sabato 29 aprile 2017

Test for Bookaholic: Che romanzo "cioccoltatoso" sei?

Torna l'appuntamento con i test, questo mese Deb di Leggendo Romance ed io ci dedichiamo ai libri che parlano di dolci e cibo. Siete pronti a scoprire quale sarà la vostra prossima lettura "cioccolatosa"


CHE ROMANZO CIOCCOLATOSO SEI?

venerdì 28 aprile 2017

Parola all'editore: #8 - Come scegliere l'editore giusto?

#8 L’editore giusto

Nell’ultimo post abbiamo parlato di promozione. Oggi facciamo un passo indietro. Abbiamo scritto il nostro libro, lo abbiamo letto, riletto, corretto e ricorretto. Fatto leggere e rileggere dai nostri beta reader di fiducia e abbiamo seguito i loro consigli, e ora? Dobbiamo cercare un editore che ci pubblichi!

#IocomeJaneAusten party: Emma, il fauno e il libro dimenticato - Emma



Oggi parliamo di un libro molto particolare:"Emma, il fauno e il libro dimenticato" di Mechthild Gläser edito da Giunti, un romanzo che omaggia una delle scrittrici che amo di più Jane Austen


Emma, il Fauno e il libro dimenticato
di Mechthild Gläser

Giunti 

Trama
Emma frequenta il collegio di Stolzenburg, ospitato in un suggestivo castello oggetto di saghe e leggende.
Nella vecchia biblioteca, scopre un’antica Cronaca con uno straordinario potere: tutto ciò che viene scritto nelle sue pagine diventa realtà. Emma inizia subito ad annotare i suoi desideri ma non sempre le cose vanno per il verso giusto…
Inoltre, nelle pagine del libro, legge gli scritti di una ragazza misteriosamente scomparsa quattro anni prima. Gli avvenimenti provocati dalla sua penna si intrecciano con la ricerca della ragazza, in un susseguirsi di colpi di scena, innamoramenti, amicizie e avventure.
Un romanzo divertente, storia d’amore e racconto fantasy, che si legge tutto d’un fiato. Una versione moderna delle indimenticabili eroine di Jane Austen.

mercoledì 26 aprile 2017

Libri & cucina con Francesca: corse contro il tempo

Questa settimana mi viene in aiuto la mia amica Laura e la sua torta dei cinque minuti, che io ho adatto per i Bimby addicted come me! Una torta davvero semplicissima, ma gustosa, che ho accompagnato con una veloce e altrettanto golosa salsa al cioccolato, anche per darvi un'idea su come smaltire il cioccolato delle uova di Pasqua: si può fare infatti sia con il fondente che con il cioccolato al latte.
Pensando a corse contro il tempo e colpi di scena, mi è subito venuto in mente un libro celebre da abbinare: Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne.
Buon appetito e buona lettura!

Il giro del mondo in 80 giorni
di Jules Verne
Bur 


C’È STATA UN’EPOCA IN CUI SI VIAGGIAVA SOLO IN CARROZZA, NAVE O TRENO. FATE VOLARE FINLÌ LA FANTASIA ED ECCOVISULLE TRACCE DI PHILEASFOGG, IL GENTILUOMO CHE GIRÒ IL MONDO IN OTTANTA GIORNI, VINSE UNA SCOMMESSA E TROVÒ L’AMORE.

Anteprima: Accadde una notte d'estate

Oggi voglio segnalarvi un'uscita del 2 maggio a cui tengo particolarmente perché porta la firma di una blogger e scrittrice che stimo molto e che finalmente sono riuscita ad abbracciare in occasione di Tempo di Libri a Milano. Segnatevi questa data: 2 maggio perché troverete Accadde una notte d'estate di Rosy Milicia edito Amazon Publishing

Accadde una notte d'estate
di Rosy Milicia
Amazon Publishing

Trama
I colori intensi del mare siciliano, i suoni esotici del dialetto, il gusto delle granite al limone, il profumo di libri sfogliati e riletti all’infinito. È questo il mondo di Eva Catalano, la chiù bedda fimmina di San Saba, che tutti in paese conoscono.
La tranquilla esistenza di Eva è fatta anche e soprattutto di parole: le scrive nei romanzi che sogna di pubblicare, le compone nelle canzoni in dialetto dei Dintra ’u Focu, le custodisce nel fondo della propria anima e a volte fanno male. Quel dolore nasce dal passato e si chiama Massimo De Santis: amico di infanzia e compagno di ogni estate, il suo primo amore, uscito ormai dalla sua vita da oltre dieci anni.
Un giorno Massimo riappare: il ricordo di un bacio sarà sufficiente a riallacciare i sottili fili del loro legame?
Rosy Milicia ci regala un appassionante romanzo che ha il profumo dolce di una stranizza d’amuri: un incredibile viaggio delle seconde opportunità, un’irresistibile forza che presto coinvolgerà vecchi e nuovi amici... Ne nasceranno altre emozionanti storie d’amore?
Bio
Rosy Milicia è una giovane siciliana che studia giornalismo e “da grande” vuole fare la scrittrice. Crede nei sogni e nella forza di volontà, divora parole, ama i libri dal retrogusto nostalgico e si sente una giapponese mancata. Quando non si allena, si dedica al suo blog letterario: il Dragonfly. Accadde una notte d’estate, il suo primo romanzo con Amazon Publishing, “ha il sapore della vita bella” (Amabile Giusti).

