ricercatrice trasferitasi l’anno prima dalla California per studiare l’impatto del Riscaldamento globale sul clima e la fauna locale, si chiede chi sia il misterioso e perennemente accigliato Ded e per quale ragione la temperatura sembri sempre diventare rigida ogni volta che lui entra in una stanza, ma si rifiuta di essere invadente: dopotutto anche lei ha i suoi segreti e c’è qualcosa nel suo sguardo di neve e brividi. Qualcosa che lei conosce in prima persona.
Forse tutti avrebbero meno domande, se sapessero che Ded si porta dentro tutto il freddo del mondo da più di 200 anni, la sua anima è lo Spirito dell’Inverno, e uno dei tanti nomi con i quali è conosciuto da sempre è Jack Frost.
Un paranormal romance mitologico che può gelare e sciogliere il cuore.


Vi segnalo che del cartaceo è già disponibile un giveaway su goodreads a questo link: https://goo.gl/ZAwLyQ

***
La zia suora
di Laura Caterina Benedetti
 Pagine (lunghezza su Amazon): 206
- Formato: e-book
- Data d'uscita: 29 Febbraio 2016
- Prezzo: € 1.90
- Editore: autopubblicazione
- Genere: narrativa, autoconclusivo


Trama
2015. Alla morte di sua zia, suora domenicana, Paolo viene in possesso di una vecchia lettera e di un medaglione raffigurante la fotografia in bianco e nero di un uomo: questi oggetti custodiscono una storia ormai appartenente al passato, ma che vale la pena di raccontare...
Anni '40. In una città in provincia di Torino sboccia il tenero amore tra Adriana e Carlo; la ragazza, tuttavia, non si sente di pronunciare la promessa di fidanzamento sotto le bombe e vuole aspettare la fine della guerra. Nell'aprile del 1945, alle soglie della Liberazione, proprio quando ogni ostacolo sembra cadere, avviene qualcosa che cambierà per sempre la vita dei due giovani.
Un amore incrollabile, un grande sacrificio: un romanzo malinconico e appassionato tratto da una storia vera.
L'e-book include "Cinque giorni alle Nuove", breve memoria biografica redatta nel 1945 da Pier Paolo M., antenato dell'autrice; parte del romanzo si basa su questo testo.
-volume autoconclusivo-

- Pagine dell'autrice:
Facebook: http://www.facebook.com/Laura-Caterina-Benedetti-397863926952672
Twitter: http://twitter.com/LauraCBenedetti
Sito: http://lauracaterinabenedetti.webs.com

***

"Il cuore di un Padre” 
di  Enrico Buongiovanni 
Editore: Nuove Esperienze 
Data di uscita: 26 maggio 2014 
Genere: Narrativa Contemporanea 
Prezzo: €14,25
Formato: libro cartaceo 

Trama
Il romanzo di Enrico ruota intorno alla figura del giovane Riccardo, di cui si narrano le vicende personali e si analizzano sentimenti e pensieri con una sensibilità davvero apprezzabile. Quella che si coglie subito fin dalle prime pagine è proprio la capacità di introspezione psicologica da parte dell'autore, che dimostra anche una profonda empatia nei confronti del suo personaggio e della varia umanità che lo circonda. L'ottica dalla quale sono filtrati i fatti e le emozioni è appunto quella di un giovane impegnato e attento alla sfera dei sentimenti, che vuole esprimere la sua visione del mondo ma al tempo stesso decifrare la realtà con un atteggiamento aperto e interlocutorio. È attraverso il ventitreenne Riccardo, sognatore ma deciso ad affrontare le durezze della vita senza alibi e senza scuse, che il coetaneo Enrico si esprime e racconta il suo mondo interiore. E lo fa con un linguaggio colloquiale e quotidiano che non scade mai nella banalità. La sua sintassi spontanea e il suo lessico infarcito di termini familiari hanno una freschezza e un'autenticità che stupiscono in un esordiente.

Enrico Buongiovanni - Nato a Pistoia il 13/11/1989, ha sempre lavorato nel ramo sociale, disabilità e alzheimer, è il secondo di sei fratelli e oltre alla scrittura è appassionato di teatro.

***

Amore Obliquo
di Maria Teresa Casella

Trama
Umberto Capasso è un giornalista, un tipo tranquillo che non ama le complicazioni. Linda Brandi è una ragazza taciturna, ambigua e molto, molto complicata. Non sembrano fatti uno per l'altra, eppure la coppia per un po' funziona. I ruoli sono ben distinti: lei fragile, sfuggente e sensuale, lui che preso al laccio la rincorre, la conforta, la spalleggia. Per amore, lui sopporta tutto. O quasi. Sopporta fino a quando una remota ipotesi si trasforma in un dubbio inquietante. Il sospetto incrina il rapporto, i due si allontanano. Nel momento peggiore della crisi interviene il fratello maggiore di Linda, Alex, amico di Umberto dai tempi del liceo, ma è un giudice parziale, in più rende conto a Monica, una fidanzata scomoda. Monica soffre a vedere Alex succube della sorella e una sera si confida con Umberto, lo mette in guardia: Linda non è quella che sembra, c’è da aver paura. Umberto non le crede, vuole aiutare Linda che sta male, perciò si rivolge a Francesca Maffei, la psichiatra che un tempo curava la ragazza. Dall’incontro tra Umberto e la Maffei, gli eventi precipitano svelando una precisa strategia d’azione. Amore obliquo è un romanzo estremo, la cruda

***

Cupido in love
di Alessandro Mazzurana
Casa editrice: Self publishing
Genere: paranormal romance
Pagine: 222
Prezzo: € 0,99
Formato: e-book
Data di uscita: 10 febbraio 2016


Trama
Leo è un giovane Cupido di Verona, consapevole del proprio ruolo e dei propri poteri. La sua vita è basata sul rispetto delle regole che ne derivano, con gli annessi privilegi o i conseguenti sacrifici. Deve favorire le infatuazioni e sposare una perfetta sconosciuta appena incontrata a Milano, per sistemare vecchi dissapori, sorti prima che entrambi nascessero, tra la sua famiglia di Cupidi e quella della futura sposa. È proprio tornando in treno dopo aver pranzato con la famiglia milanese che si imbatte in Luna, rimanendone affascinato come non dovrebbe accadere con una persona comune. Allora chi è questa ragazza che lo ha abbagliato pur mostrandosi da subito sgarbata e distaccata? È un’improbabile Cupida mai vista prima oppure fa parte dei Cinici, gli odiati nemici aventi obiettivi opposti a quelli dei Cupidi? Lo scoprirà nei giorni seguenti, così come verrà a conoscenza della ragione che sta all’origine del suo matrimonio combinato, mettendo a rischio equilibri consolidati e in dubbio il suo futuro designato, tra fughe e combattimenti, morti e rapimenti, passioni e innamoramenti in una Verona che sembra essere tornata ai celebrati fasti di Romeo e Giulietta.

Alessandro Mazzurana è nato e cresciuto a Merano (BZ). Ha nove tatuaggi sul proprio corpo che rappresentano alcune delle sue passioni più grandi: la scrittura, la musica rock/indie, l'Inghilterra e la città di Nottingham e sua figlia Amelie, nata il primo ottobre 2015.
Cupido in Love - Un amore impossibile - è la sua prima opera autopubblicata, disponibile in versione e-book.