martedì 10 ottobre 2017

Review Party: Mirror mirror


Oggi parliamo di un libro che stavamo attendendo con curiosità: Mirror mirror di Cara Delevigne: influencer, modella, attrice. Il romanzo è in uscita oggi per De Agostini Planeta e festeggiamo questa uscita con un review party.

«Perché non puoi esistere e il giorno dopo sparire di colpo. Non ha senso. 
La gente non svanisce nel nulla senza lasciare tracce»

Mirror mirror 
di Cara Delevigne
De Agostini Planeta

Trama
Red, Leo, Naomi e Rose. Quattro ragazzi diversi ma uniti da un’unica passione: la musica. È stata la musica a renderli non solo una band, i Mirror Mirror, ma anche una famiglia. Inseparabili.
Almeno fino al giorno in cui Naomi è scomparsa nel nulla e la polizia l’ha ritrovata in condizioni disperate sulle rive del Tamigi. Da quel momento niente è più stato come prima: uno specchio si è rotto e un pezzo si è perso per sempre nelle vite di Red, Leo e Rose. Perché Naomi era la più solare di tutti, l’amica migliore del mondo.
Ma in fondo al cuore nascondeva un segreto… Un segreto inconfessabile che nemmeno Red aveva fiutato e che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. E mentre Rose si abbandona agli eccessi e Leo si chiude in se stesso, Red non accetta il destino dell’amica: ha bisogno di sapere, di capire. Che cosa ha ridotto Naomi in quello stato? Può davvero trattarsi di un tentato suicidio come crede la polizia?
Per scoprire la verità Red dovrà trovare la forza di guardarsi allo specchio, conoscersi e imparare ad amarsi per quello che è. Perché, a volte, bisogna accettare che niente è ciò che sembra e che la realtà può essere capovolta.




Se mi chiedessero di descrivere Mirror mirror con una parola, userei apparenze. È sulle apparenze sbagliate che si fonda questo libro scritto da Cara Delevigne con Rowan Coleman, un romanzo che mi ha lasciato tanto! Ebbene sì!

«È qui che tutto accade. Tra le cose che ci lasciamo indietro»

Le apparenze ingannano! 
Quante volte abbiamo guardato una persona e abbiamo pensato di sapere chi fosse, come fosse? A me, nonostante gli sforzi che faccio per non fermarmi alla superficie, è capitato spesso. Questo ha portato a cocenti delusioni, ma soprattutto a belle scoperte.
Mirror mirror gioca sul doppio già dal titolo, che poi è il nome della giovane band scolastica formata da i quattro ragazzi protagonisti di questo romanzo: Red, Leo, Rose e Naomi.

«E questo concerto è per tutti i ragazzi come lei, come noi, che a volte pensano di non aver nessuno con cui parlare. Questo concerto serve a dire: se nessuno vi ascolta, gridate finchè non lo faranno. Tutti meritano una voce»

Quattro doppi, o forse molti di più perché nessuno di noi e solo la doppia faccia di una medaglia.
I personaggi di questo libro ci sanno stupire, ma al tempo stesso ci riescono a mostrare con chiarezza le difficoltà che si incontrano oggi. I social, che sono gioie e dolori, i compagni che possono essere amici e in pochissimo trasformarsi nei peggiori aguzzini, i genitori troppo concentrate su loro stesse e sui loro drammi personali per guardare in faccia i figli. 
Poi ci sono i sentimenti, le confusioni e le delusioni: tutte cose che fanno parte della vita.

«Normale ha il significato che ognuno gli attribuisce»

Ho letto Mirror mirror tutto d'un fiato, perché è un libro che ti tiene sulle spine: la voglia da sapere e di capire è tanta e la verità piuttosto sconvolgente e anche i colpi di scena sono ben calibrati e inaspettati. Si arriva alla fine con la voglia di rileggere tutto da capo alla scoperta degli indizi, alla ricerca di tracce.
C'è tanto da scoprire su questi quattro ragazzi, sulla scomparsa di Naomi, su cosa l'abbia indotta a sparire. Mirror mirror è uno young adult ben scritto poggiato su una storia particolare, della quale mi piacerebbe scoprire in seguito di più.
Lasciatevi stupire da Mirror mirror.
Buona lettura!





Nessun commento:

Lasciami la tua opinione