Blogtour: Dieci motivi per leggere Obsession


Si conclude qui il blogtour dedicato ad Obsession lo spin-off della serie Lux nata dalla penna di Jennifer Armentrout

Obsession
di Jennifer Armentrout 
Giunti

Trama
Serena Cross aveva accolto con scetticismo il racconto della sua migliore amica, convinta che il figlio di un potente senatore fosse coinvolto in un incredibile complotto. Ma, dopo avere assistito con i propri occhi all'omicidio dell'amica, Serena non può più dubitare: è lei stessa in pericolo. Così accetta suo malgrado la guardia del corpo che il Dipartimento della Difesa le assegna perché vegli sulla sua sicurezza: Hunter. Arrogante, prepotente, eppure terribilmente affascinante... Ma se lui conosce a memoria il dossier di Serena, lei ignora tutto del suo protettore. Soprattutto il fatto che il più grande pericolo per lei potrebbe essere proprio Hunter.

10 MOTIVI PER LEGGERE OBSESSION 


1) Hunter - Potrebbe essere anche l'unico e solo motivo, perché Hunter è il mio nuovo super fidanzato di carta con il suo carattere arrogante, senza peli sulla lingua, ironico ed esplosivo. È bello bellissimo, letale e super sexy. E a me manca già un sacco.

2) Nuovi punti di vista -  Finalmente conosciamo la storia da altre voci. Abbiamo sempre immaginato gli Arum come creature cattive, senza cuore... Grazie a Obsession leggiamo tutt'altro, perché si sa prima di prendere una posizione bisogna ascoltare tutte le campane. E diciamocelo, quella di Hunter non è niente niente male.

3) Incontri speciali - A un certo punto potrete incontrare vecchie conoscenze che è sempre un piacere poter riabbracciare. La storia di Hunter e Serena, infatti, si inserisce a circa la metà della serie Lux.

4) Serena È una protagonista con gli attributi. Tutti la vogliono morta, scopre cose che farebbero gridare per giorni interi chiunque, si ritrova come babysitter un uomo estremamente pericoloso e ha ancora la forza di ribellarsi. Vai così Serena! (Poi è bassina e burrosa: ragazze è una di noi).

5) Cose da adultiRispetto al resto della serie, la storia narrata in Obsession è più adulta: il rapporto tra i due si evolve in fretta e va parecchio oltre i primi baci... parecchio! Hunter è un uomo molto focoso.

6) Azione e colpi di scenaNon vi annoierete di certo, la Armentrout ci regala una storia che non lascia molti attimi per riprendere respiro: azioni e battaglie si mescolano a una parte più romantica (ma non troppo). Insomma un mix a cui è impossibile dire di no.

7) Gli alieni più fighi dell'universoPossiamo dirlo con certezza: i Lux e gli Arum sono gli alieni più sexy e fighi in assoluto, che quasi quasi un rapimento alieno non mi dispiacerebbe.

8) Cattivi cattivissimi - Sono potenti, letali e disposti a tutto pur di perseguire i propri scopi. Metteranno veramente alle strette i nostri due protagonisti, tanto che dovranno davvero faticare per provare ad uscirne indenni. Ci riusciranno?

9) Libri che si leggono tutti d'un fiato - Cercate un libro che vi trascini in una storia impossibile da mollare, ma che al tempo stesso sia veloce da leggere? Obsession è quello che fa al caso vostro. Occhio però, potrebbe procurarvi un'insonnia librosa: non potrete dormire fino a quando non sarete arrivati alla parola fine.

10) Santissima Armentrout - Questa autrice sforna libri bellissimi, popolati dagli uomini dei nostri sogni e che trasmettono messaggi importanti. In questo ci fa capire che l'amore è amore: non importa chi, come, quando: se il sentimento ci travolge tutto il resto scompare.



Questo blogtour finisce qui, ricordatevi di partecipare e di provare ad adottare copia di Obsession e una autografata di Oblivion 1



a Rafflecopter giveaway




Blogtour: Nerofumo e cenere - La moda dell'epoca



Oggi andiamo nell'Inghilterra dell'Ottocento a scoprirne la moda, grazie al blogtour del romanzo "Nerofumo e cenere" di Dan Vyleta edito da Mondadori, ma prima scopriamo il libro.

Nerofumo e cenere
di Dan Vyleta
Mondadori

Trama
In un'Inghilterra dickensiana, cupa e corrotta, le persone che compiono atti o hanno pensieri malvagi sono marcate da un segno: il Fumo ne ricopre i corpi rendendo visibile a tutti il loro peccato. L'aristocrazia sembra non produrre Fumo, a riprova della propria virtù, mentre le classi più povere sono avvolte dalla nebbia e dalla cenere.
In un collegio illustre gli studenti vengono educati da insegnanti crudeli che abusano del potere del Fumo e intrecciano strani rapporti con il governo. I ragazzi crescono nel terrore e nel rimorso, e quando vengono condotti per la prima volta a Londra scoprono che la città è immersa nel fumo più cupo, impiccagioni e paura li attendono agli angoli delle strade.
Thomas, che viene da una famiglia povera, è tormentato dalla vergogna di portare in sé un peccato indelebile a causa delle proprie origini. Charlie, il suo migliore amico, decide di invitarlo a passare il Natale dalla ricchissima zia, lady Naylor, per distrarlo dai suoi cattivi pensieri. Ma Thomas ha già visto lady Naylor, non era forse lei la donna che raccoglieva il Fumo dal corpo di un'impiccata nelle strade di Londra?
Thomas, Charlie e la cugina Livia capiscono presto che il Fumo potrebbe essere solo un inganno, un passatempo per dilettare i ricchi o uno strumento di potere. E se tutto quello che viene insegnato a scuola non fosse altro che una bugia?
La facciata immacolata del collegio precipita, e i tre, se vogliono salvarsi la vita, devono scappare. Ma sono del tutto impreparati al mondo fuori. Li aspettano triangoli amorosi, fughe, soffitte piene di lussuosi intrighi e laboratori nascosti, rivoluzionari e polizia segreta, fanatici religiosi e scienziati, madri che adorano i figli e detestano le figlie. Assassini. Inaspettati alleati e traditori insospettabili. Un romanzo che è un tour de force d'immaginazione, avventura e suspense.

LA MODA DELL'EPOCA 

Siamo nell'Inghilterra dell'Ottocento, in quell'Inghilterra dove il divario fra ricchi e poveri è grandissimo e dove il crimine è all'ordine del giorno. Ma com'era la moda dell'epoca?

DONNE
Ovviamente la moda, allora come oggi cambiava, spesso nel corso dei decenni: quindi ciò che piaceva negli anni Trenta dell'Ottocento, non era più sulla cresta dell'onda nel 1860.
Tra gli anni Quaranta e Cinquanta del secolo gli abiti erano caratterizzati da maniche ampie e voluminose e i vestiti erano semplici e dai colori pallidi. Nel corse del 1850 il numero delle sottogonne diminuì per lasciare spazio alla crinolina. Nello stesso periodo aumentò anche l'ampiezza della gonna. Intorno al 1860 le gonne divennero più piatte sul davanti e più gonfie dietro. Gli abiti divennero più stretti. Verso la fine del 1800 la moda imponeva colli alti.









UOMINI
Negli anni Quaranta dell'Ottocento gli uomini indossavano lunghi cappotti aderenti, gilet e giubbotti. Camicie di lino o cotone con il colletto basso che a volte veniva rivolto verso il basso indossate con cravatte normali o ampie. Negli anni 50 si passò a camicie con colletti alti e cravatte legate a fiocco o con un nodo. Per i borghesi restano i cappelli a cilindro, mentre gli operai indossano quelli a bombetta. Negli anni Sessanta si passò a frac accorciati al ginocchio e indossati per gli affari. Invece gli anni Settanta videro aumentare la popolarità dei tre pezzi  e le camicie con tessuti di fantasia. Dalla fine del secolo è stato introdotto il blazer.

È stata un'epoca sicuramente difficile, ma anche affascinante. A voi piacerebbe indossare anche solo per un giorno uno di quegli abiti?






Continuate a seguire il blogtour, ecco il calendario




martedì 25 aprile 2017

Blogtour: Nero Caravaggio - Mistero e opere del Caravaggio



Oggi parliamo di un giallo italianissimo e lo facciamo analizzando le opere del Caravaggio e i misteri legati a questo artista, ma prima il libro.

Nero Caravaggio
di Max e Francesco Morini
Newton Compton

Trama
Ettore Misericordia è il proprietario di una storica libreria di Roma. Autodidatta coltissimo, conosce tutti i segreti della città eterna. È anche un grande appassionato di gialli e un detective dilettante dal formidabile intuito, tanto che l’ispettore Ceratti se ne avvale spesso per i casi sui quali indaga. Perciò non esita a informarlo quando nella basilica di Sant’Agostino, proprio accanto Piazza Navona, viene ritrovato un cadavere davanti a uno dei capolavori del Caravaggio, la Madonna dei Pellegrini. Si tratta di Paolo Moretti, pugnalato alle spalle con uno strumento per incisioni. Misericordia non perde un attimo e si reca sul luogo del crimine insieme al suo amico-collaboratore “Fango”. Ma il caso non è di facile soluzione perché le prove per un’accusa non ci sono. Almeno fino a quando la moderna coppia Holmes-Watson non scoprirà inquietanti particolari che legano i protagonisti della vicenda al Caravaggio. Nella vita del tormentato genio del Seicento si nasconde forse la chiave per far luce sul delitto?
Un misterioso delitto si consuma davanti a un’opera del pittore maledetto L’arte può diventare una passione pericolosa…


Mistero e opere del Caravaggio 

Michelangelo Merisi o Amerighi è noto come il Caravaggio, è uno dei più celebri pittori italiani ed è vissuto fra il 1571 e il 1610.
Una vita breve e vissuta da lui con un animo irrequieto. Una data cruciale, ad esempio, fu quella del 28 maggio 1606 quando responsabile di un omicidio durante una rissa e condannato a morte fu costretto a scappare per sempre. 
Il suo stile pittorico è molto particolare: spesso gli sfondi sono scuri, i corpi hanno una forma tridimensionale e l'illuminazione è molto teatrale. Pochi i quadri in cui viene dipinto lo sfondo.
Il suo mito crebbe in vita, tanto che fu proprio un mito per i pittori della sua generazione. Ebbe diversi guai con la legge, alcuni particolarmente gravi, come quello che lo portò a dover fuggire perché condannato alla decapitazione che poteva essere eseguita da chiunque lo incontrasse per strada. In quel periodo nelle sue opere dipingeva spesso teste mozzate.
Morì a Porto Ercole a causa di un'infezione intestinale che era stata trascurata. Pare che stesse attendendo il condono papale che lo avrebbe reso un uomo libero.
Teorie più recenti, invece, affermano che fu assassinato da emissari dei Cavalieri di Malta con il tacito assenso della Curia Romana.

Sono tantissime le opere realizzate nel corso della sua vita, io ne ho scelte alcune: 

Bacco


Fanciullo con canestro

Amor vicit omnia


Voi conoscete il Caravaggio? Io lo apprezzo moltissimo come artista, ma non conoscevo la sua vita sicuramente affascinante e piena di avventure.
Continuate a seguire il blogtour.


lunedì 24 aprile 2017

Viaggi da poltrona #72

Buon lunedì, io sono reduce da tre giorni di autori, libri e amiche speciali. La settimana riprende il via con i Viaggi da Poltrona...
Deb di Leggendo Romance ed io vi diciamo le nostre mete, aspettiamo le vostre


DEB - Leggendo Romance
1. Ero a Stolzenburg, in Germania con Emma di “Emma, il fauno e il libro dimenticato” di M. Gläser – Giunti
2. Sono con Claire Hardys Walk con Luren di “Una fredda mattina d’inverno” di Barbara Taylor Sissel – Newton Compton Editori
3. Tornerò in Italia con Step, Gin e Baby di “Tre volte te” di Federico Moccia – Casa Editrice Nord



VIRGI - Le Recensioni della Libraia
1) Ero nella campagna francese e nella Parigi di fine Ottocento con Marguerite e Vincent di "Il valzer degli alberi e del cielo" - Salani
2) Sono in America con Hunter e Serena di Obsession di Jennifer Armentrout - Giunti
3) Andrò a Stolzenburg, in Germania con Emma di “Emma, il fauno e il libro dimenticato” di M. Gläser – Giunti

mercoledì 19 aprile 2017

Recensione: La più amata

 «Avrei voluto che quell’anno succedesse qualcosa, che qualcuno mi facesse del male, mi picchiasse, violentasse, si macchiasse di una colpa, a cui potesse seguire una vendetta, avrei voluto essere qui, oggi, vittima dignitosa, ad accusare tutti. 
Purtroppo l’anno in cui mamma dormiva non è successo niente, buonanotte bambini. Notte. E di nuovo mattina. Teresa Ciabatti, rassegnati, non sei tu la protagonista di questa storia, non sei protagonista di niente».

La più amata
di Teresa Ciabatti
Mondadori

Trama
Mi chiamo Teresa Ciabatti, ho quarantaquattro anni e non trovo pace. Voglio scoprire perché sono questo tipo di adulto, deve esserci un'origine, ricordo, collego. Deve essere successo qualcosa. Qualcuno mi ha fatto del male. Ricordo, collego, invento. Cosa ha generato questa donna incompiuta?


“La più amata”  di Teresa Ciabatti edito Mondadori è un libro che o piace o non piace. Non può esserci una via di mezzo. 
La storia dell’infanzia della scrittrice vista con gli occhi di una bambina molto amata dal padre, ma che in realtà appare come una ragazzina viziata fin dai primi anni di vita per non farle perdere il ruolo di “figlia del Professore”, uno degli uomini più potenti della Toscana degli anni Settanta e Ottanta. 
Un ruolo che, però, i suoi compagni di scuola di Port’Ercole non le hanno mai riconosciuto, lasciandola in disparte o peggio ancora, prendendola in giro per il suo modo di vestirsi e la sua corporatura. 


«Potrebbe essere stato tutto, mio padre, prima di mia madre. [...] Pensavo che mi amasse immensamente, che fossi io l'amore della sua vita, che a me, solo a me avesse raccontato tutto. Invece non mi aveva raccontato niente».

Questo libro può essere visto come un atto di coraggio, nell’esporsi in prima persona mettendo “in piazza” le proprie debolezze e incompiutezze, di donna e di madre, esponendo il passato della propria famiglia facendo nomi e cognomi (e indirizzi), rivelando aspetti della vita di un genitore non esattamente condivisibili (massoneria, P2, ecc.). 


«...e solo ora, in questo presente, mi arrivano le risate dal passato - guarda la cicciona che vestito - mi arrivano le parole che non ho sentito allora - poverina però. E mi rivedo quindicenne uscire di casa, cappotto nero di mamma, vestito a rigoni, mi rivedo traballante sulle scarpe mezzo tacco, le prime scarpe col tacco, risento l'emozione di quella prima festa».

Oppure può essere visto come un mero esercizio di auto-analisi, che non lascia emotivamente nulla al lettore. 
Il freddo di una scrittura auto-referenziale vs il calore dell’immersione nel proprio passato alla ricerca dei motivi che hanno portato una persona ad essere così com’è

Punti di vista. Gusto personale. Sicuramente un libro su cui dibattere.

Buona lettura

- ANNALISA - 


Release Party: The Glittering Court



Esce oggi per Edizioni LSWR The Glittering Court, il libro di una nuova serie fantasy ambientata a metà tra il mondo elisabettiano e la frontiera.
A firmarlo la talentuosa Richelle Mead autrice numero uno di bestseller internazionali come L'Accademia dei Vampiri.
Pronti a scoprire la trama?

The glittering court
di Richelle Mead
Edizioni LSWR

Trama
Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l’opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l’aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d’interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos’altro: l’occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell’oceano.
Dopo un incontro fortuito con l’affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente – o meravigliosa – è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte


Potete seguire il profilo instagram della serie: glitteringcourt_ita 

Blogtour: La piccola libreria sulla Senna - Focus on: Sophie e Parigi


Seconda tappa per il blogtour dedicato a La piccola libreria sulla Senna di Rebecca Raisin edito da Piemme e in uscita ieri 18 aprile. Prima di concentrarci sulla mia tappa, scopriamo di più sul libro

La piccola libreria sulla Senna
di Rebecca Raisin
Piemme

Trama
Sarah vive in una cittadina del Connecticut, dove gestisce una deliziosa e accogliente piccola libreria, con tanti libri e purtroppo sempre meno clienti. Gestisce anche la faticosa relazione a distanza con un fidanzato reporter che non c'è quasi mai. Sophie, invece, vive a Parigi; ha un'incantevole libreria chiamata "C'era una volta", ed è appena tornata single. Un giorno, Sarah e Sophie si incontrano virtualmente su un blog di libraie. Ben presto nasce un'amicizia, e con l'amicizia un'idea: scambiarsi le case, e le librerie, per sei mesi. Un'opportunità irresistibile per Sarah, una nuova magica città, che la accoglie con i suoi colorati quartieri, le stradine e i ristoranti, e un lavoro che conosce bene - per cui anzi ritroverà la passione, affezionandosi agli strambi e teneri clienti di Sophie...

FOCUS ON: SOPHIE E PARIGI 



Sophie è la proprietaria di Il était une fois (C'era una volta), una famosa libreria sulla Senna a Parigi. 

Ha poco più di 45 anni, è una persona molto dolce, affascinante, ama i libri e li definisce "magie portatili e balsami dell'anima".


Ha da poco subito una grossa delusione amorosa: aveva una relazione con un ragazzo poco più che ventenne, che si è rivelato un donnaiolo che non solo le ha spezzato il cuore, ma lo ha anche calpestato ripetutamente. E si è fidanzato con la vicina di negozio.
Per Sophie andare ad Ashford al posto di Sarah è un modo per ricominciare a vivere
È lei che le fa la proposta di scambiarsi libreria, perché vuole cambiare aria e non rischiare di innamorarsi più.

Parigi e C'era una volta, però in realtà il lettore le scopre con gli occhi di Sarah che rimane affascinate dalla bellezza della città, dalla sua immensità. Così come la colpisce la libreria: immensa e stipata, con una storia antica alle spalle. Una libreria dove ci si può perdere...






Siete curiosi di scoprire di più in merito a questo libro? Non dimenticatevi di seguire il blogtour, domani vi aspetta una nuova tappa su Il Colore dei Libri
Inoltre vi ricordo che una copia cerca casa, basta compilare il form qui sotto e seguire tutte le indicazioni


a Rafflecopter giveaway


martedì 18 aprile 2017

Review Tour: Ti vedo per la prima volta


Oggi esce il nuovo romanzo di Diego Galdino: "Ti vedo per la prima volta" edito da Sperling&Kupfler. Noi lo abbiamo letto in anteprima... volete conoscere la nostra opinione?
Oltre alla mia recensione sbirciate quelle di Bookish Advisor, Le Lettrici Impertinenti, Il Colore dei Libri e Il Bello di Essere Letti.


«Ho pensato per giorni al modo in cui affrontare questo racconto. È come un cerchio intorno alla mia vita, e chi può dire da dove inizia una circonferenza?»


Ti vedo per la prima volta
di Diego Galdino
Sperlin&Kupfler

Trama
Josephine ha grandi occhi verdi e un sorriso contagioso, nonostante la vita l'abbia presto messa alla prova costringendola a convivere con una malattia che le rende difficili anche le azioni più semplici, e che lei esorcizza tramite la fotografia, grazie a una vecchia polaroid appartenuta a sua madre. Anche se lei, in realtà, sua madre non l'ha mai conosciuta. Anzi, l'ha creduta morta per anni e, quando ha scoperto la verità, ormai era troppo tardi. In compenso però ha trovato una nuova famiglia: tre fratellastri di cui non ha mai sospettato l'esistenza. Carlotta, Emilia e Lorenzo. Arrivata a Roma per scoprire qualcosa di più del suo passato e del suo inaspettato presente, Josephine è subito stregata dal romanticismo della città eterna. Abituata a guardarne le immagini in televisione o al cinema o sui libri, vedere dal vivo tanta meraviglia le dà quasi alla testa. Così, mentre il suo cicerone d'eccezione, Lorenzo, la guida attraverso i luoghi preferiti dalla madre e alla scoperta di incantevoli angoli nascosti, Josephine deve ammettere a se stessa che è pressoché inevitabile innamorarsi di Roma, così come di quel ragazzo dagli occhi gentili...

Cover reveal: "Dove vai tu" di Benedetta Cipriano

Oggi partecipo con entusiasmo al cover reveal del nuovo libro di Benedetta Cipriano, un'autrice che mi aveva già colpita con il suo "Lacrime in collisione" (QUI trovate la mia recensione)
Il nuovo libro è "Dove vai tu" che sarà pubblicato dal 13 maggio, segnatevi la data.

Ecco le magnifiche copertine, sia in versione ebook che in quella cartacea


domenica 16 aprile 2017

Blogtour: Un disastro perfetto - Playlist, una canzone per ogni momento


Buona domenica, alzate il volume e godetevi questo viaggio musicale all'interno di Un disastro perfetto, ultimo libro della serie dedicata ai fratelli Maddox nata dalla penna di Jamie McGuire e pubblicata da Garzanti. Ma prima scopriamo il libro

Un disastro perfetto
di Jamie McGuire
Garzanti

Trama
Ellie ha appena finito il college quando, a una festa, incrocia lo sguardo magnetico di Tyler Maddox. Quei profondi occhi nocciola la affascinano. Ma si sa che Tyler ha il pugno facile e ama circondarsi di ragazze sempre diverse. In una parola, è il ragazzo sbagliato. Eppure c’è qualcosa di più in lui. Quando sfiora le sue mani, Ellie riconosce un’inaspettata dolcezza. E nel suo caldo abbraccio trova la sicurezza di cui ha bisogno. Un punto di riferimento incrollabile. Solo lui è in grado di leggere nel suo cuore. Del resto, è un Maddox. E i Maddox, quando s’innamorano, amano per sempre. Ellie, però, ha troppa paura di lasciarsi andare. Ha paura di fidarsi. Tyler potrebbe far cedere le sue difese e irrompere nella sua vita come un fiume in piena. Ha bisogno di tempo. Non può permettersi di sbagliare. Perché quando c’è di mezzo l’amore, tutto diventa inevitabilmente più complicato.

Ecco i libri che compongono la serie
1 - Uno splendido disastro
2 - Il mio disastro sei tu
3 - Un disastro è per sempre
4 - Uno splendido sbaglio
5 - Un indimenticabile disastro
6 - L'amore è un disastro
7 - Il disastro siamo noi
8 - Un disastro perfetto




Ho suddiviso questo libro in base ai momenti che mi hanno emozionata di più o che ho trovato importanti ai fini della storia. Ammetto di averne scartati alcuni per non spoilerarvi troppo quello che succede... In alcuni casi troverete anche le citazioni che mi hanno maggiormente colpito
Pronti a intraprendere questo viaggio musicale?

1) Festa 
Il primo incontro fra Tyler ed Ellie, così simili fra loro, avviene a una festa a casa di lei.





2) Cambiamenti
La vita deve prendere un'altra strada per Ellie, perché la distruzione è troppo vicina e pericolosa

«I problemi non scompariranno finché non li affronterà. Riconosca i suoi errori e poi faccia ammenda»



3) Doppio
Un momento molto particolare, dove le cose si confondono... per ovvi motivi non vi dico di più 




4) Nuove esperienze e nuova vita
Quando si scopre qual è la strada che fa per noi il senso di infinito che riempie il cuore è immenso

«Eravamo bloccati in un momento che non avevo mai vissuto: non sciavo sulla cima di un monte, non volavo con una moto d’acqua al largo delle spiagge thailandesi e non stavo scalando il Machu Picchu. Ci trovavamo in cima al mondo, in tutti i sensi, ed eravamo l’unica barriera tra il fuoco e le case che scorgevo da quel punto di osservazione. Con la macchina fotografica in ma- no, congelata, a un chilometro dall’incendio che avrebbe potuto bruciarmi viva, alla fine avevo trovato quello che nemmeno sapevo di cercare».


5) Turbamento
Ci sono momenti difficili fra i due, soprattutto per comprendere i sentimenti...

«Adoravo e nello stesso tempo detestavo quando mi toccava così, come se fossimo intimi, come se gli appartenessi. Tyler era la mia nuova droga, come flirtare con il fuoco sui monti, sfidare il pericolo e aspettare di bruciarsi».


6) Confessioni
Le rivelazioni della mattina sono le più profonde, soprattutto dopo notti di passione e di ragionamenti

«Avevo i tuoi capelli del cavolo dappertutto. Ho avuto un bel po’ di difficoltà a togliermeli dalla faccia. Poi sono ricaduti a ventaglio circondandoti il viso e le spalle. Avevi un’aria così serena. È successo, e basta.» 
Ero perplessa. «Di cosa stai parlando?» 
Mise il broncio e mi rivolse uno sguardo disperato. «Mi sono innamorato di te. Va avanti da un po’. Ho cercato di non farlo.» 
«Sei innamorato di me», dissi. 
«Sono innamorato di te», ripeté lui. Era più una confessione che una dichiarazione. Avevamo deciso insieme come impostare il nostro rapporto, e lui stava rovinando tutto».





7) Dolore e dipendenza
La storia di Un disastro perfetto è soprattutto una storia di cambiamento e di superamento della dipendenza

«Non ci sarà mai un momento giusto se bevi ogni volta che sei sconvolta. Le brutte cose accadono. Devi imparare ad affrontarle senza l’alcol. Io ti amo comunque, Ellie, ma devi svegliarti.»



8) Viaggi verso la salvezza
Se si ha il coraggio si può scegliere di cambiare il proprio destino


Si allacci la cintura, signorina Edson», disse l’autista. «Ci aspetta un lungo viaggio.» 
Annuii. Non sapevo dove mi stesse portando ma piansi per tutta la strada. 


9) Cuori cuori cuori
Momenti da batticuore, fazzoletti e wow
Perché alla fine ci si salva insieme




Spero che questo viaggio musicale vi sia piaciuto, vi ricordo di compilare il form qui sotto perché tre copie cercano casa





a Rafflecopter giveaway

E non dimenticatevi di seguire le prossime tappe, perché il blogtur non finisce qui


venerdì 14 aprile 2017

La parola all'editore: la promozione

#7 La promozione

Abbiamo pubblicato il nostro libro: evviva! Con un editore o in self-publishing, non importa: evviva! E ora? Il libro mica si vende da solo…
Ora inizia la fase della promozione del libro. A prescindere dal canale attraverso il quale si è arrivati alla pubblicazione, è necessario, se non fondamentale, che l’autore sia attivo in questa fase, delicata quanto quella di redazione.

La promozione di un editore piccolo/medio spesso consiste nell’invio a blog letterari e siti di cultura del comunicato stampa con la segnalazione della pubblicazione (o delle pubblicazioni, del mese, della settimana, del trimestre…) e in pubblicità sui canali social (Facebook primo tra tutti, Twitter, Instagram, Google+, ecc.), ed è una fase che dura relativamente poco, non per disinteresse nei confronti del libro, ma perché si ha la necessità di lavorare sulle uscite successive, il tempo è poco, il personale è poco, il lavoro è tanto.



Per questo è importantissimo che l’autore usi le sue conoscenze e le sue capacità per far promozione al proprio libro. Del resto, chi più dell’autore ha desiderio che il libro sia letto?
Ma come fare?
Senza essere troppo insistenti, usiamo il canale su cui passiamo più tempo in tutta la giornata: Facebook! Condividiamo la notizia, magari direttamente dalla pagina o dal sito dell’editore, oppure dalla libreria in cui è in vendita (Amazon, per esempio): inserire il link diretto alla pagina di acquisto è un incentivo per gli internauti un po’ pigri! Può essere utile creare una pagina dedicata alle nostre opere, sulla quale pubblicare recensioni, estratti, offerte. Possiamo anche metterci in contatto direttamente con i tanti bookblogger che popolano il web, proponendo (e mai imponendo!) la lettura del nostro libro per un’eventuale recensione.
Oppure, se proprio non abbiamo tempo, voglia o le conoscenze adatte, possiamo rivolgerci a chi lo fa di mestiere. Possiamo cercare “promozione libri” o “social media marketing” e otterrete diversi indirizzi di agenzie o provati pronti ad offrirci i loro servizi.
Fare promozione non è semplice e necessità di tempo. Ma è un tempo che dedichiamo al nostro libro, perciò mettiamo impegno, buona volontà e, mi raccomando… tanta umiltà! 
Buona promo!


giovedì 13 aprile 2017

Segnalazione: Il collezionista

In ebook da oggi e in cartaceo dal 20 il thriller Il collezionista firmato da Nora Roberts ed edito da TimeCrime

Il collezionista
di Nora Roberts
TimeCrime

Trama
Il lavoro di Lila Emerson consiste nel badare alle case altrui in assenza dei proprietari. Un’occupazione all’apparenza semplice e senza particolari implicazioni. Questo almeno è quello che ha sempre pensato fino al giorno in cui, guardando fuori dalla finestra, assiste a un omicidio: una giovane donna precipita nel vuoto, da un appartamento in cui verrà poi trovato il cadavere di un uomo, Oliver Archer. Le prove fanno da subito supporre che si tratti di un caso di omicidio-suicidio, ma Ashton Archer, fratello dell’uomo e noto pittore, è convinto dell’innocenza di Oliver, incapace, a suo dire, di commettere una tale atrocità. La sola persona che può aiutarlo nella ricerca della verità è Lila, unica testimone oculare, ma quello che nasce tra i due è qualcosa che va oltre una complicità investigativa. I loro destini si ritrovano così indissolubilmente legati in un gioco più pericoloso di quanto immaginassero, dove le dinamiche criminali s’intrecciano al traffico illegale di oggetti d’arte, in un mondo oscuro in cui la vita può valere meno di un cimelio

 BIO
Con più di quattrocento milioni di copie vendute, Nora Roberts è una delle autrici più amate al mondo. La sua carriera è disseminata di premi letterari e riconoscimenti ufficiali. Di questa poliedrica scrittrice, Timecrime ha già pubblicato Il testimone e, sotto lo pseudonimo J.D. Robb, Codice cinque e Cerimonia di morte, che fanno parte della fortunatissima serie In Death. Per il marchio Leggereditore sono invece usciti i suoi romance: la trilogia Boonsboro Hotel (La casa dei grandi incontri, Il giardino dei nuovi inizi, Una dolce scoperta), la serie Il quartetto della sposa (La sposa in bianco, Letto di rose, Il sapore della felicità, Un amore per sempre) i romanzi L’amore ritrovato, Un’ombra dal passato, Il mistero del lago, Due vite in gioco, Luci d’inverno, Un dono prezioso, Un amore pericoloso, Le parole infinite e I segreti della casa sul mare.

Recensione: Phoneplay

«Sono in astinenza. Ho bisogno di averne di più, come una drogata costretta ad aumentare la dose. Ho bisogno di molto di più delle nostre conversazioni quotidiane. Non mi bastano più. Ho bisogno di parlargli dal vivo, di poterlo toccare, di ascoltare di nuovo la sua voce, e di perdermi nei suoi occhi»

Phoneplay
di Morgane Bicail
Newton Compton

Trama
Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai una avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un SMS da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Sconosciuto fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla?